Disability Management: buone pratiche e prospettive future in Italia

Logo-Pianeta-Persona-300x173Logo-IBM-300x134SAVE THE DATE.
Venerdì 25 novembre 2016, 09:00 – 13:30
Aula Rogers, Scuola di Architettura – Politecnico di Milano
Via Ampère, 2 – Milano
IBM Italia e l’Associazione Pianeta Persona organizzano, con il patrocinio della Regione Lombardia, del Comune di Milano, del Politecnico di Milano, del CALD (Coordinamento degli Atenei Lombardi per la Disabilità) e dell’Adapt (Associazione per gli Studi Internazionali e Comparati sul Diritto del Lavoro e le Relazioni Industriali), il Primo Convegno Nazionale sul Disability Management in Italia, che si terrà a Milano il prossimo 25 novembre.
L’eventoDisability Management: buone pratiche e prospettive future in Italia si propone come momento informativo e formativo, di confronto, di riflessione e di discussione sul Disability Management, un temaancora poco conosciuto in Italia, a differenza di altri Paesi (come USA e Canada), dove si è diffuso a partire già dalla fine del secolo scorso. - segue -

Scienza e fantascienza 
tra conoscenza inquietudine e meraviglia

Einstain 5684La cosa importante è non fermarsi mai di porre domande. La curiosità ha in sé la propria ragione di esistere. Non si può che non essere travolti dalla meraviglia contemplando i misteri del tempo, della vita, della meravigliosa struttura della realtà. È sufficiente se uno cerca semplicemente di comprendere un poco di questo mistero ogni giorno. Non perdete mai la curiosità. Non smettete mai di meravigliarvi
(Albert Einstein)

Programma autunnale
La rassegna Scienza e fantascienza tra conoscenza inquietudine e meraviglia, promossa dalla Biblioteca Provinciale nell’ambito dei programmi di promozione della lettura continuerà, come da programma, in autunno. La biblioteca provinciale è situata in cima al parco di a Monte Claro, ingresso da via Mattei, sia a piedi che in auto. - segue –

Impegnati per il NO

Anthony Muroni fbDichiarazione di Anthony Muroni sulla sua pagina fb.

REFERENDUM, perché il SÌ non è utile.
“Non ho guerre di religione da combattere contro Renzi e il Pd, né mi sono mai iscritto al partito della demonizzazione del premier, pur non essendo un suo sostenitore o elettore.
Credo anche che le riforme periodiche – quando sono migliorative, organiche, serie e utili – facciano bene alle istituzioni.
Sono invece convinto che le politiche di Renzi e degli altri governi degli ultimi vent’anni siano state dannose per la Sardegna. Ogni anno peggio.
E penso che la riforma costituzionale varata dal Parlamento sia anch’essa dannosa per la Sardegna, con tutte le clausole “commissariali” che sono state proditoriamente inserite, con la finalità di togliere alle Regioni speciali quella poca autonomia che rimane loro nelle materie più delicate.
Credo anche che ci siano altri aggiustamenti pasticciati, come ad esempio la composizione del nuovo Senato.
È per questo che, senza farmi condizionare dalle conseguenze politiche che il risultato del referendum del 4 dicembre prossimo avrà sugli assetti di governo, ho da tempo deciso di votare No.
Spero che una parte dei movimenti identitari sardi – quella che si è espressa per l’astensione – ci ripensi, valutando quale sia il reale interesse delle istituzioni e, di conseguenza, del popolo sardo, e si schieri anch’essa per il No“
.

Mercoledì 28 settembre 2016

Logo_Aladin_Pensieroaladin-lampada-di-aladinews312sardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413. .
pedalata 29 set 16 NO
.
- La pagina fb dell’iniziativa del Comitato per il NO nel referendum costituzionale.

I “grandi”

G2o china 2016 ft 2sedia di VannitolaLi chiamano “i grandi della terra”, le nazioni che per la loro potenza economica e militare dovrebbero e potrebbero regolare pacificamente i conflitti nel mondo, dire la loro e agire sui principali problemi del pianeta, fame immigrazione, sottosviluppo, malattie. Ma sono davvero “grandi”? Recentemente hanno dato prova della loro grandezza bombardando e distruggendo vaste zone della Siria, continuando a bombardare perfino dove ormai non c’è più niente altro da distruggere, uccidendo civili (bambini compresi). Poi hanno tentato di approvare una tregua, con fatica ci sono riusciti. La tregua è durata, si e no, una decina di giorni, neanche il tempo di portare e distribuire viveri di prima necessità. Poi, sempre loro, i “grandi”, hanno deciso che era necessario riprendere i bombardamenti sulle case già distrutte e su quel che resta della popolazione civile con le più svariate e assurde motivazioni (difendere o ristabilire il diritto, l’ordine, la democrazia). Ma non vi viene il dubbio che forse questi paesi siano tutt’altro che grandi? A me si.

NOTTE EUROPEA dei RICERCATORI

NottEuropea_timbri-768x564Tutte le informazioni sul sito di Unica.

Un po’ di amarcord…

DIRINNOVA. Quando Unica cominciò a impegnarsi seriamente per la Terza Missione.
Dirinnova-2007
- La foto è del 2007.

Impegnati per il NO – Promemoria

4 dic 2016 NO

Martedì 27 settembre 2016

Logo_Aladin_Pensieroaladin-lampada-di-aladinews312sardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413. .
pedalata 29 set 16 NO
.
- La pagina fb dell’iniziativa del Comitato per il NO nel referendum costituzionale.

Impegnati per il NO

Deforma Boschi: anche il testo è contro i cittadinio

democraziaoggiGianna Lai su Democraziaoggi

copert1 Cost RIUn grandissimo riconoscimento è stato assegnato, per la bellezza del testo, alla Costituzione Italiana: il Premio Strega 2006.

Bisogna leggere che cosa c’è scritto nella legge Boschi per vedere come, allo stravolgimento della Costituzione, si accompagni la deformazione dell’uso e del significato delle parole: le parole della politica e della democrazia, quelle che guidano e formano il cittadino e che servono a designare la rappresentanza nelle istituzioni e nella vita sociale. Per contrapposizione ideologica, ne vien fuori un testo volutamente confuso, e reso illeggibile proprio da una scrittura burocratica, rigida, pedante e involuta che, dilungandosi oltre misura, oltre la misura consentita a una Carta costituzionale, accentra il potere nelle mani del governo e attacca la sovranità popolare. Come si volesse irridere alla chiarezza e alla leggerezza della NO NO NOOOCostituzione del ‘48, di facile e diretta comprensione per tutti. Come si volesse di nuovo dividere ed approfondire il solco tra governo e cittadini, colmato dalla Costituzione del ‘48, che unificò partiti e popolo nell’antifascismo della Resistenza e nella costruzione di una democrazia fondata sul lavoro e sulla sovranità popolare. Perchè quando si attacca il lavoro e la sovranità popolare, allora diviene necessario cancellare finalmente, della Carta, ogni memoria e dignità. E trattarla nel modo più rozzo, e rozzo è il modo in cui la legge è scritta, dalle bugie sul significato stesso del testo, alla valutazione ‘a naso’ di Renzi sulla data del Referendum, fino agli attacchi all’ANPI e al suo presidente Smuraglia e ai deliri della Boschi, ’saremo anche noi madri e padri costituenti’. - segue -

Lunedì 26 settembre 2016

fiori 24 set 16Logo_Aladin_Pensieroaladin-lampada-di-aladinews312sardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413. .
pedalata 29 set 16 NO
.
- La pagina fb dell’iniziativa del Comitato per il NO nel referendum costituzionale.

A guardia dell’anfiteatro romano

a guardia dell'anfiteatro 25 9 16

Poca Sardegna e silenzio sull’ «Università della Sardegna» all’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università di Sassari. Salviamoci dall’Accademia!

SardegnaIndustre-pro-Aladin--e14274429061335 facoltà aula magna unissContenuti importanti nelle relazioni dell’inaugurazione del 455° anno accademico dell’Università di Sassari. Assenti i rappresentanti della Regione Autonoma della Sardegna. Nessuna apertura all’«Università della Sardegna». Piccolo è bello? Forse, ma sicuramente perdente.
Le foto sono tratte dal servizio nel sito web di Uniss.
Uniss uno 23 se 16pubblico Uniss 23 9 16Del Zompo Uniss 23 9 16
——————————-
MegaSorbona-su-Roars

Sardegna Innovazione: Veranu

VeranuVeranu accede al programma di accelerazione di Next Energy
La startup sarda è stata selezionata tra le 10 migliori che operano nell’ambito dell’innovazione nell’energia elettrica e si prepara a partecipare al programma di empowerment imprenditoriale e di accelerazione.
- (nota stampa) Capoterra 24/09/2016 – Veranu, la neonata startup che opera nel settore delle energie rinnovabili, ha superato la seconda fase del Next Energy Program durante gli “Innovation Days” che si sono tenuti a Milano il 22 e 23 settembre presso la Cariplo Factory, Via Bergognone 34.
- Il programma promosso da Terna e Fondazione Cariplo, realizzato da Cariplo Factory in collaborazione con PoliHub e dal Campus di Terna, ha l’obiettivo di promuovere la valorizzazione dei talenti, sostenere lo sviluppo di progetti innovativi in ambiti attinenti al sistema elettrico e contribuire concretamente alla crescita economica del Paese.
- segue -

Domenica 25 settembre 2016

Logo_Aladin_Pensieroaladin-lampada-di-aladinews312sardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413. .
pedalata 29 set 16 NO
.
- La pagina fb dell’iniziativa del Comitato per il NO nel referendum costituzionale.