Sassari

Poca Sardegna e silenzio sull’ «Università della Sardegna» all’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università di Sassari. Salviamoci dall’Accademia!

SardegnaIndustre-pro-Aladin--e14274429061335 facoltà aula magna unissContenuti importanti nelle relazioni dell’inaugurazione del 455° anno accademico dell’Università di Sassari. Assenti i rappresentanti della Regione Autonoma della Sardegna. Nessuna apertura all’«Università della Sardegna». Piccolo è bello? Forse, ma sicuramente perdente.
Le foto sono tratte dal servizio nel sito web di Uniss.
Uniss uno 23 se 16pubblico Uniss 23 9 16Del Zompo Uniss 23 9 16
——————————-
MegaSorbona-su-Roars

Università della Sardegna. Oggi l’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università di Sassari

UNiss aa 16+17 inaugOggi venerdì 23 settembre, a partire dalle ore 11,00, avrà luogo la cerimonia inaugurale del 455° anno accademico 2016-2017 dell’Università di Sassari, presieduta dal Rettore Massimo Carpinelli.
Il prof. Tito Boeri, Presidente dell’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, terrà una prolusione dal titolo “Il lavoro futuro”.
L’evento si svolgerà secondo il programma diramato dall’Ateneo e sarà trasmesso in diretta streaming sul portale istituzionale (www.uniss.it).

Oggi ci sentiamo in lutto ma la rabbia è tanta: basta odio, basta incitazione all’odio, basta fanatismo islamico, cattolico, ortodosso, ebraico, basta violenza!

Lutto per Orlando 13 6 16Comunicato del Movimento Omosessuale Sardo
La più grande strage della storia americana e la sua matrice è l’omofobia. Siamo sgomenti davanti a una tale tragedia e ancora di più per le motivazioni che hanno guidato il killer, ovvero che un bacio tra due gay potrebbe essere la molla che ha fatto scattare la rabbia: “Il movente religioso non c’entra nulla, ha visto due gay che si baciavano a Miami un paio di mesi fa ed era molto arrabbiato” dice il padre dell’assassino. Nello stesso momento “un uomo è stato arrestato a … Santa Monica, in California, diretto al Gay Pride di Los Angeles con un arsenale nella sua auto, tra cui alcuni fucili d’assalto ed esplosivi”. Molti di coloro che criticano i Pride dicono che ci sono problemi più urgenti a cui pensare: cosa c’è di più urgente della propria vita?? Cosa c’è di più urgente del diritto a vivere la propria vita e i propri affetti? L’ultima settimana è stata un bollettino di morte: in Italia una serie di donne uccise da ex che non accettavano il fatto di essere stati lasciati. Negli USA la più grande strage di persone omosessuali mai avvenuta. E, seppure fatti molto meno gravi, non ci dimentichiamo neanche dell’aggressione alle due ragazze che partecipavano al Roma Pride e ai due ragazzi di Quartu. Oggi ci sentiamo in lutto ma la rabbia è tanta: basta odio, basta incitazione all’odio, basta fanatismo islamico, cattolico, ortodosso, ebraico, basta violenza! Voi predicatori di odio, voi omofobi fondamentalisti, voi che tutti i giorni andate in piazza contro i diritti di gay, lesbiche e trans e per difendere il vostro diritto all’omofobia: siete VOI i responsabili di queste morti! E sabato prossimo scenderemo in piazza per urlarlo con tutto il fiato che abbiamo!
Manifestazione a Sassari Sabato 19 Giugno ore 16,30 Piazza Caduti del lavoro (corteo che si concluderà alle ore 21 con un concerto in piazza Tola)
—————————————————————————–
- Alla ricerca di umanità perduta. L’editoriale di Vanni Tola su Aladinews.

Manifestazione “Diritti al cuore”. Sassari si mobilita contro omofobia e razzismo

vt2 9 giu 16sedia di VannitolaLa sedia
di Vanni Tola

Grande mobilitazione in città per la nuova edizione della manifestazione “Diritti al cuore” promossa da 24 associazioni con l’obiettivo di stimolare la trasformazione delle coscienze per far crescere la consapevolezza che la diversità è parte integrante della natura umana, una risorsa preziosa da valorizzare. La manifestazione, nata nel 2009 e riproposta negli anni successivi, è nata per iniziativa di tre grandi movimenti: Il movimento LGBTQ (Lesbiche, Gay, Bisessuali, Transgender, Queer), il Movimento delle Donne e quello antirazzista. Un appuntamento importante per richiamare l’attenzione sui diritti delle persone gay, lesbiche e trans ma anche sull’accoglienza dei migranti e il riconoscimento della cittadinanza, sulla lotta al sessismo e l’omofobia e agli stereotipi di genere. Una manifestazione per tutti che anche lo scorso anno ha fatto registrare una grande partecipazione dei cittadini di Sassari. Alla conferenza stampa di presentazione del programma delle manifestazioni previste ha partecipato l’onorevole Luigi Manconi affermando che “ il lavoro che porta verso l’esigibilità dei diritti è difficile e spesso anche contradditorio e non si deve pensare neanche per un attimo che l’affermazione e il rispetto di quei diritti siano concessi una volta per tutti, la convivenza è dolorosa e faticosa ma realizzabile e certamente preferibile a qualsiasi conflitto etnico a prescindere dalla sua portata”. L’iniziativa si articola in defferenti azioni. Si comincia il 14 giugno alle 17 nella sala Angioy della Provincia con il convegno “Vera accoglienza? Ch svilupperà il tema della accoglienza dei migranti. Si prosegue poi mercoledi 15 alle ore 17 nella stessa sede con l’incontro dibattito “Omofobia e sessismo, una questione di gender” con la partecipazione del filosofo Francesco Pivetta e di altri esponenti delle associazione promotrici, di studiosi e giornalisti. Ci sono poi gli spettacoli. Il 16 giugno alle ore 21 appuntamento in Largo Ittiri con lo spettacolo “Diritti al cabaret” con l’esibizione di drag queen e diverse performance teatrali. Sabato 18 giugno l’appuntamento più importante, la grande manifestazione per le vie cittadine con partenza alle ore 16,30 da piazza Caduti dl lavoro che si concluderà alle ore 21 con un concerto in piazza Tola. Una manifestazione da non perdere, una manifestazione per tutti, una occasione per manifestare in forma diretta il proprio impegno a sostegno dei diritti di tutti.
VT 1 9 6 16VT4 9 6 16
===========
Il Coordinamento della Manifestazione “Diritti al cuore” 2016 è composto da: Acos, Amnesty International, Anpi, Arci Sardegna, Asce, Ass.ne Franco Mura Onlus, Ass.ne Italia-Cuba, CGIL Sassari, Coordinamento LGBTQ Sardegna Pride, Cpo Comune di >Sassari, Emergency Sassari, FLC- CGIL Sassari, IRS, Le Ragazze Terribili, Associazione Culturale Movimento Omosessuale Sardo, Music&Movie, Nessun Dorma, Noi Donne 2005, Officine Musicali Sassari, Temperalapsus, Theatre en vol, UDU, Voce Amica, Zoe-Progetto antispecista Sassari.

Cavalcata Sarda

cavalcata_sarda_2016
- La Cavalcata Sarda edizione 2016.

ITS TAGSS (Trasformazione agroalimentare sostenibile Sardegna), Tecnici della trasformazione agroalimentare

ITS SS UNO 18 5 16Comunicato stampa (a cura del Comune di Sassari)
Parte a Sassari il primo corso ITS per Tecnici della trasformazione agroalimentare. Inizierà il primo settembre il corso, destinato a 25 diplomati, della durata di 2 anni che formerà tecnici con un ruolo innovativo nel sistema produttivo sardo: la figura è infatti quella del “caporeparto del futuro”, in grado di coniugare l’esperienza pratica del tecnico di linea con le competenze per gestire le differenti funzioni aziendali. La scelta di questo percorso formativo discende da un approfondito lavoro di indagine, condotto dal Comitato tecnico scientifico della Fondazione ITS presso 30 aziende di trasformazione agroalimentare, afferenti alle diverse filiere presenti in Sardegna. Attualmente in Italia sono presenti 86 ITS, di 6 diverse aree tecnologiche, distribuiti strategicamente sul territorio nazionale. L’ITS TAGSS (Trasformazione agroalimentare sostenibile Sardegna) appartiene all’area del made in Italy, è una scuola di eccellenza ad alta specializzazione tecnologica, realizzata secondo il modello organizzativo della Fondazione di partecipazione in collaborazione con impresa, università, enti locali, sistema scolastico e formativo. La finalità dell’ITS è infatti quella di formare un tecnico con alta specializzazione tecnologica per un inserimento qualificato nel mondo del lavoro, assicurato dal legame tra istruzione, formazione e lavoro, dalla didattica esperienziale, dagli stages in azienda, dal 50% dei docenti provenienti dal mondo del lavoro. Una grande opportunità per i nostri giovani.
- Iscrizioni entro il 1 giugno 2016 presso lTS Filiera agroalimentare della Sardegna via Bellini 5 Sassari tel. 079243456 info@tagss.it – www.tagss.it – segue –

Venerdì 22 aprile 2016

cinema e CCC 22 4 16
Logo_Aladin_Pensieroaladin-lampada-di-aladinews312sardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413. .
———————————————————————————————————
Oggi a Sassari
Turismo Rujusedia di VannitolaLa sedia
di Vanni Tola
GA Solinas Linro sul turismo SSImportante appuntamento alla Biblioteca Universitaria di Sassari (via Enrico Costa, ex Ospedale Civile) per la presentazione del Fondo, cartaceo e librario, di uno dei più importanti conoscitori del turismo sardo.

“Un’isola di vacanze, per una storia critica del turismo in Sardegna” . Venerdì 22 aprile a Sassari

Turismo Rujusedia di VannitolaLa sedia
di Vanni Tola
GA Solinas Linro sul turismo SSImportante appuntamento alla Biblioteca Universitaria di Sassari (via Enrico Costa, ex Ospedale Civile) per la presentazione del Fondo, cartaceo e librario, di uno dei più importanti conoscitori del turismo sardo. Gian Adolfo Solinas, scomparso nel 1993, ha lavorato per diversi anni presso l’Ente provinciale del turismo di Sassari sviluppando con studi e ricerche una conoscenza molto approfondita di quel settore e dei problemi specifici che lo caratterizzano. Autore di numerosi libri, ha raccolto nel testo “Un’isola di vacanze, per una storia critica del turismo in Sardegna” saggi e interventi raccolti nell’arco di un trentennio che raccontano lo sviluppo turistico della Sardegna dagli anni delle prime iniziative turistiche ai più recenti insediamenti sulle coste.

Oggi venerdì 15 aprile 2016

Logo_Aladin_Pensieroaladin-lampada-di-aladinews312sardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413. .
———————————————————————————————————
Css logoCSS – INAUGURAZIONE NUOVA SEDE TERRITORIALE DI SASSARI
antonio simon mossa ft microDedicata ad “ANTONI SIMON MOSSA” nel Centenario della nascita 1916 – 2016
Oggi VENERDI’ 15 APRILE 2016 dalle ore 16,30 alle ore 20,00.
Programma
Ore 16,30 apertura dei lavori:
Saluto di PEDRU Simon Altea a nome della Famiglia di ANTONI SIMON MOSSA
RELAZIONE introduttiva letta a tre voci da
Raimondo Giuseppe PISANU in Lingua Sarda
Gavino Antonio PIREDDA in Lingua Romangia (Sassarese-Sorsese)
Vincenzo Carlo MONACO in Lingua Catalana de l’Alguer
Interventi dei Segretari Generali del Sindacato Corso e Catalano
Jean Brignole del STC in Lingua Corsa
Carles Sastre della Intersindacal CSC in Lingua Catalana
Saluti dei Rappresentanti dei Movimenti Partiti Sindacati ed Associazioni
Relazioni dei Responsabili dei Settori dei Lavoratori Scuola, Servizi, Partecipate, Bancari, Sanità, Scuola, Cultura e Politiche Giovanili ed Altri
Dibattito
Presentazione dell’Asotziu Consumadoris Sardus da parte del Presidente MARCO MAMELI
Conclusioni di GIACOMO MELONI Segretario generale della Confederazione Sindacale Sarda

Evento a Sassari: presentazione del Fondo Gian Adolfo Solinas, studioso del turismo sardo

Turismo Rujusedia di VannitolaLa sedia
di Vanni Tola

GA Solinas Linro sul turismo SSImportante appuntamento alla Biblioteca Universitaria di Sassari (via Enrico Costa, ex Ospedale Civile) per la presentazione del Fondo, cartaceo e librario, di uno dei più importanti conoscitori del turismo sardo. Gian Adolfo Solinas, scomparso nel 1993, ha lavorato per diversi anni presso l’Ente provinciale del turismo di Sassari sviluppando con studi e ricerche una conoscenza molto approfondita di quel settore e dei problemi specifici che lo caratterizzano. Autore di numerosi libri, ha raccolto nel testo “Un’isola di vacanze, per una storia critica del turismo in Sardegna” saggi e interventi raccolti nell’arco di un trentennio che raccontano lo sviluppo turistico della Sardegna dagli anni delle prime iniziative turistiche ai più recenti insediamenti sulle coste.

Biblioteca Universitaria di Sassari (v. Enrico Costa 57), Venerdì 22 aprile alle ore 16,30
Intervengono: Paola Porcu, Patrizia Bettelloni (Università di Bologna), Bachisio Bandinu, Arturo Parisi. Coordinatore Sandro Ruju.

turismoinsardegna

Ruju La graduale...Turismo – Pubblicato on line un saggio di Sandro Ruju sulle origini del turismo in Sardegna. Potete leggerlo e scaricarlo nel sito della Digital Library della Regione Sardegna alla pagina sardegna digital library
http://www.sardegnadigitallibrary.it/index.php?xsl=2436&id=675840

Svegliati Italia, svegliati Sardegna, svegliati… E’ ora di essere civili

SvegliaSS VTLa sedia
di Vanni Tola

SVEGLIATI SASSARI. E’ ORA DI ESSERE CIVILI

Grande partecipazione in Piazza d’Italia alla manifestazione a sostegno delle legge per regolamentare le unioni civili. Manifestazione festosa, con una notevole presenza di giovani. Presenti, tra gli altri, il Sindaco di Sassari Sanna e il Presidente del Consiglio regionale Ganau e numerose associazioni della società civile.
—————————
SVEGLIATI NUORO. E’ ORA DI ESSERE CIVILI
Nuoro sveglia
————————–
SVEGLIATI CAGLIARI. E’ ORA DI ESSERE CIVILI
ca svegliaCa sveglia ftRob Pili
————————-
…SVEGLIATI SARDEGNA!
————————————————————-
BalducciRIFLESSIONI PROFONDE E PERTINENTI

Cos’è la “famiglia cristiana”?
Svelare le mistificazioni e le menzogne
Una profonda riflessione di Padre Ernesto Balducci risalente al 1974 in occasione del Referendum sul divorzio, ripresa da SardegnaSoprattutto.

- segue
———————-

Parte il treno. Finalmente!

treno ca ssTreno veloce, si parte: oggi il viaggio inaugurale Cagliari-Sassari
11 dicembre 2015/ Economia, su SardiniaPost - La notizia sul sito della RAS.
——————————————–
Sono stati necessari 503 giorni affinché le competenti autorità nazionali effettuassero i collaudi e rilasciassero tutte le autorizzazioni per immettere in servizio il treno Atr 365, il convoglio veloce che collegherà Cagliari e Sassari e oggi 11 dicembre effettuerà la prima corsa. La partenza del viaggio inaugurale è fissata alle 10.40 dalla stazione di Cagliari, con arrivo previsto a Sassari intorno alle 13,05. Lunedì prossimo saranno invece inaugurati i collegamenti tra Cagliari e Sassari con Olbia.

Per il momento l’Atr 365 potrà raggiungere una velocità massima di 150 km/h, legata alle attuali caratteristiche tecniche del tracciato ferroviario, come hanno spiegato i vertici di Rfi (Rete ferroviaria italiana). Non è però escluso che la velocità di punta possa aumentare fino a 180 km/h: “In Toscana sono già in corso dei test per certificare l’idoneità dei treni diesel a questa velocità – si legge in una nota di Rfi – e i convogli potranno raggiungere questa velocità al termine di queste prove tecniche e a conclusione dei lavori di potenziamento infrastrutturale e tecnologico della rete ferroviaria dell’Isola”.

Alla corsa inaugurale parteciperanno il ministro dei Trasporti Graziano Delrio, il presidente della Regione Francesco Pigliaru, l’assessore regionale ai Trasporti Massimo Deiana, accompagnati dal sindaco di Sassari Nicola Sanna.
———————-
ape-innovativaE perché no i Rettori dell’Università Sarda (di Cagliari e di Sassari)?

Il “riordino” degli Enti Locali e la questione della città metropolitana. Il DIBATTITO è in corso…

Una, due metropoli in Sardegna? Mi scappa il riso!
2 Novembre 2015

democraziaoggi loghettoAndrea Pubusa su Democraziaoggi

C’è molta confusione sotto il cielo sardo. E non è per il fumo e il frastuono sollevati dai bombardamenti di Trident. E’ che in materia di enti locali si è fatto uno scasso e ora non si sa come correre ai ripari. Lo scasso è opera dei sedicenti “riformatori”. In una materia delicata, che richiede studio e riflessione, hanno promosso un referendum per fini elettoralistici e sull’onda di un umore popolare anticasta disponibile a votar contro ogni cosa. E lo ha fatto la giunta regionale che, anziché prendere atto che il referendum abrogativo riguardava solo le leggi regionali istitutive delle province della Gallura, del Medio Campidano, dell’Ogliastra e del Sulcis Iglesiente, ha commissariato anche le province storiche in vista di una soppressione. E poiché un ente intermedio fra Regione e comuni è necessario perché risponde all’esigenza di svolgere funzioni di area vasta, ora si va a tentoni nella ricerca di una entità sostitutiva delle province. – segue –

Il “riordino” degli Enti Locali e la questione della città metropolitana. Il DIBATTITO è in corso…

Cagliari lungomareA proposito di aree metropolitane
di Antonietta Mazzette su Sardegnasoprattutto
By sardegnasoprattutto / 27 ottobre 2015/ Società & Politica/
In merito alla querelle se in Sardegna debbano esserci una o più città metropolitane che da mesi sta “appassionando” la politica sarda, mi soffermo sulle argomentazioni che l’assessore Erriu ha utilizzato per respingere le ipotesi di modifica del progetto regionale di riforma degli enti locali avanzate in particolare (ma non solo) da Sassari e da altri comuni del Nord-Sardegna. L’assessore spiega che la città metropolitana di Cagliari risponde alle “esigenze di governo delle complessità dell’unico polo urbano di un territorio caratterizzato da elevata densità abitativa”. Ma Cagliari è per davvero l’unico polo urbano della Sardegna significativo per la sua densità abitativa e dunque complesso? Parto dai dati Istat per verificare quanto sopra riportato.
- segue –