Martedì 26 giugno

f1c5753b-990d-4cf1-a897-3d2f5664820e

Oggi sabato 23 giugno 2018

lampada aladin micromicrodemocraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2img_4633Anpi logo nazcostat-logo-stef-p-c_2-2serpi-2ape-innovativa
————Avvenimenti&Dibattiti&Commenti———-
lampadadialadmicromicro132Fino a mercoledì 4 luglio 2018 l’aggiornamento quotidiano della News non sarà tempestivo come di consueto, per ragioni di carattere organizzativo. La News comunque non chiuderà per ferie neppure quest’anno.
—————————————————————————————
Gramsci: un pensiero universale
23 Giugno 2018

Gianfranco Sabattini su Democraziaoggi.
Di recente il Centro di Iniziativa Democratica (CID) ha pubblicato il “Quaderno n. 1”, nel quale è riportato il testo di una conferenza che il Professor Remo Bodei ha tenuto a Cagliari nel dicembre dello scorso anno (…)
——————————————————

Oggi Università- Impresa

cb8235ba-beef-4d66-83d2-387a0e771adc

12° edizione della Giornata Mondiale del Rifugiato

giornata-del-rifugiato-22-giu-18
Il Progetto SPRAR “Accoglienza Metropolitana” (ex “Emilio Lussu”) è lieto di invitarvi alla 12° edizione della Giornata Mondiale del Rifugiato.
L’iniziativa si svolgerà OGGI venerdì 22 giugno dalle ore 18.30 presso la Comunità La Collina a Serdiana.
Il giornalista Vito Biolchini dialogherà con due celebri autori del fumetto italiano sul tema del viaggio.
Bepi Vigna partirà dal mito del viaggio per eccellenza, l’Odissea, per raccontare una storia fantastica, un’avventura interiore dai risvolti inediti, offrendo una personale rilettura di una delle più celebri e archetipiche storie dell’Occidente.
Lelio Bonaccorso racconterà invece un altro tipo di viaggio, reale e non fantastico, ovvero un reportage a fumetti che descrive la sua personale esperienza a bordo di una nave di una ONG, impegnata in un’operazione di soccorso di migranti nel Mediterraneo.

Vi aspettiamo numerosi!!!

Oggi venerdì 22 giugno 2018. Qualcosa è cambiata

qualcosa-e-cambiata2Un’assemblea pubblica con l’avvocato amministrativista, docente di diritto pubblico comparato ed ex senatore Felice Besostri. Un confronto organizzato dai comitati sardi per la democrazia costituzionale e aperto a tutte le organizzazioni democratiche e i cittadini per discutere della crisi della democrazia e della deriva autoritaria che si svolgerà a Cagliari venerdì 22 giugno, alle ore 17.00 nell’Hostel Marina, Scalette di San Sepolcro.
Appello Qualcosa è cambiata

Oggi venerdì 22 giugno 2018

lampada aladin micromicrodemocraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2img_4633Anpi logo nazcostat-logo-stef-p-c_2-2serpi-2ape-innovativa
————Avvenimenti&Dibattiti&Commenti———-
lampadadialadmicromicro132Fino a mercoledì 4 luglio 2018 l’aggiornamento quotidiano della News non sarà tempestivo come di consueto, per ragioni di carattere organizzativo. La News comunque non chiuderà per ferie neppure quest’anno.
—————————————————————————————

Domani 22 giugno Giornata mondiale del Rifugiato

gior-rifugiato-22-giuSOCIETÀ E POLITICA » EVENTI » 2015-ESODOXXI
Giornata mondiale del Rifugiato, oltre 68 milioni di persone costrette alla fuga. “Nel 53% dei casi sono minori”
“Il Fatto Quotidiano, 19 giugno 2018, ripreso da eddyburg. Un’analisi quantitativa dell’esodo in corso. I numeri dell’esodo in corso potranno essere utili a quanti hanno conservato il lume della ragione, saranno inutili per chi usa la testa come i governanti italiani ed Europei. Con commento, (e.s.)
L’analisi delle dimensioni dell’esodo ne conferma il carattere dirompente sia per i paesi di provenienza sia per quelli assunti come obiettivi dai flussi dei migranti. Ma non si comprende ancora che é necessario individuare e praticare sia soluzioni immediate per l’accoglianza coerente con una «migrazione sicura, ordinata e regolare», secondo le parole di papa Francesco, sia il progressivo smantellamento del sistema economia e di potere che con lo sfruttamento dei colonialismo vecchi e nuovi, sta portando il pianeta e l’umanità alla catastrofe. Chiamalo, se vuoi, capitalismo. (e.s.)
———————————————

Oggi giovedì 21 giugno 2018

lampada aladin micromicrodemocraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2img_4633Anpi logo nazcostat-logo-stef-p-c_2-2serpi-2ape-innovativa
————Avvenimenti&Dibattiti&Commenti———-
lampadadialadmicromicro132Da oggi giovedì 21 giugno e fino a mercoledì 4 luglio 2018 l’aggiornamento quotidiano della News non sarà tempestivo come di consueto, per ragioni di carattere organizzativo. La News comunque non chiuderà per ferie neppure quest’anno.
————————————————————————————
RetroTrump
21prima-migranti-texas-ap-1-555x343
Un momento delle proteste alla frontiera con il Messico contro la separazione di oltre 2mila bambini dai genitori [da il manifesto online]
Dopo le critiche internazionali e del papa, la Casa bianca fa marcia indietro e annuncia il decreto per la riunione degli oltre 2mila bambini separati dai genitori e chiusi in gabbie alla frontiera con il Messico. Ma per tanti minori l’inferno potrebbe continuare [da il manifesto online]
—————————————————————–
mc-escher_bond-of-union-1956
L’”accesso al cibo” e il diritto alla dignità della persona
Gianfranco Sabattini su Aladinews.
——————————————————————-
——————–Dibattito—————————————————-
A tre mesi dal 4 marzo: il ritorno del dualismo optimates-populares?
21 Giugno 2018

Lorenzo Marilotti su Democraziaoggi.
————————————————————————-
M5S, come uscire dall’angolo stretto dell’alleanza
Le proposte. Riscrivere il Jobs Act, rovesciare la logica aziendalistica della “buona scuola”, assumere l’iniziativa su corruzione e conflitto di interessi, avviare una politica sul Mezzogiorno

Massimo Villone su il manifesto
EDIZIONE DEL 21.06.2018 [segue]

«La differenza più importante non è tra chi crede e chi non crede, ma tra chi pensa e chi non pensa ai grandi interrogativi dell’esistenza». Comunità di San Rocco: Riflessioni guidate.

zac-s-roccoLA SOFFERENZA E DIO. San Rocco, domenica 10 giugno 2018.
Margherita Zaccagnini.

Vi sarete chiesti: Chi è questa incosciente temeraria che osa affrontare, solo toccare, un argomento simile? Su cui l’umanità si interroga da millenni, per millenni.
La cosa bella è che ho chiesto aiuto a Giovanna per un aspetto pratico: il mio braccio si rifiuta di scrivere al computer o anche a mano per un certo tempo. E lei mi ha dato una dritta formidabile. Anzi tre. “Puoi dividere l’argomento in tre parti:
• La responsabilità del male
• Il discernimento tra bene e male
• L’elaborazione della sofferenza e la nostra risposta.
[segue]

RINGRAZIAMENTI e RILANCIO della SOTTOSCRIZIONE per L’ACQUISTO DELLA NUOVA SEDE DELLA CONFEDERAZIONE SINDACALE SARDA – CSS. Messaggio del Segretario generale.

CSS loghettoCarissime/i,
devo un ringraziamento a tutti voi che avete e state contribuendo con generosità ad un grande ed ambizioso obiettivo: DARE UNA NUOVA CASA ALLA CSS, che, in seguito allo sfratto, deve lasciare la sede storica di Cagliari in via Roma 72, per insediarsi in un locale bellissimo e funzionale in Piazza Is Maglias a Cagliari. Locale che abbiamo decisio di acquistare per farne un punto di riferimento del Sindacato Sardo e dei Movimenti Democratici /Pacifisti e Ambientalisti ad iniziare dal CoStat (Comitato di iniziativa costituzionale e Statutaria).
GRAZIE VERAMENTE DI CUORE SIA A COLORO CHE HANNO VERSATO QUOTE DA 5 MILA IN SU, SIA A COLORO CHE HANNO VERSATO QUOTE DI LIBERALITA’ DA 50 A 500 EURO. [segue]

Un nuovo sapere PSICOLOGIA DELLA LIBERAZIONE

img_4810Pubblicato in Italia il libro di Ignacio Martìn-Barό, il gesuita ucciso nella strage della Università Centro Americana, che fondò come strumento teorico ed operativo la “psicologia della liberazione” in continuità e in corrispondenza con la teologia della liberazione. Contro la “bastonata culturale dei media” e la separazione tra storia della salvezza e storia del mondo
di Raniero La Valle *

psicologia-liberazioneQuesto libro, pubblicato da Bordeaux edizioni (Ignacio Martìn-Barό, Psicologia della liberazione, a cura di Mauro Croce e Felice Di Lernia, con uno scritto di Noam Chomsky) è in realtà un’operazione culturale volta a inculturare in Italia un sapere di cui non conoscevamo nemmeno il nome: infatti la psicologia della liberazione è un prodotto della cultura che in Italia non c’è mai stato, non è mai stato nominato, e non si è mai avuta né si ha ancora oggi la minima idea che sia necessario, e che anzi senza una psicologia della liberazione il progresso storico si ferma.
In questo libro sono raccolti i testi più importanti in cui è racchiuso il pensiero del gesuita spagnolo Ignacio Martìn-Barό, uno spagnolo incardinatosi e anzi immedesimatosi nell’America Latina e ucciso poi insieme ad altri cinque gesuiti e a una inserviente e a sua figlia nella strage perpetrata dagli squadroni della morte nell’Università Centro Americana del Salvador. Cinque professori e due donne uccisi nella notte del 16 novembre 1989: Ignacio Martìn-Barό, Ignacio Ellacurìa, Segundo Montes, Juàn Ramόn Moreno, Armando Lopez, Joaquin Lόpez y Lόpez, e la inserviente dell’Università Elba Ramos e sua figlia Celina Ramos.
[segue]

Mercoledì 20 giugno 2018

democraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2img_4633Anpi logo nazcostat-logo-stef-p-c_2-2serpi-2ape-innovativa
————Avvenimenti&Dibattiti&Commenti&Libri———
costat-logo-stef-p-c_2-2L’assemblea di lunedì può essere il primo passo per formare un vasto movimento antirazzista. Come abbiamo fatto in difesa della Costituzione nel 2016.
20 Giugno 2018
Andrea Pubusa su Democrazioggi.
————————————————————————————-
L’umanità contro la barbarie. [i figli dei “clandestini” messicani separati dai genitori e reclusi in attesa di giudizio: https://www.theguardian.com/us-news/2018/jun/17/separation-border-children-cages-south-texas-warehouse-holding-facility]
35645506_10216927569811640_4215209177787662336_n
—————————————————————-

NewsLetter

img_4810Newsletter n. 98 del 19 giugno 2018

SI SI, NO NO

Care amiche ed amici,

MigrantiCheFare?

d5d30363-2d6c-48e8-9cfb-70dbd2e1357c
Migranti: affollata assemblea a Cagliari
19 Giugno 2018
Red su Democraziaoggi.

Sala affollata anche nel palchetto superiore della bella sala dello Studium Franciscanum. Dopo la presentazione di Giacomo Meloni (Amici sardi della Cittadella di Assisi) e l’introduzione di Andrea Pubusa (coordinatore del CoStat) – che presiedeva l’incontro-dibattito con Franco Meloni – la proiezione del film-breve “Eccomi- Flamingos” di Sergio Falchi, molto apprezzato a giudicare dagli applausi. Si vede che il tema dei migranti preoccupa e interroga i democratici anche a Cagliari. Si vede che le persone vogliono non solo assistere ai talk show ma intervenire di persona. E il dibattito non delude. Pacato sì ma appassionato in tutti gli interventi, dai quali emerge una trama comune, pur nelle differenze di accenti e di posizioni. Rispetto della persona, corridoi umanitari sicuri, centralità dell’accoglienza, necessità dell’inserimento, attacco al razzismo gridato e nascosto sono i punti fermi, come generale è la consapevolezza che una migrazione di dimensioni epocali è inarrestabile e necessita di una risposta continentale, europea.
Tanti sono in questa cornice condivisa gli approfondimenti. [segue]

Martedì 19 giugno 2018

lampada aladin micromicrodemocraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2img_4633Anpi logo nazcostat-logo-stef-p-c_2-2serpi-2ape-innovativa
————Avvenimenti&Dibattiti&Commenti&Libri———
L’importanza del leader: senza non si vince
di Samuele Mazzolini e Giacomo Russo Spena
By sardegnasoprattutto/ 17 giugno 2018/ Culture/
MicroMega on line 14 giugno 2018, ripreso da SardegnaSoprattutto. Da Iglesias a Corbyn, da Tsipras ai modelli latinamericani, qualsiasi progetto ha possibilità di successo soltanto se poggia anche su una leadership forte e carismatica. Oltre la retorica del basso, serve un frontman capace di veicolare i messaggi, costruire narrazioni egemoniche e creare empatia con chi lo ascolta. Un linguaggio semplice e pragmatico. Un volto nuovo che vada oltre i confini della sinistra radicale e che parli alla cosiddetta “maggioranza invisibile”.