Oggi domenica 22 ottobre 2017

df366ed43969ad2f7707bf34f7a6c534_d0
- Approfondimenti su Unica.
democraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2
——————————–riflessioni & dibattito——————————-
eddyburgSOCIETÀ E POLITICA » TEMI E PRINCIPI » POLITICA
Neoliberalismo: l’idea che ha inghiottito il mondo
di CARMENTHESISTER
vocidall’estero, 19 ottobre 2017, ripreso da eddyburg e da aladinews. Un articolo di Stephen Metcalf dal The Guardian sul pensiero che domina la nostra epoca: il neoliberalismo. (c.m.c.)
«Sul The Guardian, un approfondimento che risale alle origini del neoliberalismo per rintracciarne le caratteristiche peculiari e sottolineare l’ambizione di trasformare completamente la visione del mondo contenuta in quella “Grande Idea” di Von Hayek, che alla fine è riuscita a permeare completamente la società di oggi. Il neoliberalismo è divenuto l’idea dominante della nostra era, che venera la logica del mercato, deprivandoci delle capacità e dei valori che ci rendono più propriamente umani. (…)
——————————————————————————-
labsusRICERCHE
Un nuevo derecho para la administración compartida: il saggio in spagnolo di Gregorio Arena
Filippo Maria Giordano – 10 ottobre 2017, su LabSus.
Il sito LabSus pubblica per la sezione “Ricerche” un saggio in lingua spagnola di Gregorio Arena, Un Nuevo Derecho para la administracíon compartida de los bienes comunes. La experiencia italiana, apparso recentemente sulla “Revista de Administracíon Pública”.
——————————————————————————
lampada aladin micromicroGli Editoriali di Aladinews. Grave provocazione della Giunta regionale contro il Movimento Pastori Sardi, la più importante organizzazione di lavoratori dell’Isola. Di Vanni Tola.
——————————————————————————

I pastori sardi ritornano in piazza

vt2 Ritorna in piazza il Movimento Pastori Sardi. Manifestazione a Cagliari il 31 Ottobre. 65251_113969351998233_758825_n
.
Riuniti a Tramatza i Comitati che hanno diffuso un duro comunicato per annunciare la ripresa della mobilitazione.
I pastori denunciano la vergognosa e scellerata politica della Giunta regionale che ha, di fatto, delegato all’Assessore all’agricoltura e ai burocrati regionali l’applicazione dell’accordo faticosamente raggiunto a Cagliari che prevvede la distribuzione alle aziende pastorali dei 45 milioni di euro per fronteggiare la grave e straordinaria crisi del comparto pastorale determinata, oltre che dalla gravissima siccità, dai ritardi del passato nella erogazione dei fondi nazionali, regionali e comunitari che hanno condotto alla disperazione i pastori e sull’orlo di una crisi quasi irreversibile migliaia di aziende. La Giunta, in occasione della grande manifestazione di Cagliari sembrava avere compreso il profondo stato di necessità della categoria e aveva preso impegni sinceri che stava onorando. Un accordo mal digerito dalle altre associazioni di categoria e dall’apparato burocratico-clientelare nonché da quella sorta di partito antipastori trasversale alle diverse forze politiche che non vuole prendere atto e riconoscere che il Movimento Pastori Sardi rappresenta oggi il più grande movimento organizzato di lavoratori della Sardegna, un movimento determinato, democratico e pacifico diffuso e radicato nel territorio, l’unico interlocutore valido per la Giunta per avviare un serio processo di riforma del comparto pastorale. Da qui la decisione, magari formalmente corretta ma decisamente scellerata di vincolare la erogazione dei contributi promessi per l’emergenza ai controlli atti ad esercitare il recupero coatto da parte dell’Inps dei debiti delle aziende nei confronti dell’erario maturati per i ritardi nei versamenti dei contributi previdenziali. Una provocazione bella e buona nei confronti di chi tenta di sopravvivere e di difendere il bestiame dopo aver dato credito agli impegni ufficiali assunti dalla Giunta. Una scelta illogica e pericolosa per la quale il Movimento chiede un ravvedimento della Giunta e le dimissioni dell’Assessore all’agricoltura. In attesa di soluzioni positive non resta che la risposta in piazza con una grande manifestazione a Cagliari indetta per il 31 Ottobre. (V.T.)
————————————–

Oggi sabato 21 ottobre 2017

df366ed43969ad2f7707bf34f7a6c534_d0
- Approfondimenti su Unica.
democraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2
——————————–riflessioni & dibattito——————————-
20 Ottobre 2017
eddyburgCaos Mondo “Isis meno pericoloso dello smartphone”
di VITO MANCUSO
Caos Mondo “Isis meno pericoloso dello smartphone”, il Fatto quotidiano, 20 ottobre 2017, ripreso da eddyburg e da aladinews. Fabrizio d’Esposito intervista il teologo Franco Mancuso «Nel suo ultimo libro, Il bisogno di pensare, elabora la formula del suo “sapere fondamentale”: È un libro che costruisce speranza e amore».
——————————————————————–
lampada aladin micromicroGli Editoriali di Aladinews. Il nostro Convegno su Nuovo Cammino. Verso la Settimana dei cattolici italiani sulle tematiche del Lavoro.
Vogliamo il Lavoro!
La rivista della Diocesi di Ales-Terralba, Nuovo Cammino, dedica gran parte del numero del mese di ottobre all’imminente Settimana dei Cattolici italiani, che si terrà a Cagliari dal 26 al 29 ottobre, sul tema “Il lavoro che vogliamo: Libero, Creativo,…
————————————————————————-
democraziaoggi-loghettoLa lunga marcia che salvò Carbonia
21 Ottobre 2017
Andrea Pubusa su Democraziaoggi.
—————————————————————————————–
SOCIETÀ E POLITICA » MAESTRI » JORGE MARIO BERGOGLIO
Discorso alla Pontificia Accademia delle scienze sociali
papafrancesco3di JORGE MARIA BERGOGLIO
Avvenire, 21 ottobre 2017, ripreso da eddyburg e da aladinews. Ancora una lezione sul perché occorre cambiare dalla radice la società di oggi. «Se prevale come fine il profitto, la democrazia tende a diventare una plutocrazia in cui crescono le diseguaglianze e lo sfruttamento del pianeta».

—————————————————————————–
img_4025
img_4005
https://www.facebook.com/coordinamentoantifascistacagliari/photos/gm.2055004478119403/749117511950135/?type=3&theater

Stiticone e i suoi seguaci.

senza-titoloSupercazzole scolastiche di Storia dell’Arte
(di Carla Deplano)

La Venere di Milo si trasforma nella Venere del Nilo
La statua dell’Arringatore si trasforma ne l’Alligatore
Il Sarcofago di Stilicone si trasforma nel Sarcofago di Stiticone
Il marmo di Carrara si trasforma nel marmo di Cannavera
L’eruzione del Vesuvio si trasforma nell’erezione di Vesuvio
L’Uomo vitruviano si trasforma nell’Uomo venusiano
Il Baldacchino di Bernini si trasforma nel Baldracchino di S. Pietro
La Cripta di Santa Restituta si trasforma nella Cripta di Santa Restituita
Il Golgota o “luogo del cranio” si trasforma nel Monte Granatico
Galla Placidia si trasforma in Gatta Placidia
Cristo Pantocratore in mandorla si trasforma in Cristo in noce
I Koùroi si trasformano nei Koùloi
Jacques Louis David si trasforma in Jean Louis David
La Colonna Traiana si trasforma nella Colonna Troiana
Il David si trasforma nel Devid
La fuga prospettica si trasforma nella figa prospettica
La Cappella Brancacci si trasforma nella Cappella Brancamenta
Al Siotto la Nike di Samotracia si trasforma nella Nicchia di Sant’Avendrace
La Venere di Giorgione si trasforma nella Venere di Giorgino
Tutto diventa altro, anche Correggio … e l’Ara Pacis si trasforma nell’Ara Kiri !

No al Rosatellum, la legge elettorale truffa a danno degli elettori

kkkk

Oggi venerdì 20 ottobre 2017

df366ed43969ad2f7707bf34f7a6c534_d0
- Approfondimenti su Unica.
democraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2
——————————–riflessioni & dibattito——————————-
lampada aladin micromicroGli Editoriali di Aladinews. Materiali per il Lavoro
LAVORO E NUOVO MODELLO DI SVILUPPO
TRA INCUBI E SOGNI
Daniele Doglio su Rocca, ripreso da Aladinews.
———————————–
democraziaoggi loghettoRosatellum, legge bugiarda
20 Ottobre 2017
Gaetano Azzariti Il Manifesto del 17 ottobre, ripreso da gi Democrazia oggi.
———————————–oggi————————————
pazza-idea-a-is-mirrionis
- Pazza idea a Is Mirrionis.
————————————benicomuni————————————–
CITTÀ E TERRITORIO » TEMI E PROBLEMI » BENI COMUNI
Pubblica, economica e rinnovabile: la nuova energia della Scozia
di GIANLUCA RUGGERI
Altreconomia, 16 ottobre 2017, ripreso da eddyburg e da aladinews. «La prima ministra scozzese ha proposto di costituire una società pubblica capace di fornire elettricità agli utenti domestici. Un annuncio che smonta la retorica del “mercato” (c.m.c.)
—————————————————————–

Movimento Pastori Sardi. Pacta sunt servanda

tola-19-due
sedia di VannitolaLa Sedia
di Vanni Tola
Tensione tra i pastori per gli ostacoli nella corresponsione dei contributi straordinari per la crisi del comparto. La burocrazia regionale e le pressioni ostili di chi non ha “gradito” l’intesa del 2 Agosto sugli aiuti per la siccità potrebbero vanificare l’accordo ottenuto dal Movimento Pastori Sardi con la Giunta regionale.
Felice Floris e il Movimento Pastori Sardi hanno parlato chiaro. “Le promesse della Giunta ai pastori del 2 Agosto non vengono mantenute a causa della burocrazia. Gli allevatori si preparano a una nuova manifestazione a Cagliari e questa volta la rabbia sarà maggiore”. Casa è accaduto? Al momento della presentazione delle domande per ottenere i contributi promessi, i pastori hanno scoperto che per ottenere tali finanziamenti è previsto – in base a disposizioni magari legittime ma certamente discutibili in relazione al grave periodo di crisi – che le aziende debbano essere in regola con il pagamento delle tasse ordinarie, pena la decadenza del diritto al contributo stesso. Chiunque può comprendere che con la gravissima crisi determinata da una siccità straordinaria, dal crollo del prezzo del latte e della carne, i pastori hanno dovuto affrontare uno stato di emergenza fuori dall’ordinario. Una calamità che ha messo in ginocchio i più deboli, che ha messo in discussione non soltanto il reddito delle aziende pastorali ma perfino la loro stessa sopravvivenza con inimmaginabili danni economici e sociali per l’intero sistema economico sardo. E’ evidente che in tale situazione la preoccupazione principale e la scelta obbligata degli allevatori è stata quella di destinare tutte le risorse disponibili alla difesa dell’azienda, alla sopravvivenza del bestiame e non certo quella di onorare gli impegni con il fisco (che pure i pastori intendono rispettare). Subordinare oggi la concessione dei contributi alla preventiva regolarizzazione delle pendenze fiscali è un atto di viltà, una azione criminale che mina la relativa tranquillità e l’equilibrio che l’accordo MPS-Regione aveva determinato. (segue)

Rapporto Ocse. Emergenza disuguaglianze in crescita vertiginosa

ocseSOCIETÀ E POLITICA » GIORNALI DEL GIORNO » ARTICOLI DEL 2017
Rapporto Ocse. Nell’Italia che invecchia crescono le diseguaglianze
Avvenire, 18 ottobre 2017, ripreso da eddyburg e da aladinews. Sempre di segno negativo i primati dell’talia (e soprattutto degli italiani… Due aspetti sottolineati dall’Ocse: l’invecchiamento della popolazione e l’aumento delle diseguaglianze economiche.

Oggi giovedì 19 ottobre 2017

df366ed43969ad2f7707bf34f7a6c534_d0
- Approfondimenti su Unica.
democraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2
———————————-riflessioni & dibattito———————————
democraziaoggi loghettoSardegna: alla ricerca del partito perduto…
19 Ottobre 2017
Amsicora su Democraziaoggi.
Gente, sapete quale è il mio rovello da qualche tempo? Semplice. Individuare chi votare alle prossime regionali. Escludo il centrodestra. Facile, son di sinistra fin da quanto portavo i pantaloni corti. Che faccio cambio ora? E il PD? Deus s’indi campiri! E’ come votare quelli là. E poi non l’ho votato ai tempi del buon Bersani, […]
———————————————————————–
eddyburgIl Rosatellum crea astensionismo
di SALVATORE SETTIS
Il Rosatellum crea astensionismo su il Fatto quotidiano, 18 ottobre 2017, ripreso da eddyburg e da aladinews. «E se allontanare i cittadini dalle urne fosse invece, in una strategia perversa ma tutt’altro che fantapolitica, scopo primario di una legge come questa?»
—————————————–InfoCostat——————————————-
costat-logo-stef-p-c_2-2Cari Compagni/e, amici/e,
si è tenuta ieri, mercoledì 18 ottobre, la riunione ordinaria del Comitato d’iniziativa costituzionale e statutaria, che ha assunto le seguenti importanti decisioni.
Legge elettorale
La fiducia limita non solo il dibattito parlamentare, ma toglie voce anche a noi cittadini, impedendo che si dispieghi un ampio dibattito pubblico e una forte mobilitazione su una legge pessima e anticostituzionale. Pertanto, abbiamo deciso di essere presenti la settimana prossima con due iniziative:
Martedì 24 ottobre: dibattito su legge elettorale nazionale e regionale con Costantino Murgia, Tonino Dessì e Andrea Pubusa all’Hostel Marina con inizio alle 17 (seguirà locandina),
Data la grave accelerazione imposta dal governo e dal PD in combutta con le destre per far passare una legge che ci priva del diritto di scelta dei parlamentari, si invita alla massima mobilitazione e presenza;
Mercoledì 25 ottobre: presidio in via Garibaldi (spiazzo all’altezza di via Iglesias) dalle 17. Metteremo qualche manifesto e distribuiremo un volantino. Si pregano i compagni ed amici di dare la massima diffusione alla notizia e di assicurare la partecipazione.
————————
Lavoro e altre tematiche
Si è deciso di proseguire nell’approfondendo dei tanti spunti offerti dal Convegno del 4-5 ottobre u.s.: Lavoro/Ambiente, Scuola/Lavoro, Lavoro/Servizi sociali, Lavoro/Salute, Reddito di cittadinanza/Beni comuni, etc.
Su quei temi si punta ad iniziative pubbliche qualificate da calendarizzare. Come tappe di avvcinamento si è deciso:
– di fare un’iniziativa pubblica entro metà novembre in cui vengono presentati i risultati più significativi del ns. Convegno e di pubblicarne gli atti;
- di fare un dibattito pubblico entro l’anno con Nando dalla Chiesa su Economia e illegalità;
- di fare all’inizio dell’anno prossimo il Convegno Lavoro/Ambiente e, di seguito gli altri (Scuola/Lavoro; Reddito di cittadinanza e Beni comuni, Economia Sociale e Solidale, Salute e Sanità, etc.).
Come si vede, è un programma ambizioso, impegnativo e molto interessante, che punta – secondo le finalità del Comitato – a stimolare il dibattito pubblico in Sardegna su temi strettamente collegati alla Costituzione e allo Statuto sardo. Occorre pertanto essere presenti ed ampliare la partecipazione alle attività del ns. Comitato.
A Martedì in via Garibaldi per il presidio e cordiali saluti (Andrea Pubusa).
——————————————————————————————
ocseSOCIETÀ E POLITICA » GIORNALI DEL GIORNO » ARTICOLI DEL 2017
Rapporto Ocse. Nell’Italia che invecchia crescono le diseguaglianze
Avvenire, 18 ottobre 2017, ripreso da eddyburg e da aladinews. Sempre di segno negativo i primati dell’talia (e soprattutto degli italiani… Due aspetti sottolineati dall’Ocse: l’invecchiamento della popolazione e l’aumento delle diseguaglianze economiche.
———————————————-oggi—————————————
Argenti in Sardegna.
pasolini_porcugaias_argenti_isbnOggi, giovedì 19, alle ore 18 presso il salone del Banco di Sardegna, viale Bonaria 33
verrà presentato da Nicoletta Bazzano e Lucia Siddi un nuovo volume sugli argenti in Sardegna. Introduce e coordina i lavori Alessandra Paolini, docente di Storia dell’Arte dell’Università di Cagliari ed esperta in materia.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
——————————————–domani————————————–
pazza-idea-a-is-mirrionis
- Pazza idea a Is Mirrionis.
——————————————————————–

Oggi mercoledì 18 ottobre 2017

df366ed43969ad2f7707bf34f7a6c534_d0
- Approfondimenti su Unica.
democraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2
——————————–riflessioni & dibattito——————————-
democraziaoggi loghettoCatalogna: nel ‘34 tragedia, oggi farsa?
18 Ottobre 2017
Andrea Pubusa su Democraziaoggi.
Due grandi amiconi barbuti, che la sapevano lunga, dissero che tutti i grandi avvenimenti e i grandi personaggi della storia si presentano, per così dire due volte: la prima come tragedia, la seconda come farsa. Sembra così anche per la Catalogna. Nel 1934 la dichiarazione di indipendenza si concluse in modo tragico. La sera […]
——————————————–
ANPI – Lettera aperta a Prefetto, Questore, Sindaci di Cagliari e di Carbonia
18 Ottobre 2017
Associazione Nazionale Partigiani d’Italia
Comitato provinciale di Cagliari e Sulcis

Lettera aperta a Prefetto, Questore, Sindaci di Cagliari e di Carbonia
Dagli organi di informazione […]

———————————————————————————–
eddyburgSOCIETÀ E POLITICA » TEMI E PRINCIPI » DEMOCRAZIA
don-ciottiDon Luigi Ciotti: «Il 60% dei poveri in Italia è escluso dal reddito di inclusione»
di ROBERTO CICCARELLI
il manifesto, 14 ottobre 2017, ripreso da eddyburg e da aladinews. «La povertà è un reato, un crimine di civiltà. La speranza si costruisce partendo dai poveri. Da lì si deve partire ad alta voce, per restituire l’economia alla vita, perché se così non è, non sappiamo che cosa farcene di questa economia»
————————————————–

Prove di unità a sinistra sinistra

img_3983
La sinistra delle differenze.
—————————————————————————–
vitobiolchini blog occhialini1Un’idea di sinistra per la Sardegna? Chiudere le fabbriche del polo industriale di Portovesme.
di Vito Biolchini, presidente associazione Sardegna Sostenibile e Sovrana.
17/10/2017, su vitobiolchini.it.

Oggi martedì 17 ottobre 2017

df366ed43969ad2f7707bf34f7a6c534_d0
- Approfondimenti su Unica.
democraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2
———————————————————————–
copia-di-eu_direct_loc_4-5_ottobre_ok_001-2_2_2lampada aladin micromicroGli Editoriali di Aladinews. Lavoro e nuovo modello di sviluppo: a partire dal lavoro che manca e rischia di mancare ancor più nel futuro.
MATERIALI PER IL LAVORO
.
——————————riflessioni——————————-
democraziaoggiInsularità, referendum e venditori di orologi taroccati
17 Ottobre 2017
T. D. su Democraziaoggi.
——————————————————————————–
[L’inchiesta, su TiscaliNews] Dalla regione capitale dei disoccupati alla città più ricca d’Europa. Ecco perché giovani e 50enni stanno scappando dall’Italia
In Baviera ci sono 12 milioni di abitanti e il tasso di disoccupazione è pari al 3%. La Calabria, di abitanti ne conta quasi 2 milioni ed è la regione del Vecchio Continente che nel 2016 ha fatto registrare il maggior tasso di disoccupazione giovanile (58,7%). E c’è pure la sorpresa: gli esami sostenuti in Italia possono non essere sufficienti per equiparare una laurea italiana ad una tedesca
———————————————————————————-
“Fuga di cervelli ma anche di braccia”: gli emigrati sardi nel Rapporto Italiani nel Mondo
Su L’Unione Sarda online del 17 ottobre 2017.
lampadadialadmicromicro1Nostra correlazione.
—————————————–

E’ online il manifesto sardo duecentoquarantasette.

pintor il manifesto sardoIl numero 247
Il sommario
——————————————————————————————-
Domani, martedì 17 ottobre, a Cagliari l’assemblea delle 100 piazze per un programma (Red), Turchia e dintorni. La nuova Turchia di Erdoğan (Emanuela Locci), Per il futuro di Portoscuso ancora veleni. La salute degli abitanti non ha alcun valore (Paola Correddu), Pacubenes del mondo (Graziano Pintori), Vantaggi e pericoli dell’integrazione delle diversità in un’Europa a più velocità (Gianfranco Sabattini), Il Comitato Riconversione Rwm chiede azioni concrete (Arnaldo Scarpa e Cinzia Guaita), Si aprirà o no il confronto pubblico sul futuro del territorio della Sardegna? (Stefano Deliperi), Cagliari. Via XXIX novembre 1847 (Francesco Casula), Spagna-Catalogna, una partita a ping pong con la pallina che è una bomba (Maurizio Matteuzzi), Commissione Sanità. Dai tagli in Sanità alla compravendita degli ospedali (Claudia Zuncheddu), Promuovere l’impresa migrante. Quando l’Istituzione costruisce futuro (Mauro Tuzzolino), Mi hanno tagliato le labbra (Red).
——————————————————————————————-

Antonio Gramsci

chentu-litteras-a-sos-de-domoChentu lìtteras a sos de domo
Antonio Gramsci

L’opera è una raccolta di cento lettere fra quelle scritte da Antonio Gramsci ai suoi famigliari durante la sua prigionia. La traduzione a cura di Gonario Francesco Sedda è stata realizzata nella variante nuorese-barbaricina. L’ortografia non cerca di riprodurre nessuna particolarità fonetica locale, ma piuttosto dà alla parlata locale la veste di un barbaricino medio facilmente raccordabile al logudorese. Il traduttore ha scelto le lettere e ha curato il glossario lemmatizzato di tutte le forme di base e flesse presenti nel testo tradotto.
————————————————–
domus-de-janas-editore-home. Per acquistare il libro. Formato cartaceo: prezzo 25,00 € scontato -30% 17,50 €. Formato pdf: prezzo 12,50 € scontato -30% 8,75 €.

Tiu Franziscu

Grande lutto per la musica e la cultura sarda

img_3977Bulzi saluta tiu Franziscu Cubeddu, uno dei più importanti esponenti de su cantu a chiterra, Insieme al chitarrista Alfonso Merella è considerato il creatore del canto in Fa diesis. I funerali oggi alle ore 15,30 a Bulzi, nella chiesa di San Sebastiano.

Francesco Cubeddu è nato a Bulzi nel 1924, avrebbe compiuto 93 anni tra pochi giorni. Imparò a cantare fin da ragazzo seguendo le orme dei più grandi cantadores di quegli anni, Giovanni Gavino Degortes, Luigino Cossu e Antonio Desole. E’ stato protagonista di memorabili gare di cantu a chiterra in tutta la Sardegna arrivando perfino a registrare alcuni dischi per importanti case discografiche, cosa non usuale fra i cantadores sardi. Il suo esordio sui palchi è avvenuto nel paese di Perfugas all’età di 20 anni con una storica gara di canto alla quale parteciparono alcuni dei più famosi cantadores del tempo. Da allora è stato un crescendo di appuntamenti e di notorietà nelle piazze dell’isola e presso i circoli degli emigrati sardi nel mondo. Personaggio notissimo tra gli estimatori della musica tradizionale e del cuntu a chiterra in particolare, è considerato unanimemente uno dei più grandi cantadores di sempre. Si ricordano, tra gli altri brani eseguiti una memorabile versione di “sa disisperada”. Lascia la moglie e due figlie.
img_3978
Discografia:
- Saldigna mia, 33 giri, edito nel 1967 da Tank, Roma.
- Sardegna, 33 giri, edito nel 1970 da Amico, Milano.

Una pagina Facebook a lui dedicata:
https://www.facebook.com/Francesco-Cubeddu-di-Bulzi-1591851511029076/

Immagini tratte dal sito Francesco Cubeddu di Bulzi.