Oggi giovedì 13 dicembre 2018

lampada aladin micromicrodemocraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x15014137bd10200-1683-4e2a-96e2-ac8d1f0c4010filippo-figari-sardegna-industre-2img_4633Anpi logo nazcostat-logo-stef-p-c_2-2serpi-2ape-innovativa
———-Avvenimenti&Dibattiti&Commenti————————————

Domani

sarfatti-13-dic-18

Oggi mercoledì 12 dicembre 2018

lampada aladin micromicrodemocraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x15014137bd10200-1683-4e2a-96e2-ac8d1f0c4010filippo-figari-sardegna-industre-2img_4633Anpi logo nazcostat-logo-stef-p-c_2-2serpi-2ape-innovativa
———-Avvenimenti&Dibattiti&Commenti————————————
Essere o non essere Natzione? Non c’è bisogno di battagliare, basta un clic. Parola di Paolo e Franciscu
12 Dicembre 2018

Amsicora su Democraziaoggi.
———————————————————————-———-

Newsletter

logo76Newsletter n. 125 dell’11 dicembre 2018

L’ITALIA NON C’È

Care Amiche ed Amici,
[segue]

Oggi martedì 11 dicembre 2018

lampada aladin micromicrodemocraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x15014137bd10200-1683-4e2a-96e2-ac8d1f0c4010filippo-figari-sardegna-industre-2img_4633Anpi logo nazcostat-logo-stef-p-c_2-2serpi-2ape-innovativa
———-Avvenimenti&Dibattiti&Commenti————————————
bruni-rdcIL DIBATTITO SI ACCENDE!
Una critica integralista del Reddito di cittadinanza
11 Dicembre 2018

Gianfranco Sabattini su Democraziaoggi.
————————————————————–

Iniziative

gulp-immagineGULP CINEMATOGRAFICA. Oggi, martedì 11 dicembre, alle ore 17, nella sala della Cineteca Sarda, in Viale Trieste, 126, Cagliari.

La Gulp cinematografia, è lieta di comunicare che in occasione del cinquantenario dalla fondazione, in collaborazione con la Cineteca Sarda, ha restaurato l’intero archivio. Tutti i film saranno disponibili in formato digitale (Mp4).
[segue]

Anpi

pietre-dinciampo-1Ci associamo
[Anpi] Il Comitato provinciale dell’ANPI di Roma esprime il suo più profondo sdegno per l’ennesimo gesto vigliacco perpetrato dalla feccia fascista. Questa volta hanno divelto e trafugato le pietre d’inciampo dedicate alla famiglia Di Consiglio e localizzate nel rione Monti. La famiglia fu sterminata dai nazisti nei campi di sterminio. Con tale gesto i fascisti nostrani una volta di più rivendicano l’orrenda politica razzista nazifascista che portò ai campi di sterminio milioni di vittime innocenti e nel contempo vorrebbero cancellarne la memoria. Ma possono mettersi l’anima in pace. Non dimenticheremo, anzi la nostra memoria è più che mai viva e ricordiamo uno ad uno i nostri caduti e i loro carnefici. Il comitato provinciale dell’ANPI di Roma si stringe alla comunità ebraica romana e chiede alle autorità e alle Istituzioni che una volta per tutte si agisca secondo le leggi vigenti nei confronti degli autori di questi misfatti, nei confronti di tutte le organizzazioni di stampo fascista e razzista e che si rimuova la abusiva memoria di coloro che agirono fiancheggiando i nazisti nell’abominio del razzismo e che alcuni vorrebbero essere a nome di vie e di piazze, come ad esempio tal vile Giorgio Almirante, razzista mai pentito della prim’ora.

Oggi lunedì 10 dicembre 2018

Lunedì 10 dicembre 2018
decreto-sicurezza-10-dic-2018-costat-anpi-mod02

lampada aladin micromicrodemocraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x15014137bd10200-1683-4e2a-96e2-ac8d1f0c4010filippo-figari-sardegna-industre-2img_4633Anpi logo nazcostat-logo-stef-p-c_2-2serpi-2ape-innovativa
———-Avvenimenti&Dibattiti&Commenti————————————
Oggi alle 17 dibattito sulla legge Salvini: incostituzionale perché?
10 Dicembre 2018
Red su Democraziaoggi.
Oggi, alle 17 dibatteremo della legge Salvini. Come abbiamo già detto, il Csm ha bocciato il decreto, ora legge Sicurezza, perché presenta numerose “criticità” e non rispetta “obblighi” e “garanzie” previsti dalla Costituzione. Ecco, in estrema sintesi, i principali punti critici e i rilievi mossi alla Legge Salvini dal CSM.
———————————————–

Salute mentale 40 anni dopo

asarp-10-dic-18
- La pagina fb dell’evento.

Conferenza nazionale per la Salute Mentale

conferenzanazionale
Domani lunedì 10 dicembre a Cagliari, presso l’Aula Magna della Corte d’Appello di Cagliari, dalle ore 9 alle 18 si terrà la Conferenza nazionale per la Salute Mentale convocata dalle Associazioni che hanno dato vita all’assemblea nazionale di Roma “Salute Mentale: Libertà, Diritti, Servizi” (Roma 11 – 12 maggio 2018) nel 40esimo della legge 180. Il percorso che si apre a Cagliari nei prossimi mesi attraversa l’Italia, per arrivare alla Conferenza nazionale a giugno 2019. Approfondimenti su il manifesto sardo.
[segue]

Oggi domenica 9 dicembre 2018

Lunedì 10 dicembre 2018
decreto-sicurezza-10-dic-2018-costat-anpi-mod02
10-dic-2018-a-testa-alta

lampada aladin micromicrodemocraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x15014137bd10200-1683-4e2a-96e2-ac8d1f0c4010filippo-figari-sardegna-industre-2img_4633Anpi logo nazcostat-logo-stef-p-c_2-2serpi-2ape-innovativa
———-Avvenimenti&Dibattiti&Commenti————————————
Legge Salvini: no ai motivi umanitari. Una previsione infame, ma inutile alla luce della Costituzione
9 Dicembre 2018
Red su Democraziaoggi.
Domani, su iniziativa del CoStat e dell’ANPI, alle 17, nella Sala della Fondazione di Sardegna in via S. Salvatore d’Horta n. 2, si terrà un importante incontro, con relazioni di esperti, per l’illustrazione e la discussione della legge Salvini. Per favorire la riflessione ecco la sintesi di un parere del CSM sulla legge appena entrata in vigore […]
—————————————————————————–

AladinpensieroNews: comunicazione di servizio

lampada aladin micromicroLe illustrazioni (foto, disegni, grafici, etc.) e tutti i materiali che vengono pubblicati sulla nostra News sono in grande parte originali, cioè prodotti in proprio. Una piccola parte dei materiali pubblicati sono prodotti da terzi estranei alla Redazione e alla rete dei collaboratori, e comunque non coperti da copyright o nel caso espressamente autorizzati. Potrebbe capitare che la News pubblichi materiali catturati dal web. In tal caso sempre è segnalata la fonte con il relativo link. Nel caso davvero raro e comunque possibile, anche se involontario e sicuramente in buona fede, di pubblicazione di materiali coperti da copyright, invitiamo gli interessati o comunque chiunque ne venga a conoscenza di segnalarci il presunto “abuso”. Provvederemo immediatamente a rimuovere il materiale in questione, con le dovute scuse per i proprietari. Ricordiamo comunque che la News Aladinpensiero non ha alcuno scopo di lucro, non vende spazi pubblicitari, non paga alcun collaboratore. L’Editore sopporta le spese senza alcun tornaconto e senza alcun corrispettivo per l’attività editoriale di cui è titolare, nel rispetto della pertinente normativa vigente. In ogni caso per qualsiasi possibile vertenza di carattere giudiziario il Foro competente è quello di Cagliari (Sardegna, Italia). AladiNews.

L’incredibile mondo delle fake news. Uno degli strumenti più potenti della propaganda politica

sedia di VannitolaLa sedia
di Vanni Tola

88fa5d49-493b-4183-9659-d160a3c1abc1Quello delle notizie false è un problema che esiste da sempre e che nessuno può ignorare, come dimostra il ricorso sempre più frequente alle bufale nel confronto politico e in tanti altri ambiti. Una dichiarazione rilasciata da un personaggio autorevole nel momento opportuno, può provocare danni incalcolabili, il crollo di un titolo in borsa, la minaccia di una crisi di governo, l’avvio di indagini della magistratura, la crisi o la rovina di una carriera professionale o artistica alla quale nessuna successiva rettifica potrà mai porre rimedio. Il meccanismo che genera la diffusione di notizie false, se vogliamo, è abbastanza semplice pur nella sua pericolosa potenziale gravità. In fondo richiama il percorso mentale dalla famosa “calunnia che è un venticello”, di Rossiniana memoria. Come nasce una fake news. Una volta individuato l’obiettivo, una proposta da diffondere, un avversario da colpire, si tratta “semplicemente” di costruire un racconto che sia innanzi tutto verosimile. Vediamo alcuni esempi. Diffondere la notizia che il Presidente Mattarella ha incontrato Berlusconi per esprimere il desiderio di conoscere Ruby Rubacuori sarebbe praticamente inutile. Tutti capirebbero che si tratta di una bufala. Affermare invece che ci sarebbe stato un incontro tra Berlusconi e Mattarella durante il quale il Presidente avrebbe manifestato all’ex cavaliere la sua intenzione di affidare il mandato di costituire un nuovo governo alla destra, nel caso di una crisi del Governo in carica, è più verosimile. È un messaggio che arriva alla gente e al quale molti, con superficialità, potrebbero dare immediatamente credito. Soltanto con una maggiore riflessione una parte dei destinatari della fake news potrebbero cominciare a maturare alcune perplessità. È in atto una crisi di governo? No. Sono in corso trattative del Presidente con i principali esponenti delle forze politiche per individuare un nuovo presidente incaricato e una nuova maggioranza? No. Il Presidente Mattarella, l’impersonificazione della prudenza e della riservatezza istituzionale, può essersi lasciato andare a considerazioni di questo tipo con un suo occasionale interlocutore? Certamente no. Allora per quale motivo Berlusconi e il suo staff diffondono una notizia del genere? Molto più probabilmente la sostanza del comunicato esprime soltanto una speranza, un desiderio neppure tanto segreto, un suggerimento di Silvio Berlusconi al Presidente (naturalmente non richiesto) con l’obiettivo di buttare giù il governo Salvini-Di Maio per dare vita a un governo di destra. Certamente il Presidente potrà smentire la notizia dell’incontro e le affermazioni che gli vengono attribuite ma, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, questo non farà altro che rafforzare la fake news stessa perché tanti penseranno che, smentita o no, qualche cosa quei due, in merito al governo in carica, devono pure essersela detta e quindi Berlusconi potrebbe anche aver dichiarato il vero. Intanto il messaggio, quello vero, è arrivato ai destinatari. Berlusconi rivendica il diritto a sostituire il governo in carica con un governo di destra e lo ha mandato a dire con forza a Salvini, al Presidente della Repubblica, ai partiti e agli italiani. Come si vede, tutto sommato, utilizzare il meccanismo delle fake news è relativamente semplice. Se poi si considera che, soprattutto in ambito politico e finanziario, operano dei veri e propri professionisti della notizia falsa, degli staff altamente qualificati nell’utilizzare tutte le strategie per influenzare e condizionare le convinzioni delle masse, ci si rende conto che il problema delle bufale non è cosa di poco conto. Panico e rassegnazione di fronte all’inevitabile forza di persuasione e penetrazione delle fake news? Assolutamente no. In realtà qualcosa si può fare. È importante imparare e “insegnare” alle persone a riconoscere e individuare le fonti di informazione per valutare con senso critico la fondatezza delle notizie diffuse dai media o, quanto meno, per interpretarle col ragionevole dubbio che una informazione apparentemente verosimile non è necessariamente vera. Sarebbe già un bel passo avanti.

Oggi sabato 8 dicembre 2018

Lunedì 10 dicembre 2018
decreto-sicurezza-10-dic-2018-costat-anpi-mod02

lampada aladin micromicrodemocraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x15014137bd10200-1683-4e2a-96e2-ac8d1f0c4010filippo-figari-sardegna-industre-2img_4633Anpi logo nazcostat-logo-stef-p-c_2-2serpi-2ape-innovativa
———-Avvenimenti&Dibattiti&Commenti————————————
3f555ee7-6c23-42b0-b6e2-6df7df3b95b0Regionali: al cappio della legge truffa stavolta finiscono Zedda e Desogus
8 Dicembre 2018
Amsicora su Democraziaoggi.
——————————

Luigi Ferrajoli: “La Costituzione ci aiuta, difendiamola applicandola!”

5a728ca7-3596-49e9-8d0b-5a4ffc57115aIeri al Mem lezione magistrale di Luigi Ferrajoli. “Le disuguaglianze sociali sono aumentate spaventosamente nel mondo e in Italia. La Costituzione non ci tutela se non applicata con le politiche sociali, a cominciare da quelle di contrasto alle povertà. Ci sono milioni di poveri che rinunciano a curarsi perché non sono in grado di pagarsi i ticket. in Italia a fronte di oltre 400 miliardi di ‘spesa sanitaria’, lo Stato e le Regioni incassano poco più di 4 miliardi di euro dai ticket, che se ne vanno tutti in costi di transazione burocratica. Meglio sarebbe tornare alla sanità pubblica gratuita per tutti, ovviamente abolendo sprechi ed inefficienze. Abbiamo ancora e nonostante tutto uno dei migliori sistemi sanitari del mondo, anche per l’altissima professionalità dei nostri medici e personale socio-sanitario, ma la situazione tende al peggioramento. La politica si assuma le sue responsabilità anche contrastando le logiche perverse del mercato. La Costituzione ci aiuta, difendiamola applicandola!”. “La recente legge sulla sicurezza è vergognosa e sicuramente anticostituzionale. Ci riporta indietro rispetto a tutti i principi fissati nella Dichiarazione universale dei diritti, dalle moderne Costituzioni e da tutti i successivi Trattati”. “I partiti politici devono riprendere il loro ruolo, quello che prevede il dettato costituzionale: la pratica della democrazia deve informarli, senza cedere al leaderismo che abolisce la partecipazione”. Bisogna comunque impegnarsi sorretti dall’ottimismo dell’intelligenza e della volontà.