Oggi giovedì 17 gennaio 2019

lampada aladin micromicrodemocraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x15014137bd10200-1683-4e2a-96e2-ac8d1f0c4010filippo-figari-sardegna-industre-2img_4633Anpi logo nazcostat-logo-stef-p-c_2-2serpi-2ape-innovativa
——–Avvenimenti&Dibattiti&Commenti&Appuntamenti———————

Che succede?

c3dem_banner_04PD. DIALOGARE CON I 5 STELLE? O CON FORZA ITALIA? O CON LA LEGA?
16 Gennaio 2019 by Forcesi | su C3dem.
Sul Messaggero Luca Ricolfi scrive che il Pd deve scegliere: o puntare a un fronte antipopulista (allora guardando verso Forza Italia) o puntare a ristabilire l’asse destra-sinistra (guardando allora verso i 5 stelle): “Come il voto può riscrivere le alleanze. Il Pd al bivio” (Messaggero). Più vicini alla prima ipotesi quelli di LibertàEguale, come Enrico Morando che guarda a un centrosinistra a vocazione maggioritaria contro i nazionalpopulisti (“Perché voto Giachetti”). Ma c’è anche un’altra ipotesi: Claudio Cerasa, “Storia di un asse invisibile, e indicibile, che avvicina Lega e Pd” (Foglio). Daniela Preziosi spiega però che “Il Pd ‘aperto’ di Zingaretti agita il congresso” (Manifesto), e così “Renzi e Calenda rinviano i propri piani a dopo il voto europeo” (Foglio). Paolo Gentiloni dice: “Alle Europee una lista progressista può sfidare la Lega ad armi pari” (intervista a La Stampa). Davide Allegranti va a sentire i giovani del Pd: “Il Congresso con i Millennial” (Foglio).

Oggi mercoledì 16 gennaio 2019

lampada aladin micromicrodemocraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x15014137bd10200-1683-4e2a-96e2-ac8d1f0c4010filippo-figari-sardegna-industre-2img_4633Anpi logo nazcostat-logo-stef-p-c_2-2serpi-2ape-innovativa
——–Avvenimenti&Dibattiti&Commenti&Appuntamenti———————
Cesare Battisti e la lotta dei lavoratori al terrorismo
16 Gennaio 2019
Andrea Pubusa su Democraziaoggi.
Dopo l’arresto di Cesare Battisti, si parla molto di terrorismo degli anni ‘70 e spesso si accomuna la sinistra di allora, in particolare quella comunista, a questo fenomeno con molti lati oscuri e dall’evidente carattere delinquenziale. Per di più quel terrorismo era fuori da ogni tradizione storica […]
————————————————

Abbonati a Rocca!

rocca-02-2019-mini_01ROCCA. Per abbonarti versione testuale
HAI DECISO DI ABBONARTI A ROCCA?
Di seguito come fare.

Oggi martedì 15 gennaio 2019

lampada aladin micromicrodemocraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x15014137bd10200-1683-4e2a-96e2-ac8d1f0c4010filippo-figari-sardegna-industre-2img_4633Anpi logo nazcostat-logo-stef-p-c_2-2serpi-2ape-innovativa
——–Avvenimenti&Dibattiti&Commenti&Appuntamenti———————
Caro Mirasola, Zedda col suo “continuismo” divide la sinistra: parlaci della rottura in Sinistra italiana sarda
15 Gennaio 2019
Su Democraziaoggi.
Roberto Mirasola a domanda risponde.
—————————————————————————————————————-—
176cde76-dc29-41a9-800a-9d8077481388

Terrorismi ed ex terroristi

[Lettori] Arresto di Cesare Battisti. É decisamente una notizia positiva. Nessuna vicinanza ideologica. Normale che i ministri in carica tentino di intestarsi i meriti dell’operazione di polizia. Mi sorprende, ma neppure tanto, la dichiarazione del ministro Salvini. “Dovrà marcire in galera”. Un uomo, per quanto colpevole di efferati delitti, deve scontare la pena in carcere ma fatti salvi i diritti che attengono il rispetto della dignità umana. Lo dicono le leggi e i principi costituzionali, quella Costituzione che il Ministro dell’Interno non conosce a fondo e tenta di snaturare in ogni occasione. Anche il fatto che due ministri del Governo italiano si rechiamo all’aeroporto per ricevere un criminale non è mica normale. Speriamo non si facciano il selfie con l’ex latitante. (v.t.)
——————————————————–
[Gian Giacomo Pisotti] Ma che paese è questo, in cui il ministro dell’interno si veste da poliziotto e va a farsi fotografare a Ciampino per l’arrivo di un ergastolano, a fini elettorali? Un avvilimento del ruolo di questa portata non si era mai visto in un paese civile. Purtroppo quella brava persona del ministro della giustizia si è fatta coinvolgere come uno scolaretto. Chissà se si rende conto dell’oggettivo omaggio reso alla figura di un criminale.
———————————————————
[Raffaele Deidda] Cattura di Cesare Battisti, El Pais:
“El 18 de diciembre, Cesar Battisti presentó a la Comisión Nacional de Refugio de Bolivia una solicitud de asilo. “Solicito a ustedes tengan a bien procedimentar mi requerimiento humanitario y se me conceda la calidad de refugiado, garantizando así seguridad, mi libertad y mi vida”, dice el italiano en la carta que presentó con ese propósito.
Esto significa que el Gobierno boliviano sabía de la presencia de Battisti en su territorio y que este no estaba huyendo, sino que esperaba la decisión de las autoridades sobre su caso. La versión de las autoridades italianas que informaron de su detención es que fue localizado gracias a una investigación de Interpol”.
Se è così, tutto il trionfalismo manifestato dal ministro Salvini per la mirabolante cattura dello “assassino comunista” con lo strabiliante lavoro svolto dalle forze di polizia italiane che rispondono al ministro dell’Interno, non è forse eccessivo?
———————————————————
[Pier Nicola Simeone] Cesare Battisti
e la vendetta di uno “Stato” troppe volte assente o interessato solo alla Parata,
e la stupidità degli incantati dal pifferaio di turno
.
Da nonviolento temo più chi sferruzza davanti al patibolo, che lo stesso boia e, addirittura, degli stessi giudici che magari in modo “easy” hanno comminato giudizi.
Aborro gli omicidi, sempre. Sono stato, e sono, avversario politico di chi era “indulgente” verso la lotta armata; ma mi sconcertano le grida forcaiole di chi, pieno di false certezze vuole il nemico quotidiano in pasto al “popolo” che fa giustizia magari appendendo il nemico prigioniero all’albero più vicino.
Voi come vedete questa vicenda?
——————————–
[Tonino Dessì]Due ministri che fanno all’aeroporto da comitato di accoglienza di un latitante arrestato: non ha senso. Nemmeno se mostrano la faccia truce e nello stesso tempo compiaciuta. Credo non si sia mai visto nella storia di nessun Paese.
- Comunque Battisti negli anni di piombo e nella sua attività di terrorista politico combatteva contro di noi che promuovevamo la contestazione e i movimenti di sinistra e agiva materialmente contro gente inerme, non contro lo Stato. Per conto di chi non lo so.
- E allora i latitanti fascisti? Pure loro. (segue)

Appello all’unità – Fortza paris: forza insieme, forza uguali! – Ultima chiamata

simbolo-partito-dei-sardi-tondo-300x300sardiliberi-2-logo2nuovo_simbolo_autodeterminatzione-1005x1024

Oggi lunedì 14 gennaio 2019

lampada aladin micromicrodemocraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x15014137bd10200-1683-4e2a-96e2-ac8d1f0c4010filippo-figari-sardegna-industre-2img_4633Anpi logo nazcostat-logo-stef-p-c_2-2serpi-2ape-innovativa
——–Avvenimenti&Dibattiti&Commenti&Appuntamenti———————
Regionali. Vani gli appelli del CoStat: M5S, Centrosinistra e Indipendentisti al lavoro per far vincere Salvini
3f555ee7-6c23-42b0-b6e2-6df7df3b95b014 Gennaio 2019
Andrea Pubusa su Democraziaoggi.
Mi rivolgo ai lettori per porre un quesito. A me pare che tutte le liste e i raggruppamenti antagonisti al centrodestra, che si accingono a presentarsi alle elezioni in Sardegna, non abbiano compiuto il loro dovere verso gli elettori. E mi spiego. C’è un grande pericolo, costituito dalla possibilità concreta che Salvini, tramite […]
—————————————————————–
logo-small-sardignaliberaAppello per l’unità elettorale delle forze identitarie e di ribellione
Appello di Claudia Zuncheddu.
———————————————————————-

Elezioni

3f555ee7-6c23-42b0-b6e2-6df7df3b95b0Regionali. Sinistra italiana sarda non appoggia Zedda in contrasto con la segreteria nazionale
13 Gennaio 2019
Su Democraziaoggi.
Antonello Licheri – Segretario Regionale Sardegna S.I., con gran parte del gruppo dirigente sardo, non segue l’imposizione romana di sostegno al “continuismo” di Zedda. Ecco la dichiarazione di disobbedienza. [segue]

Che succede?

c3dem_banner_04“CATTOLICI E POLITICA, È IL MOMENTO DI UN PROGETTO”
12 Gennaio 2019 by Forcesi |su C3dem.
L’Avvenire, che da qualche tempo ha preso ad ospitare interventi sul tema vetusto, ma cionondimeno attuale, dell’impegno concreto e responsabile dei cattolici in politica (per usare l’espressione del card. Bassetti nell’intervista all’Avvenire dello scorso 8 dicembre, pubblica oggi tre contributi sotto il comune titolo “Cattolici e politica. E’ il momento di un progetto”, Giorgio Campanini sostiene che è ora di prendere una decisione; lui auspica che i cattolici che vogliano impegnarsi nel sociale si concentrino prevalentemente in un partito, individuando quale forza politica è più vicina, o meno lontana, e sostiene l’utilità di convocare una sorta di stati generali del cattolicesimo italiano, senza mettere direttamente in campo l’episcopato. Gabriella Cotta, docente di Filosofia politica a La Sapienza, critica le vie alla democrazia, una populista e una sovranista, oggi egemoni, e fa appello alla ricchezza del patrimonio di cultura politica cattolica. Anche Camillo D’Alessandro, deputato pd, si sofferma sull’importanza che i cattolici si spendano sulla grande questione del rapporto tra noi e gli altri, per vincere le logo-citta-nuovapulsioni nazionaliste. Sul numero di gennaio di “Cittànuova” uno scritto di Carlo Cefaloni: “Il posto dei cattolici”.
—————————————————————————
Essere fatti per il bene. La buona politica è mediazione: i cristiani siano conseguenti

Gabriella Cotta*. Sabato 12 gennaio 2019 su Avvenire. [segue]

Oggi domenica 13 gennaio 2019

lampada aladin micromicrodemocraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x15014137bd10200-1683-4e2a-96e2-ac8d1f0c4010filippo-figari-sardegna-industre-2img_4633Anpi logo nazcostat-logo-stef-p-c_2-2serpi-2ape-innovativa
——–Avvenimenti&Dibattiti&Commenti&Appuntamenti———————
Il segreto di Di Maio? Semplice ed elementare: dice ai ceti deboli “siamo con voi, i sacrifici a chi ha di più”
13 Gennaio 2019
Andrea Pubusa su Democraziaoggi.
Un mio collega di Salerno, che lo ha avuto studente a giurisprudenza, il giugno scorso ad un Convegno in Puglia, a pranzo, mi ha detto “Gigino è nu bravu guaglione“, ed ha soggiunto con un sorriso significativo “ed è sveglio“. E ieri in piazza S. Cosimo ne ho avuto conferma. Con una battuta […]
——————————————————-———————————————

Una causa giusta e urgente

0031b627-5568-4afd-89be-cbcd327e70b2

Oggi sabato 12 gennaio 2019

lampada aladin micromicrodemocraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x15014137bd10200-1683-4e2a-96e2-ac8d1f0c4010filippo-figari-sardegna-industre-2img_4633Anpi logo nazcostat-logo-stef-p-c_2-2serpi-2ape-innovativa
——–Avvenimenti&Dibattiti&Commenti&Appuntamenti———————
schermata_2019-01-03_alle_17-04-14
poster-12-gen-2019-dibatt-elettElezioni sarde.
Oggi Dibattito elettorale a Cagliari

———————————————————-
Di notte… coi magnifici sette.
Amsicora su Democraziaoggi.
——————————————————————————-
RWM. Notificato il ricorso al Tar delle associazioni pacifiste contro il Comune di Iglesias sull’ampliamento della fabbrica di bombe. Occorre anche una decisa iniziativa politica
12 Gennaio 2019
Andrea Pubusa su Democraziaoggi.

NewsLetter

logo76Notizie da
Chiesa di tutti Chiesa dei poveri
Newsletter n. 131 dell’11 gennaio 2019

AI NASTRI DI PARTENZA

Care amiche ed amici,

Che succede?

c3dem_banner_04IL DILETTANTISMO (PER ORA) VINCENTE
10 Gennaio 2019 by c3dem_admin |
Roberto D’Alimonte, “M5S e Lega ancora forti nonostante gli scivoloni” (Sole 24 ore). Tre commenti pertinenti di Stefano Folli sui 5stelle: “Dilettantismo mai visto”, “Cinque stelle, un’alternativa al tramonto”, “Il governo c’è, ma è finito” (Repubblica). Federico Geremicca, “Populismo contro sovranisti” (La Stampa). Luca Zaia, “Salvini non deve cedere. Per il governo questa è la prova del nove” (Libero). Laura Marchetti, “Il potere carismatico del corpo del capo” (Manifesto). Stefano Ceccanti, “Parlamento umiliato. Le ragioni del ricorso del Pd alla Corte costituzionale” (Manifesto); concorda Valerio Onida: “Quel voto ha tradito il ruolo del Parlamento” (Corriere della sera). Sabino Cassese, “La società italiana sempre più scoraggiata” (Foglio). Alesina e Giavazzi, “Le mani dei politici sull’Inps” (Corriere della sera). Francesco Bei, “La ministra Grillo e la cuoca di Lenin” (La Stampa). Cristiano Gori, “Sul reddito sarà caos se non si coinvolgono anche i comuni” (intervista a Repubblica).
—————————————————————–
Dialogo Pd-5 stelle? Non è questione di tabù ma di condizioni politiche (che adesso mancano)
10 Gennaio 2019 by c3dem_admin |
In merito all’articolo “Il tabù del dialogo tra Pd e Movimento” di Franco Monaco
———————————————————-