Tag Archives: aladin FEDERICO GARCIA LORCA

FEDERICO GARCIA LORCA

federico-g-lorcaFEDERICO GARCIA LORCA
Nasce a Fuentevaqueros, provincia di Granada, il 5 giugno 1898.
I suoi primi interessi sono la letteratura, la poesia, la filosofia e la musica.
Si laurea in leggi a Granada, per accontentare il padre, poi si laurea a Madrid in Lettere e Filosofia. Lascia la musica perchè non può andare a Parigi a proseguire gli studi: era apprezzato da Manuel de Falla, che gli fu amico e col quale organizzò il concorso del Cante jondo, il canto gitano. Si diletta anche di pittura e fa una esposizione dei suoi disegni. Nel ’29-30 si reca a New York e poi a Cuba.
Dal 1918 al ’36 ha arricchito immensamente, con la sua poesia e il suo teatro, la letteratura e la cultura spagnola e mondiale. Nel 1932, il Ministero della Cultura della Repubblica, istituita un anno prima, lo incarica della diffusione del teatro in Spagna. Organizza La Barraca, gruppo teatrale girovago, che assolverà questo compito.
gli-occhiali-di-piero1-150x1501419Nel febbraio del ’36, con Alberti e Bergamin, fonda l’Associazione degli intellettuali antifascisti. Il 19 giugno finisce di scrivere La casa di Bernarda Alba. Il 17 agosto viene arrestato dai franchisti. All’alba del 19 agosto viene fucilato a Viznar (Granada).
Uno dei tanti, imperdonabili, crimini dei fascisti spagnoli.
Quando morirò / seppellitemi con la chitarra / sotto la sabbia.
Quando morirò / tra gli aranci e la menta.
Quando morirò / seppellitemi, se volete, / sotto una banderuola.
Quando morirò!

No te conoce nadie. No. Pero yo te canto.
Yo canto para luego tu perfil y tu gracia.
La madurez insigne de tu conocimiento.