ASviS: aggiornamento delle analisi regionali al 2018. Il dato sardo.

asvis-novita
asvis-regioni-2020L’ASviS pubblica l’aggiornamento delle analisi regionali al 2018, che evidenziano una forte divisione territoriale per i Goal riguardanti la povertà, i servizi igienico-sanitari, il lavoro, le diseguaglianze, l’ambiente. Meglio innovazione e cultura, ma ancora lontani dalla media europea (23/6/20).
———————————————-
La Sardegna migliora sensibilmente per il Goal 7 e, in misura minore, per gli Obiettivi 4 e 12. L’indicatore sintetico del Goal 7 mostra una variazione positiva grazie alla forte crescita dell’utilizzo di energia da fonti rinnovabili, che aumenta complessivamente di 18 punti percentuali, attestandosi al 34% nel 2018. L’Obiettivo 4, relativo all’istruzione, deve la sua performance positiva all’incremento della quota di persone di 25-64 anni che hanno ottenuto un diploma di scuola media superiore e all’aumento della quota di laureati nella fascia di età 30-34 anni. La variazione peggiore è relativa al Goal 1, a causa dalla crescita dell’incidenza della povertà relativa e degli individui in famiglie a bassa intensità lavorativa.
———————————————
A proposito di Agenda Onu 2030 e Sardegna, un commento.
Mi ha meravigliato che nei rapporti Crenos e Banca d’Italia sull’economia della Sardegna 2020 non si faccia neppure cenno all’Agenda Onu 2030. Mi sarei aspettato un ragionamento sull’utilizzo dei 17 Obbiettivi per lo sviluppo sostenibile perlomeno nelle conclusioni, soprattutto in quelle del Crenos. A mio avviso una grave lacuna. Anche in considerazione dell’adesione dell’Italia all’Agenda, che peraltro il Governo è impegnao a declinare nei piani di sviluppo a livello nazionale, così come le Regioni al livello decentrato.
A onor del vero dell’Agenda Onu 2030 ha parlato Maria Del Zompo, Rettore dell’Università di Cagliari, nel suo saluto iniziale all’evento della Banca d’Italia (martedì 22 u.s.). Rendiamo merito. (f.m.).
———————————————————————-

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>