Oggi lunedì 11 dicembre 2017

democraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2
Oggi lunedì 11 dicembre —————————————————–
locandina11-dic-2017DOCUMENTAZIONE
Libertà di voto e “ipotesi socialista”: i frutti e il prezzo dell’autonomia delle Acli
1965 – 1974
—————————-
—————————————————————————————
noi_ex_dirigenti_e_militanti_delle_acli

Oggi lunedì 11 dicembre 2017

democraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2
—————————–Eventi aladinsegnalati————————-
Oggi lunedì 11 dicembre —————————————————–
locandina11-dic-2017
—————————————
leilogofGiovedì 14 dicembre
Auditorium Comunale [Piazza Dettori 8, Cagliari] ore 18:00 L’economia della felicità – Incontro con l’economista Leonardo Becchetti.
Circondati da ipermercati dove si vende di tutto a prezzi bassissimi, siamo arrivati alla felicità?
Forse no, perché dall’economia non dipende solo il benessere delle nostre tasche, ma gran parte della felicità di tutti noi e, a lungo termine, la sopravvivenza del pianeta. Orientare le nostre scelte d’acquisto fa la differenza nel preservare e promuovere valori fondamentali come libertà, giustizia ed equità, valori che sono alla base di una vera felicità. Presenta l’incontro Roberto Sedda.
- Libro di riferimento: Capire l’economia in sette passi [Minimum Fax, 2016]
————————————-/
img_4456
——————————
Venerdì 15 dicembre
img_4422
————————————–
img_4455
——————————
Sabato 16 dicembre
manifesto-marcia-pace
Mercoledì 13 dicembre —————————————————————-
“Pro Salute e prosperitate nostra – Nostra Signora di Bonaria nella storia della salvezza, dalla corona al regno d’Italia”
82270-locandinapresentazione ——- di Gianlorenzo Porrà.

Politica, fede, religione. Si può trovare questo e molto altro, nelle pergamene del Santuario di Bonaria. È il contenuto del libro “Pro Salute e prosperitate nostra – Nostra Signora di Bonaria nella storia della salvezza, dalla corona al regno d’Italia”, a cura del ricercatore storico Luca Demontis.
La presentazione si terrà mercoledì 13 dicembre 2017 presso il Teatro di Bonaria a Cagliari ore 18.30.

Terzo Settore: novità alla ConVol

Riceviamo e volentieri pubblichiamo.
convol_ultimo
COMUNICATO STAMPA
Assemblea nazionale elettiva di ConVol,
Conferenza Permanente Associazioni Federazioni e Reti di Volontariato
Giorgio Groppo, responsabile regionale dell’Avis Piemonte, è il nuovo presidente della ConVol. L’assemblea nazionale elettiva, convocata a Cagliari, lo ha nominato oggi 10 dicembre 2017 alla guida della Conferenza permanente delle associazioni, federazioni e reti di volontariato. Succede a Emma Cavallaro che ha guidato l’associazione in questi ultimi anni. (Segue)

Oggi domenica 10 dicembre 2017

democraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2
—————————–
Un anno dopo la battaglia continua

costat-logo-stef-p-c_2Cari amici/e, compagni/e,
siete invitati domani 11 dicembre alle 19 a su Cumbiru (bicchierata) per festeggiare la vittoria del 4 dicembre“ nella sede dell’Associazione “Terra battuta” in via S. Domenico n. 10 – Cagliari.
Leggeranno testi Piero Marcialis e Clara Murtas. Suonerà la chitarra e canterà Roberto Deiana.
L’iniziativa è assunta dal Comitato d’iniziativa costituzionale e statutaria insieme all’ANPI Cagliari.
Vi aspettiamo numerosi.
Per sottolineare il significato della vittoria referendaria di un anno fa e i compiti ch’essa ci pone ecco un articolo del Presidente del Comitato nazionale per la democrazia costituzionale.

Massimo Villone dal Manifesto del 3.12.2017
———————————————————–
Eventi aladinsegnalati
————————-
Lunedì 11 dicembre —————————————————–
locandina11-dic-2017
————————————————————–
leilogofGiovedì 14 dicembre
Auditorium Comunale [Piazza Dettori 8, Cagliari] ore 18:00 L’economia della felicità – Incontro con l’economista Leonardo Becchetti.
Circondati da ipermercati dove si vende di tutto a prezzi bassissimi, siamo arrivati alla felicità?
Forse no, perché dall’economia non dipende solo il benessere delle nostre tasche, ma gran parte della felicità di tutti noi e, a lungo termine, la sopravvivenza del pianeta. Orientare le nostre scelte d’acquisto fa la differenza nel preservare e promuovere valori fondamentali come libertà, giustizia ed equità, valori che sono alla base di una vera felicità. Presenta l’incontro Roberto Sedda.
- Libro di riferimento: Capire l’economia in sette passi [Minimum Fax, 2016]
——————————
Venerdì 15 dicembre
img_4422
——————————
Sabato 16 dicembre
manifesto-marcia-pace
Mercoledì 13 dicembre —————————————————————-
“Pro Salute e prosperitate nostra – Nostra Signora di Bonaria nella storia della salvezza, dalla corona al regno d’Italia”
82270-locandinapresentazione ——- di Gianlorenzo Porrà.

Politica, fede, religione. Si può trovare questo e molto altro, nelle pergamene del Santuario di Bonaria. È il contenuto del libro “Pro Salute e prosperitate nostra – Nostra Signora di Bonaria nella storia della salvezza, dalla corona al regno d’Italia”, a cura del ricercatore storico Luca Demontis.
La presentazione si terrà mercoledì 13 dicembre 2017 presso il Teatro di Bonaria a Cagliari ore 18.30.

Oggi sabato 9 dicembre 2017

democraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2
—————————–
Ittiri, una storia gloriosa di lotte per la giustizia sociale
9 Dicembre 2017

democraziaoggi-loghetto
Gianni Pisanu su Democraziaoggi.
img_4435
—————————————————–
Eventi aladinsegnalati————————-
Oggi sabato 9 dicembre————————————————-
img_4388
img_4389
- Approfondimenti su Aladinews (intervento di Gigi Sotgiu).
—————————-
img_4434
Lunedì 11 dicembre —————————————————–
locandina11-dic-2017Approfondimenti.
—————————————
leilogofGiovedì 14 dicembre
Auditorium Comunale [Piazza Dettori 8, Cagliari] ore 18:00 L’economia della felicità – Incontro con l’economista Leonardo Becchetti.
Circondati da ipermercati dove si vende di tutto a prezzi bassissimi, siamo arrivati alla felicità?
Forse no, perché dall’economia non dipende solo il benessere delle nostre tasche, ma gran parte della felicità di tutti noi e, a lungo termine, la sopravvivenza del pianeta. Orientare le nostre scelte d’acquisto fa la differenza nel preservare e promuovere valori fondamentali come libertà, giustizia ed equità, valori che sono alla base di una vera felicità. Presenta l’incontro Roberto Sedda.
- Libro di riferimento: Capire l’economia in sette passi [Minimum Fax, 2016]
——————————
Venerdì 15 dicembre
img_4422
——————————
Sabato 16 dicembre
manifesto-marcia-pace
Mercoledì 13 dicembre —————————————————————-
“Pro Salute e prosperitate nostra – Nostra Signora di Bonaria nella storia della salvezza, dalla corona al regno d’Italia”
82270-locandinapresentazione ——- di Gianlorenzo Porrà.

Politica, fede, religione. Si può trovare questo e molto altro, nelle pergamene del Santuario di Bonaria. È il contenuto del libro “Pro Salute e prosperitate nostra – Nostra Signora di Bonaria nella storia della salvezza, dalla corona al regno d’Italia”, a cura del ricercatore storico Luca Demontis.
La presentazione si terrà mercoledì 13 dicembre 2017 presso il Teatro di Bonaria a Cagliari ore 18.30.

Siamo con questa Europa!

ep-logo-cmyk_itPolitiche volte a garantire il reddito minimo come strumento per combattere la povertà
Risoluzione del Parlamento europeo del 24 ottobre 2017 sulle politiche volte a garantire il reddito minimo come strumento per combattere la povertà
(2016/2270(INI))
Il Parlamento europeo,
omissis
Regimi di reddito minimo
[segue]

DOCUMENTAZIONE. Risoluzione del Parlamento europeo del 24 ottobre 2017 sulle politiche volte a garantire il reddito minimo come strumento per combattere la povertà

europa-in-europabin_italia_logo_20158Risoluzione del Parlamento europeo del 24 ottobre 2017 sulle politiche volte a garantire il reddito minimo come strumento per combattere la povertà (2017)
——————————————————————————————-
ep-logo-cmyk_it- Il testo della risoluzione del Parlamento Europeo del 24 ottobre 2017.

Oggi venerdì 8 dicembre 2017

democraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2
——————————————————————————————
utopiademocraziaoggiIl ruolo dell’utopia nel creare il futuro
8 Dicembre 2017

- Gianfranco Sabattini su Democraziaoggi.
.
.
.
———————–ugo——————–
cappellacci-2
huguesL’importanza di chiamarsi Ugo
- Raffaele Deidda si Aladinews.
—————————————————————————
.
.
.
._____________________________________________
avvenireCrescente miseria e giusti rimedi. Non è un’Italia per giovani
Leonardo Becchetti su l’Avvenire commenta il recente rapporto Istat sui redditi: “L’Italia non è un Paese per bambini, giovani e famiglie e il rischio di cadere in povertà è inversamente proporzionale all’età e alla dimensione della famiglia come ci confermano i dati dell’indagine Eu-Silc relativi al 2016 rilasciati giovedì 7 dicembre dall’Istat. Il dato medio nazionale è già impressionante perchè il 30% degli italiani è a rischio povertà, il valore più elevato dal 2004 a oggi (siamo al quintultimo posto in Europa, seguiti solo da Romania, Bulgaria, Grecia e Lettonia). La percentuale sale però al 37% se guardiamo alle persone sole con meno di 65 anni e addirittura al 46% se ci concentriamo sulle famiglie con più di 4 figli”.
————————————————————-

Da oggi venerdì 8 dicembre 2017. Commenti e “Eventi Aladinsegnalati”

democraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2
—————————–Eventi aladinsegnalati————————-
Domani sabato 9 dicembre
img_4434
Lunedì 11 dicembre —————————————————–
locandina11-dic-2017
—————————————
leilogofGiovedì 14 dicembre
Auditorium Comunale [Piazza Dettori 8, Cagliari] ore 18:00 L’economia della felicità – Incontro con l’economista Leonardo Becchetti.
Circondati da ipermercati dove si vende di tutto a prezzi bassissimi, siamo arrivati alla felicità?
Forse no, perché dall’economia non dipende solo il benessere delle nostre tasche, ma gran parte della felicità di tutti noi e, a lungo termine, la sopravvivenza del pianeta. Orientare le nostre scelte d’acquisto fa la differenza nel preservare e promuovere valori fondamentali come libertà, giustizia ed equità, valori che sono alla base di una vera felicità. Presenta l’incontro Roberto Sedda.
- Libro di riferimento: Capire l’economia in sette passi [Minimum Fax, 2016]
——————————
Venerdì 15 dicembre
img_4422
——————————
Sabato 16 dicembre
manifesto-marcia-pace
Mercoledì 13 dicembre —————————————————————-
“Pro Salute e prosperitate nostra – Nostra Signora di Bonaria nella storia della salvezza, dalla corona al regno d’Italia”
82270-locandinapresentazione ——- di Gianlorenzo Porrà.

Politica, fede, religione. Si può trovare questo e molto altro, nelle pergamene del Santuario di Bonaria. È il contenuto del libro “Pro Salute e prosperitate nostra – Nostra Signora di Bonaria nella storia della salvezza, dalla corona al regno d’Italia”, a cura del ricercatore storico Luca Demontis.
La presentazione si terrà mercoledì 13 dicembre 2017 presso il Teatro di Bonaria a Cagliari ore 18.30.

Il Lavoro fondamentale impegno dei cattolici insieme con tutte le persone di buona volontà anche se provenienti da esperienze culturali differenti. “Qualcosa di simile è accaduto con il contributo dei parlamentari cattolici nella stesura della nostra costituzione repubblicana”.

img_4422
48a Settimana Sociale
“Il lavoro che vogliamo: libero, creativo, partecipativo, solidale”
Cagliari, 26-29 ottobre 2017
Conclusioni di Mons. Filippo Santoro, Presidente del Comitato
Cagliari, 29 ottobre 2017

L’importanza di chiamarsi Ugo

cappellacci
di Raffaele Deidda

La storia ci trasmette un profilo elevatissimo di Ugo, figura leggendaria che esercita un fascino eccezionale, fondato su grandi doni spirituali e su uno straordinario carisma personale. Ugo è diventato, in virtù della sua buona amministrazione, un’icona di valori perenni a cui tutti gli amministratori dovrebbero ispirarsi. Da capo politico Ugo ha testimoniato e trasmesso valori di attaccamento alla propria terra, coscienza e onore, come pochi altri hanno fatto, pur godendo di una fama immeritatamente maggiore. La vita di Ugo, vissuta con coerenza ed energia, è diventata nel tempo un esempio irripetibile da ammirare. Ugo si è sempre inchinato ai valori perenni, mai a un padrone. Del resto gli uomini che si inchinano ai valori e alle tradizioni sono quelli che meno si inchinano ai potenti di turno, coltivando fortemente aspirazioni libertarie e autonomiste.

L’illuminata politica di Ugo ha consentito ai suoi amministrati di vivere al riparo di arbitrii e vessazioni e ha consentito il radicamento di un grande pluralismo istituzionale e politico. La sua autorevolezza è stata carismatica, quasi taumaturgica e portatrice di fortune, capace di moderazione e giustizia più che di comando e coercizione. Ugo ha saputo dimostrare come si possa essere più un garante delle tradizioni e della libertà che un governante nel senso pervasivo del termine. Grazie a lui i cittadini hanno sviluppato un forte impegno per una generale riscoperta di valori fondamentali di coscienza, attaccamento, onore e la volontà di difendere e migliorare la propria terra per lasciarla in eredità alle generazioni future.

huguesA coloro che a questo punto si staranno domandando: “Incredibile, ma si tratta di Ugo Cappellacci?” dobbiamo purtroppo rispondere di no. Il profilo tracciato è quello di Ugo di Toscana (950-1001) margravio dal 970 fino alla sua morte. Ugo di Toscana è ricordato da Dante nella Divina Commedia, canto XVI del Paradiso. L’altro, Ugo di Sardegna, è stato il vicepresidente della Sardegna, feudatario di Berlusconi, il vero governatore dell’isola nel periodo 2009-2014. Di lui la storia tramandata ai posteri dirà a malapena che nacque da Giuseppe, commercialista del monarca Silvio negli anni ’80 e che, sorridente, si distinse per aver eseguito gli ordini del suo padrone, permettendo che la Sardegna venisse depredata da Berlusconi e dai suoi amici, con le coste prese d’assalto da famelici costruttori. [segue]

Oggi giovedì 7 dicembre 2017

democraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2
——————————commenti———————————————–
sedia di Vannitola Occupazione in agricoltura per i giovani del Mezzogiorno. GRANDE OPERAZIONE MEDIATICA DEL GOVERNO: LE TERRE INCOLTE AI GIOVANI IMPRENDITORI. La sedia di Vanni Tola.
———————————————–
democraziaoggiIn Corsica gli indipendentisti uniti vincono e qui?
7 Dicembre 2017
Andrea Pubusa su Democraziaoggi.
——————————————————————————————

Da oggi giovedì 7 dicembre 2017 Eventi aladinsegnalati

democraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2
—————————–Eventi aladinsegnalati————————-
Oggi giovedì 7 dicembre
poc-economy-asseminidemocraziaoggiAnche su Democraziaoggi.
—————————
Lunedì 11 dicembre —————————————————
locandina11-dic-2017
———————————
leilogofGiovedì 14 dicembre
Auditorium Comunale [Piazza Dettori 8, Cagliari] ore 18:00 L’economia della felicità – Incontro con l’economista Leonardo Becchetti.
Circondati da ipermercati dove si vende di tutto a prezzi bassissimi, siamo arrivati alla felicità?
Forse no, perché dall’economia non dipende solo il benessere delle nostre tasche, ma gran parte della felicità di tutti noi e, a lungo termine, la sopravvivenza del pianeta. Orientare le nostre scelte d’acquisto fa la differenza nel preservare e promuovere valori fondamentali come libertà, giustizia ed equità, valori che sono alla base di una vera felicità. Presenta l’incontro Roberto Sedda.
- Libro di riferimento: Capire l’economia in sette passi [Minimum Fax, 2016]
——————————
Venerdì 15 dicembre
img_4422
——————————
Sabato 16 dicembre
manifesto-marcia-pace

Occupazione in agricoltura per i giovani del Mezzogiorno. GRANDE OPERAZIONE MEDIATICA DEL GOVERNO: LE TERRE INCOLTE AI GIOVANI IMPRENDITORI.

sedia di VannitolaLa sedia
di Vanni Tola

img_4424Un’idea neppure tanto nuova, in Sardegna ci ha già provato con il Monte dei Pascoli e la legge 28/84 per l’occupazione giovanile. L’irrisolta questione fondiaria e dell’utilizzo delle terre incolte e malcoltivate.
A conclusione del proprio mandato il Governo Renzi affronta la questione dell’occupazione giovanile del Meridione e il possibile ritorno in agricoltura di una nuova imprenditoria giovanile che favorirebbe l’auspicato ricambio generazionale nel settore primario. Lo fa con due provvedimenti certamente interessanti quanto fortemente sospetti di essere stati ispirati dall’approssimarsi delle elezioni. I due provvedimenti, già in avanzata fase di attuazione hanno dei nomi molto programmatici: “Resto al Sud” e “Banca delle terre”. Con il programma “Resto al Sud” il Governo stanzia un miliardo e duecentocinquanta milioni di euro per prestiti a tasso zero da destinare a giovani imprenditori fino ai trentasei anni di età. Ciascun giovane imprenditore potrà ottenere un prestito fino a 50.000 euro per realizzare un’impresa agricola e potrà unirsi in società (fino a un massimo di quattro) raggiungendo cosi un potenziale investimento di 200.000 euro. Una parte della somma assegnata, pari al 35% del costo d’impresa ritenuto finanziabile, sarà concessa a fondo perduto. Il restante 65% sarà assegnato come finanziamento bancario. In pratica ciascun giovane riceverà complessivamente 50.000 dei quali 15.000 a fondo perduto e 35.000 da restituire in otto anni a partire dal terzo anno di attività. La novità del programma è rappresentata dal fatto che sono escluse dal finanziamento le spese di progettazione e le consulenze. L’ente preposto all’esame dei progetti s’impegna a fornire una risposta in merito all’accettazione del piano aziendale entro sessanta giorni. Con il progetto “Banca delle terre” il governo intende promuovere la valorizzazione dei beni non utilizzati nelle regioni del Mezzogiorno. Il ministro Martina ha precisato in un recente intervento pubblico che con il termine “beni” il Governo si riferisce alle terre, al suolo agrario. Nelle terre abbandonate s’insedieranno le imprese agricole giovanili per avviare produzioni di qualità. Il Governo considererà terreni abbandonati quelli sui quali non sia stata esercitata attività agricola negli ultimi dieci anni. I terreni abbandonati, se di proprietà pubblica, saranno affidati direttamente ai giovani, se di proprietà privata saranno presi in affitto. “Vogliamo – precisa il Ministro Martina – che si torni a utilizzare le terre pubbliche di qualsiasi proprietà amministrativa per fare agricoltura”. Nulla è dato sapere di che cosa accadrebbe nel caso che, una volta assegnate le poche terre pubbliche disponibili i proprietari privati che non lavorano la terra decidessero di non cederla in affitto. Oltretutto il tempo definito per stabilire che un terreno possa essere individuato come abbandonato è lunghissimo, dieci anni. E poi è evidente che sarà sufficiente praticare poche arature e piantare qualche decina di piante prima dello scadere del termine dei dieci anni per impedire che il fondo agrario possa essere catalogato come terra abbandonata. Nelle regioni dove si pratica il pascolo brado, quali la Sardegna, sarebbe pressoché impossibile individuare aree definibili abbandonate secondo i parametri del programma “Banca delle terre”. Altra cosa sarebbe riconoscere il ruolo di importanza strategica del suolo agrario nella produzione di beni di prima necessità per imporre vincoli temporali di inutilizzo dei suoli più ristretti prospettando perfino l’esproprio per pubblica utilità dei fondi inutilizzati o scarsamente utilizzati. Sappiamo che nessun Governo si assumerebbe mai la responsabilità di adottare simili decisioni. E’ ancora troppo forte la paura di essere accusati di voler espropriare la proprietà privata e di pensare a una sorta di collettivizzazione della terra, in pratica di essere, più o meno, comunisti. Anche per questo è fallito in Sardegna il progetto di realizzazione del Monte dei pascoli che, a parere di chi scrive, meriterebbe una più attenta rilettura e una maggior riconsiderazione di alcuni aspetti fondamentali che il piano prevedeva quali la costituzione dei comprensori agro-pastorali in funzione di un serio progetto di riordino fondiario e di riforma agraria. Ma siamo in campagna elettorale. Il governo ha i giorni contatti, la sostanza e la qualità delle proposte non può non essere sacrificata all’idea della magnificazione di indefiniti e fantasiosi programmi che probabilmente non reggeranno lo scontro con la realtà quotidiana. Programmi che non hanno neppure saputo cogliere il meglio delle leggi regionali per l’inserimento dei giovani in agricoltura che, in questi anni, diverse Regioni hanno saputo proporre e sperimentare. Poco importa. Loro offrono la geolocalizzazione delle terre abbandonate, la banca delle terre, lo sportello telematico per la presentazione delle richieste di finanziamento, 8000 Ha già oggi in vendita sul sito dell’Ismea che rappresenterebbero il primo lotto di una più vasta offerta di terreni da coltivare che raggiu8ngerebbe la bella cifra di 23mila ettari. Sarebbero in vendita ben 1700 Ha in Sicilia, 1300 Ha in Toscana e Basilicata, 1200 Ha in Puglia, quasi 500 Ha in Emilia Romagna e Lazio e perfino 600 Ha in Sardegna. Una gran bella operazione mediatica per raccogliere consenso elettorale. Poi, molto probabilmente, si vedrà un altro film.

Ps – Maggiori riferimenti tecnici relativi ai progetti “Resto al Sud” e “Banca delle terre”.
- Sito Ismea;
- https://www.fasi.biz/it/notizie/in-evidenza/17446-resto-al-sud-bando-per-finanziamenti-a-giovani-imprenditori.html

Oggi mercoledì 6 dicembre 2017

democraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2
—————————–Eventi aladinsegnalati————————-
Giovedì 7 dicembre
poc-economy-assemini
—————————————————
Venerdì 15 dicembre
img_4422
—————————-commenti-———————————————-
democraziaoggiFrancesca Barracciu condannata a quattro anni
5 Dicembre 2017
Red su Democraziaoggi.
———————–Scuola&Lavoro———————————-
costat-logo-stef-p-c_2Comitato di iniziativa costituzionale e statutaria, ANPI Cagliari.
INFORMATIVA
Cari/e compagni/e e amici/e,
Abbiamo deciso di dare seguito al Convegno ‘Lavorare meno, lavorare meglio, lavorare tutti’, del 4-5 Ottobre, con altre iniziative da programmare nei prossimi mesi su vari temi: quali linee di attività, ruolo del pubblico e del privato, istruzione, prospettive di impresa, professioni, per creare occupazione e sviluppo locale in Sardegna. Nell’incontro di venerdi 1 dicembre, per fare il punto sul Convegno di Ottobre, si è proposta la formazione di un gruppo su Scuola e Lavoro, in vista delle future scadenze. Pertanto, ci vediamo lunedi 11 dicembre presso l’Associazione Terra battuta, in via S.Domenico 10, alle ore 17
democraziaoggi loghettoCari saluti,
Gianna Lai, Rita Sanna.
Scuola: non solo specializzare, ma insegnare a vivere
Cogliamo l’occasione per inviarvi, sulla Scuola, un post di Gianna Lai in Democraziaoggi di oggi. Ecco il link http://www.democraziaoggi.it/?p=5205#more-5205.
————————————————-