Beni comuni urbani inutilizzati. Appunti per il prossimo Sindaco

Dicevamo su Aladinews il 24 febbraio 2017 (oltre due anni fa)
Beni comuni urbani: perché non si utilizza il palazzo sorcesco?
Palazzo sorcesco 2Inutile recuperare stabili di proprietà comunale se poi non li si mette a disposizione dei cittadini: il caso del palazzo sorcesco del corso Vittorio Emanuele.
——————————-
Ecco il progetto, poi effettivamente realizzato: http://www.archilovers.com/projects/146279/palazzo-sorcesco-consolidamento-e-restauro-conservativo.html
————————Oggi————————
palazzo-sorcesco-8-03-19[oggi su fb] Beni comuni urbani. Appunti per il prossimo Sindaco. Il cd Palazzo sorcesco del corso Vittorio: lavori da tempo ultimati, ma tuttora inutilizzato. Si aspetta che venga vandalizzato?
——————————————————————
caSTATUTO del COMUNE di CAGLIARI
CAPO I Principi istituzionali
Art. 1
Principi
1. Il comune di Cagliari rappresenta la propria comunità, ne cura gli interessi e ne promuove lo sviluppo. Ha autonomia statutaria, normativa, organizzativa e amministrativa, nonché autonomia impositiva e finanziaria nell’ambito de proprio statuto, dei regolamenti e delle leggi di coordinamento della finanza pubblica. E’ titolare di funzioni proprie e di quelle conferite con leggi dello stato e della regione, secondo il principio di sussidiarietà .
2. Il comune di Cagliari, nell’esercizio del ruolo di capoluogo della Sardegna, riconosce le proprie specificità storiche, culturali, economiche, sociali, ambientali ed impronta la propria azione al rispetto dei diritti delle persone e ai principi di solidarietà e di pari opportunità tra cittadini, senza distinzione di genere, di provenienza geografica, di lingua, di convinzione religiosa o non religiosa, di opinioni politiche, di orientamento sessuale, di condizioni personali e sociali.
3. Il comune garantisce ogni forma di partecipazione alla vita politica, sociale, economica e culturale, valorizza le libere aggregazioni sociali attraverso cui si esprimono le personalità umane e promuove azioni positive per favorire pari opportunità tra donne e uomini.
5. Cagliari, memore delle sciagure causate dalla guerra, si adopera in ogni sede per il perseguimento della pace tra i popoli.
6. Il comune persegue la collaborazione e la cooperazione con tutte le città e tutti gli altri comuni della Sardegna con il fine di promuovere la partecipazione collettiva dei cittadini sardi al progresso civile, sociale ed economico della Sardegna.
Art. 2
Identità
1. Il comune riconosce, quali beni simbolici e rappresentativi dell’identità di Cagliari, gli stagni, il litorale, il sistema dei colli, il porto, l’istituzione universitaria, la lingua sarda e il suo dialetto cagliaritano, la festa di Sant’Efisio, tutto il patrimonio della cultura immateriale e i quartieri storici che, con i siti archeologici e i monumenti, raccontano le origini e la storia della città.
2. E’ compito del comune valorizzare e diffondere, in ogni sede, la storia della comunità cagliaritana.
(…)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>