I ragazzi di Palabanda Circolo culturale

Verso la trecentosessantunesima sagra di Sant’Efisio

El Llibre i la Ciutat
el-libre-i-la-ciutat-epes
- Vida, martiriu e morte de Sant’Effisiu.
Ne parlammo il 30 aprile dello scorso anno in una iniziativa promossa da Associazione Stampaxi ora Circolo culturale de Is piccioccus de Palabanda.
el-libre-i-ciutat

Impegnati per il lavoro in nome di Giuseppe Toniolo

striscione
toniolo-4-aprile-2018
Anticipazione resoconti dell’evento.
- Noi, ragazzi della Toniolo. Editoriale di Franco Meloni su Aladinews.
- La Toniolo. Schema dell’intervento di Paolo Matta

Oggi domenica 5 marzo 2017

sardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghdemocraziaoggiGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413
—————————————————————————————————-
Punta de billete: arregordarì. Save the date La pagina fb dell’evento.
Sacripanti per web

La congiura di Palabanda su l’Almanacco di Cagliari 2017

Francesco Cocco ha scritto un articolo sugli avvenimenti (la congiura) di Palabanda del 1812 sull’Almanacco di Cagliari 2017. Per ora riproduciamo fotograficamente l’articolo in attesa di pubblicarlo in altro formato per una più agevole lettura sulla nostra news.
alamanacco cagliari 2017
- segue –

Carrasegare Carnasciali Carnovali Carnevali, Carnevale, Carnaval, 狂欢节, カーニバル, карнавал, Festum…

Carnevale oggi 10 20 17Canciofali-jpg1Cicci e BiagioL’iniziativa odierna del Circolo culturale “Is piccioccus de Palabanda” e della Società di Sant’Anna onlus. Il servizio fotografico di Renato d’Ascanio Ticca: https://www.facebook.com/renato.dascanio/media_set?set=a.10211859519792304.1073742654.1499874862&type=3&comment_id=10211860116807229&notif_t=like&notif_id=1486760368814322 .
ape-innovativaIl carnevale stampacino che abbiamo conosciuto nella nostra infanzia e giovinezza (stiamo parlando per quanto mi riguarda della seconda metà degli anni 50 e di tutti quelli del 60, ma evidentemente nasce prima e prosegue dopo) era “un fatto di popolo”, La creatività popolare si scatenava nell’invenzione e nella reinvenzione delle maschere, perlopiù confezionate dalle donne (mamme, sorelle e fidanzate) del quartiere. Quasi tutto era autofinanziato. Arrivarono anche aiuti pubblici, per esempio quelli che riusciva a catturare il comm. Giovanni Loddo, presidente della società di Sant’Anna e economo della Prefettura. La Chiesa Diocesana metteva a disposizione alcune strutture, come ad esempio la chiesa di Santa Restituta, concessa alla Gioc di Pinuccio Schirra e, obtorto collo, la chiesa di Santa Chiara, che il potente comm. Loddo metteva a disposizione, vantando l’antica concessione dell’arcivescovo Melano alla società di Sant’Anna (1785) contro l’ arcivescovo del tempo Paolo Botto. Il quale, come ci ha ricordato oggi l’attuale presidente della società, Giancarlo Luzzu, per ritorsione proibì alla soc. di Sant’Anna di sfilare nelle processioni con il proprio stendardo e annesse bandiere. Ecco, se qualcosa dobbiamo ricuperare, oltre la memoria di quei tempi (e per questo ci aiutano soprattutto Biagio Paci e Cicci Marcialis con http://www.stampacinidoc.it/) è lo spirito popolare: tutto cambia, ma quello no. Per questo al Comune diciamo di aiutare, di finanziare con equità, ma di non sostituirsi alla gente, al popolo che deve riappropriarsi del suo carnevale, a partire dai bambini. Abbiamo cominciato con la manifestazione di oggi, proseguiremo con le altre, che apprezziamo e incoraggiamo, prime tra tutte quelle messe in campo da Gianfranco Carboni e dai suoi amici e tutte quelle che si propongono nello spirito del popolo. Un ringraziamento particolare a Marco Putzu e ai ragazzi della band della Ratantira di Marina. E per ora mi fermo qui (Franco Meloni).

“Il mercante Bartolomeo Fores e l’istituzione della prima processione in onore di Sant’Efisio”. E’ online la videoregistrazione integrale dell’evento

Sant'efisio 13 gen17Figari armatore“Il mercante Bartolomeo Fores e l’istituzione della prima processione in onore di Sant’Efisio (15 gennaio 1564)”
Videoregistrazione a cura di YouTg.net dalla Chiesa di Santa Restituta a Cagliari, con il relatore Roberto Porrà.
——————–
Evento a cura de I ragazzi di Palabanda – Circolo culturale.

Is piccioccus de Palabanda – “Punta de billete” per venerdì 13 gennaio 2017

Sant'efisio 13 gen17- La pagina fb dell’evento.
—————————————
“Il mercante Bartolomeo Fores e l’istituzione della prima processione in onore di Sant’Efisio a Cagliari (15 gennaio 1564)”.
E’ il titolo dell’iniziativa che “I ragazzi di Palabanda – Is piccioccus de Palabanda” organizzano in collaborazione con gli abitanti e le associazione del Quartiere di Stampace, per venerdì 13 gennaio p.v., con inizio alle ore 17.30 presso la Chiesa di Santa Restituta, piazzetta Santa Restituta.
Parleranno Roberto Porrà e Nicola Settembre, autori del saggio in argomento, pubblicato sull’ultimo numero di Theologica & Historica, rivista della Facoltà Teologica della Sardegna.

L’istituzione della prima processione in onore di Sant’Efisio a Cagliari (15 gennaio 1564)

CAGLIARI ARQUER MAPPunta de billete.
“Il mercante Bartolomeo Fores e l’istituzione della prima processione in onore di Sant’Efisio a Cagliari (15 gennaio 1564)”.
I ragazzi di PalabandaE’ il titolo della prossima iniziativa che “I ragazzi di Palabanda” organizzano con diverse collaborazioni: la Parrocchia di Sant’Anna, la Congregazione Mariana degli Artieri di San Michele, la Confraternita del Gonfalone di Sant’Efisio, gli Ex soci della Toniolo, per venerdì 13 gennaio p.v., con inizio alle ore 17.30 presso la Chiesa di Santa Restituta, piazzetta Santa Restituta.
Parleranno Roberto Porrà e Nicola Settembre, autori del saggio in argomento, pubblicato sull’ultimo numero di Theologica & Historica, rivista della Facoltà Teologica della Sardegna .
———————————————
Illustrazione: la famosa mappa di Cagliari disegnata da Arquer per la Cosmographia universalis del Münster.

I ragazzi di Palabanda

bardufula 2Costituito ieri il Circolo culturale “I ragazzi di Palabanda” in continuità con l’esperienza positiva ma esauritasi dell’associazione culturale Stampaxi. In bocca al lupo per la nuova avventura del (l’attuale) manipolo di intellettuali cagliaritani, auspicabilmente destinato a crescere in numero e quanto ad iniziative culturali in città ed oltre.