La festa val bene una messa! Saturnino! Chi era costui?

saturnino-Cattedrale ca

Oggi 30 ottobre festeggiamo (da cagliaritani e con i cagliaritani) per merito (o colpa o comunque sia) di San Saturnino, patrono della città di Cagliari

Saturnino! Chi era costui? Ci aiuta internet (dal sito santigiorgioecaterina) Il Passio sancti Saturni è il più antico documento che narra la vicenda del santo. Venne redatto dai monaci Vittorini della Basilica di San Saturnino a Cagliari nel primo trentennio del XII secolo, sulla base di testi più antichi. Un monaco Vittorino racconta che, durante i sacrifici in onore di Giove nel Campidoglio di Carales (l’attuale Cagliari), fra i passanti c’era il giovane Saturnino che, identificato, confessò la sua fede cristiana e al rifiuto di rinnegare la sua fede, fu decapitato il 23 novembre del 304, e sepolto nella necropoli dove sarebbe sorta la Basilica a lui dedicata.

Il primo a menzionarla è stato il diacono Ferrando, biografo di San Fulgenzio da Ruspe, il quale ha soggiornato due volte, tra il 507 e il 523, nel monastero dotato di scriptorium fondato da Fulgenzio «juxta Basilicam sancti martyris Saturnini, procul a strepitu civitatis» (vicino alla Basilica del santo martire Saturnino, lontano dal frastuono della città).

Fulgenzio era arrivato a Cagliari insieme agli altri vescovi africani esiliati in Sardegna da Trasamondo, re dei Vandali, nel primo quarto del VI secolo.

Il 12 ottobre 1621 le reliquie del santo vennero rinvenute e traslate nella cripta del Duomo di Cagliari, il Santuario dei Martiri, dove si trovano tuttora; in quell’occasione, l’arcivescovo d’Esquivel spostò la data del martirio, e quindi della festa, di san Saturnino al 30 ottobre.

Venerato dalla Chiesa cattolica, è patrono della città di Cagliari.

Anche Pasquale Tola, nel suo Dizionario biografico degli uomini illustri di Sardegna, riporta alcuni cenni sulla vita del santo. Nato a Cagliari da genitori cristiani alla fine del III secolo, il giovane Saturnino è stato martirizzato a Cagliari nell’epoca delle persecuzioni di Diocleziano, tra il 303 ed il 304, anno del quarto editto imperiale contro i cristiani, mentre amministrava la Sardegna il governatore Barbaro.

Nell’iconografia Saturnino è un ragazzo sui diciannove anni.

Fonte

Altri approfondimenti ripresi dal blog Valorest

———-

Nella foto statua di San Saturnino di Giuseppe Antonio Lonis, nella Cattedrale di Cagliari

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>