Oggi domenica 7 giugno 2020

sardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2senza-titolo1lampadadialadmicromicro13democraziaoggi-loghetto55aed52a-36f9-4c94-9310-f83709079d6dasvis-oghetto
—————————Opinioni, Commenti e “Riflessioni, Appuntamenti—————————–
Carbonia. Da partito di quadri a partito di massa, in città le prime esperienze dei comunisti
7 Giugno 2020
Gianna Lai su Democraziaoggi.

Altro momento importante della storia di Carbonia: la nascita del partito comunista. I precedenti articoli ogni domenica dal 1° settembre 2019.
Partito di quadri nella clandestinità e nella lotta contro il fascismo, il PCI diveniva ora organizzazione impegnata a costruire una democrazia progressiva, ‘per scardinare dal basso, con l’apporto decisivo delle masse popolari, il […]
———————————————
sbilanciamoci-20
Più politica nell’economia
Matteo Lucchese e Mario Pianta
Su Sbilanciamoci, 5 Giugno 2020 | Sezione: Economia e finanza, Nella rete
Al di là delle misure di emergenza legate alla pandemia di Covid-19, è necessario costruire nuove capacità produttive all’insegna del welfare e della sostenibilità ambientale. Per fare tutto questo, serve un nuovo ruolo degli attori e degli investimenti pubblici, riequilibrando il rapporto tra Stato e mercato. Da “Collettiva.it”.
———————————————-

Reddito di cittadinanza incondizionato e universale. Giusto! E le risorse? Ecco dove trovarle.

aladin-on-skyIl reddito di cittadinanza (o dividendo sociale) incondizionato e universale convince e conquista molti, dappertutto, ma più all’Estero che in Italia. E le risorse? Quelle che mancando lo rendono una irrealizzabile utopia? E, invece, ci sono eccome! Vero è che quanti dovrebbero metterle a disposizione (con minimi sacrifici) cioè soprattutto i ricchi del mondo, non sono disponibili. La novità del contributo-saggio del gesuita-economista Gaël Giraud sta nel fatto che indica chiaramente dove trovare i soldi: nei “frutti” dei “beni comuni” unito al prelievo fiscale sui grandi (enormi) profitti dei ricchi del mondo, con particolare intervento sui “paradisi fiscali”. È d’obbligo il richiamo alla necessità di Organismi internazionali di garanzia anche con riferimento al “demanio della Terra” e alla fiscalità internazionale, con la costituzione di appositi Fondi (seguendo le indicazioni di Thomas Piketty e di Anthony Atkinson), come esposti con efficace sintesi nella piattaforma programmatica del movimento “Costituente della Terra”. L’utilizzo dei “beni comuni” per ricavarne un fondo che possa sostenere “i poveri del mondo”, attraverso opportune ridistribuzioni (reddito minimo universale) è una tesi sostenuta dal nostro amico economista sardo Gianfranco Sabattini, il quale unisce a tale fonte di risorse quella che deriverebbe dalla ristrutturazione del welfare state [cfr. articolo di G. Sabattini su aladinpensiero del 3/11/2017]. Prendiamo atto di un approfondito dibattito che esce dall’ambito accademico per diventare (in certa parte) progetto/i politico/i. (Franco Meloni)
democraciaoggi-mnifestosardo-aladinpensiero Le tre testate online Democraziaoggi, il Manifesto sardo e Aladinpensiero diffondono il saggio di Gaël Giraud, segnalandolo come materiale prezioso per il grande dibattito su “lavoro, reddito di esistenza e dintorni” nel quale sono impegnate con la pubblicazione di qualificati contributi e con l’organizzazione di apposita convegnistica [undicesimo articolo condiviso]. L’articolo con la premessa di Franco Meloni è pubblicato anche dalla rivista online Giornalia. *****Editoriale su Aladinpensiero online*****.
——————————————–

Oggi sabato 6 giugno 2020

sardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2senza-titolo1lampadadialadmicromicro13democraziaoggi-loghetto55aed52a-36f9-4c94-9310-f83709079d6dasvis-oghetto
—————————Opinioni, Commenti e “Riflessioni, Appuntamenti—————————–
Cambiare si può… Cambiare si deve…
6 Giugno 2020
Caterina Gammaldi su Democraziaoggi.

Continuo a pensare che cambiare sia la cosa più difficile in assoluto. Esige nuove consapevolezze, pacatezza, riflessione e responsabilità. Ha necessità di prospettiva e di futuro per attraversare senza inganni il tempo presente. Ho spesso sentito invocare il cambiamento come necessario per convivere con la complessità, ma mi è accaduto abbastanza spesso di dovermi confrontare […]
————————————————————————-

Gli Stati Uniti d’America in balia di tre sciagure

incendioroma-64-nerone LA LEGITTIMITA’ DELLA LEADERSHIP, LA VERA CRISI DELL’AMERICA di Marino de Medicilampadadialadmicromicro132Editoriale di Aladinpensiero online.

L’Italia a sovranità limitata. Come liberarsi dei vecchi e nuovi vincoli. Da Stato unitario a Stato federale?

I “vincoli” che condizionano la difesa dell’interesse nazionale
di Gianfranco Sabattini
L’Italia degli ultimi decenni, costantemente in emergenza, ha praticato la propria politica estera trascurando spesso la cura e la difesa dei propri interessi, anche con riferimento a quelle aree del mondo all’interno delle quali, per ragioni storiche e geografiche, era solita muoversi come uno degli attori principali. Una trascuratezza che è valsa ad amplificare le conseguenze negative del “vicolo esterno” del quale la Repubblica ha sofferto sin dal suo nascere, anche a causa del “vincolo interno”, espresso dal deterioramento delle istituzioni nazionali.
de-gasperi-in-america-01
Racconta l’Editoriale di “Limes” (4/2020) che, all’indomani della fine del secondo conflitto mondiale, il viaggio in America compiuto da Alcide De Gasperi [3-17 gennaio 1947], capo del governo italiano, per chiedere “dollari, pane e carbone”, sia stato il prodromo che ha segnato l’inizio del massimo “vincolo esterno” nella storia d’Italia. [segue]

Dalla lingua che parliamo ci riconosciamo subito sardi

gramsci-sardoGramsci e la lingua sarda: un curioso e significativo episodio
francesco-casula-foto-microdi Francesco Casula
Domani sabato 6 giugno nella consueta intervista in Telecostasmeralda (ore 20.30, nella trasmissione a cura di Enrico Putzolu) parlerò di Antonio Gramsci. In questo spazio voglio ricordare quanto riferisce in una Lettera Alfonso Leonetti uno dei fondatori del Partito comunista, proprio insieme a Gramsci e altri – a proposito del rapporto fra Sardegna e lingua sarda e l’intellettuale di Ales.
[…] Anche il suo parlare era sardo. I lunghi anni passati lontano dall’Isola, ora a Torino, ora a Mosca e Vienna, ora a Roma, non avevano punto alterato la pronuncia sarda, con le o chiuse e i raddoppiamenti delle consonanti. [segue]

Oggi venerdì 5 giugno 2020

cq5dam-thumbnail-cropped-750-422Giornata mondiale dell’ambiente
sardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2senza-titolo1lampadadialadmicromicro13democraziaoggi-loghetto55aed52a-36f9-4c94-9310-f83709079d6dasvis-oghetto
—————————Opinioni, Commenti e “Riflessioni, Appuntamenti—————————–
Adottiamo un bar…
5 Giugno 2020
Rosamaria Maggio su Democraziaoggi.
Oggi ho deciso di fare un giro in città per osservare la ripartenza. Non che non fossi mai uscita in questi mesi di lockdown, ma lo avevo fatto poco e sempre molto velocemente per sbrigare incombenze di prima necessità. La situazione è tale da suggerire prudenza, osservanza delle raccomandazioni degli esperti, nonché’ delle norme giuridiche dettate […]

————————————–
avvenire-loghettoL’intervento. Retribuzione universale, ecco come la si può dare.
Gaël Giraud* giovedì 4 giugno 2020 su Avvenire.
L’ha chiesta esplicitamente il Papa nella «Lettera ai movimenti popolari», pubblicata nel giorno di Pasqua. Per non lasciare «nessun lavoratore senza diritti»
Pubblichiamo un estratto dell’articolo dell’economista padre Gaël Giraud* che appare sul quaderno 4079 della «Civiltà Cattolica» in uscita sul sito laciviltàcattolica.it e nelle librerie.
[segue]

Papa Francesco: “peggio di questa crisi c’è solo il dramma di sprecarla”

aladin-on-sky

5e24e8ce-dbc1-4e26-8aad-900f5e377296 ******Firma anche tu!******
Che succede? c3dem_banner_04
IL SOCIALISMO DEL SINDACO DI MILANO
3 Giugno 2020 by Forcesi | su C3dem.
Esce un libro del sindaco di Milano: Beppe Sala, “Manifesto per la nuova sinistra” (La Stampa – estratto dal libro). Beppe Sala intervistato da Aldo Cazzullo per il Corriere della sera: “E’ il momento di cambiare, serve un nuovo socialismo”. Enrico Letta ne scrive su Repubblica: “La sinistra può vincere solo se batte l’indifferenza”. Paolo Pombeni analizza le risposte dei partiti all’appello all’unità di Mattarella: “Partiti senza lungimiranza e futuro” (Il Quotidiano del Sud). Lettera di Silvio Berlusconi al Corriere: “Ora concordia per risollevarci tutti insieme”. Il costituzionalista Francesco Clementi dice che per rispondere a Mattarella “Ora serve un’Assemblea costituente” (intervista a Il Dubbio). Guido Tonelli, sul Corriere, scrive: “Per una nuova classe dirigente. Bisogna saper pensare in grande”. Marco Revelli e Marco Tarchi dialogano sulle manifestazioni di piazza del 2 giugno: “Negazionismo e populismo” (Repubblica). Claudio Cerasa propone “Quattro punti per una riconciliazione nazionale” (Foglio). Salvatore Sechi: “L’oplà di Franceschini e i rischi politici e identitari per il Pd nell’alleanza organica con i Cinquestelle” (Il Dubbio). Dice Serge Latouche, teorico della decrescita, a Il Fatto: “Il virus a Milano vi ha restituito il cielo azzurro”. Giulio Napolitano: “Come snellire la pubblica amministrazione” (Repubblica). Carlo Cottarelli, “Non so se serve un commissario… L’importante è che l’Italia prenda i fondi del Mes” (intervista al Corriere). Ora Ernesto Galli Della Loggia interviene sul nuovo Avanti: “Dove sono finiti i cattolici?”.
———————————-
avvenire-loghettoL’intervento. Retribuzione universale, ecco come la si può dare.
Gaël Giraud giovedì 4 giugno 2020 su Avvenire.
L’ha chiesta esplicitamente il Papa nella «Lettera ai movimenti popolari», pubblicata nel giorno di Pasqua. Per non lasciare «nessun lavoratore senza diritti»
————————————
il_Manifesto_quotidiano_comunistaLAVORO. Lo tsunami della crisi sociale: 274 mila disoccupati in un mese
Emergenza. Istat: nei due mesi di blocco parziale della produzione 400 mila persone senza attività. Ad aprile non cercavano più occupazione 746 mila persone. Ed è record di precariato. In che modo il governo sta affrontando il secondo tempo dell’emergenza Covid 19 e la necessità di una rifondazione della cittadinanza sociale in una crisi pluriennale. A partire da una riforma del Welfare, degli ammortizzatori sociale e dell’estensione senza vincoli del cosiddetto “reddito di cittadinanza” verso un reddito di base.
Roberto Ciccarelli
Su il manifesto, EDIZIONE DEL 04.06.2020, [segue]

Oggi giovedì 4 giugno 2020

sardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2senza-titolo1lampadadialadmicromicro13democraziaoggi-loghetto55aed52a-36f9-4c94-9310-f83709079d6dasvis-oghetto
—————————Opinioni, Commenti e “Riflessioni, Appuntamenti—————————–
Ue. Bene gli interventi per fronteggiare la crisi ma insieme rivedere i trattati
4 Giugno 2020
Alfiero Grandi su Democraziaoggi.

La Presidente della Commissione Europea ha presentato al parlamento europeo il programma di interventi (nome originario recovery fund) per sostenere il rilancio dei sistemi economici messi in ginocchio dalla pandemia. Questi interventi che si aggiungono a quelli già decisi, sono una novità politica ed economica di rilievo e rilanciano l’Unione europea dando aiuti consistenti […]
———————————————-
gessa-lA proposito di settanta giorni chiusi in casa. Intervista di Marcello Fois al prof. LUIGI GESSA
Il lockdown? Ci ha resi ansiosi e aggressivi*
[segue]

Come cambia il lavoro

Il lavoro da casa mette alla prova il sindacato
Cambiamento. La burocrazia è smart se la professione non è più a comando ma a progetto

Andrea Ranieri
Su il manifesto, EDIZIONE DEL 02.06.2020
PUBBLICATO 1.6.2020, 23:58
Non chiamiamoli smart. Come se il lavoro intelligente e autonomo si identificasse con quello da casa. La pandemia ci ha mostrato quanto smart, densi di competenze, capaci di gestire imprevisti, siano i lavori essenziali per le persone e le comunità.
[segue]

Massimo Fini contro la Sardegna: ragli d’asino che non arrivano in cielo!

A Marco Travaglio, Direttore del Il Fatto Quotidiano ho scritto questa Lettera

asino-sardo-300x258Egregio Direttore,
il 30 maggio scorso su Il Fatto, con disappunto, ho letto un’intera pagina scritta da Massimo Fini contro la Sardegna. Lei, pur prendendo le distanze, la derubrica a semplice “invettiva”. Di ben altro si tratta: di un cumulo di falsità contumelie e ingiurie contro i Sardi.
Se tale pagina fosse apparsa su uno dei tanti fogliacci nordisti, nulla quaestio. Come Sardi siamo adusi ai loro insulti. Ma leggerla su Il Fatto, uno dei pochi Quotidiani italiani “potabili”, specie dopo la definitiva svolta padronale e neosabauda di Repubblica, sorprende.
Mi son chiesto il perché di tanta acrimonia antisarda unita a spocchiosa saccenza. E mi è tornato in mente certo giornalista e uomo d’affari francese Gustave Jourdan che deluso per non essere riuscito dopo un anno di soggiorno in Sardegna, a coltivare gli asfodeli per ottenerne alcool, parla dell’Isola terra di barbarie in seno alla civiltà che non ha assimilato dai suoi dominatori altro che i loro vizi.
Fini che delusioni ha avuto? Ma termino, seguendo il saggio apoftegma latino De minimis, (pardon, de Maximo) praetor non curat. Anche perché – come mi insegna un bel detto nella nostra bella lingua sarda: sos orrios de sos molentes no arribant in chelu (i ragli degli asini non arrivano in cielo).
Con cordialità
Francesco Casula – Cagliari
P. S.
Mi son limitato a queste poche righe, le canoniche 1200 battute richieste dalla Direzione de Il Fatto.
Sulla descrizione delle donne sarde vestite di nero, schiamazzanti come galline non aggiungo niente a quello che egregiamente ha scritto Cristina Muntoni, secondo cui in essa Fini “cavalca uno stereotipo di una tale ignoranza da non meritate altro che una risata (io, indossando orgogliosamente una gonna nera della nostra tradizione, ho tenuto un seminario sul potere delle parole alla sede di Roma del Parlamento Europeo e, oltre che sul contenuto, proprio sul mio abbigliamento, ho ricevuto enormi attestazioni di valore visto che portavo la mia identità culturale anche in modo visivo)”.
Qualche riga invece vorrei aggiungere [segue]

Che succede?

c3dem_banner_04
LO STRANO 2 GIUGNO 2020
2 Giugno 2020 by Forcesi | su C3dem.
Il discorso di Sergio Mattarella per il 2 giugno. Marcello Sorgi, “L’appello del Colle tra timori e rassegnazione” (La Stampa). Giovanni Orsina, “Destra-centro tra le piazze e l’anno zero” (La Stampa). Massimo Cacciari, “La missione del buon repubblicano” (La Stampa). Gianfranco Pasquino, “La Repubblica siamo sempre tutti noi” (Il Fatto). Carlo Verdelli, “La strada giusta per il dopo” (Corriere della sera). Emanuele Macaluso, “Preoccupa il calo di tensione. [segue]

Oggi mercoledì 3 giugno 2020

sardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2senza-titolo1lampadadialadmicromicro13democraziaoggi-loghetto55aed52a-36f9-4c94-9310-f83709079d6dasvis-oghetto
—————————Opinioni, Commenti e “Riflessioni, Appuntamenti—————————–
Il punto: certificazioni sanitarie per la mobilità interregionale e gestione dell’emergenza pandemica
3 Giugno 2020
Tonino Dessì su Democraziaoggi.

Tutta la vicenda della “fase 2”, a voler prescindere dal gioco degli interessi economici e territoriali prevalenti che stanno finendo per caratterizzarla, è stata deformata dall’uso di una terminologia inappropriata.
“Passaporto sanitario” è stata un’espressione, forse suggerita con intenti di efficacia mediatica, che si è rivelata un boomerang.
Ma che possano ammettersi provvedimenti regionali recanti l’obbligo […]
—————————-
Tre proposte per il lavoro
3 Giugno 2020
Tre proposte per il lavoro su Democraziaoggi
.
Democratizing Work. Questo importante appello di oltre 3.000 ricercatori di tutto il mondo è uscito di recente in simultanea su 41 giornali, tra cui El Comercio, Boston Globe, Guardian, Gazeta Wyborcza, La Folha de São Paulo, The Wire, Cumhuriyet, Le Soir, Le Monde, Die Zeit, Publico, El Diario, […]
————————

Che succede?

vescovi_bonaria MESSAGGIO DEI VESCOVI DELLA SARDEGNA
La fede e il futuro del nostro popolo nel tempo della prova
“Consolate, consolate il mio popolo…” (Isaia 40,1)
———————————-
avvenire-loghettoL’America che ferisce, quella da amare. Ora ci vuole un Kennedy
Ferdinando Camon
martedì 2 giugno 2020 su Avvenire
.
[segue]

Newsletter

logo76Newsletter n. 201 del 2 giugno 2020

Pentecoste

Care Amiche ed Amici,
[segue]