I giornalisti a tutela della loro dignità e autonomia contro ogni minaccia dei potenti di turno

fnsicomcongTutti domani a mezzogiorno in piazza Palazzo
Una comunicazione urgente e importante.
L’Ordine dei Giornalisti della Sardegna e l’Assostampa sarda aderiscono al flash mob promosso dalla Fnsi nei 20 capoluoghi regionali: ci vediamo tutti domani a mezzogiorno in piazza Palazzo, davanti alla prefettura, per dire chiaro e forte ai potenti che ci insultano che noi non siamo sciacalli né puttane.
—————
Giornalisti “figlio di un dio minore”. Un commento di Vanni Tola.
————–
[FNSI] ‘Giù le mani dall’informazione’, ecco le piazze del flash mob per la libertà di stampa. Eventi anche a Bruxelles e Londra. A Roma l’appuntamento è in piazza Santi Apostoli. A Milano in via Vivaio. In tutte le regioni iniziative per «contrastare la deriva di un linguaggio della politica fatto di insulti e minacce a chi ogni giorno svolge il proprio dovere di informare», anticipa il sindacato.
sciacallo-fnsi
La vignetta di Stefano Rolli sugli ‘infimi sciacalli’ [segue]

Storia sarda. Ospitone, grande sardo scomodo

filippo-figari-sardegna-industre-2OSPITONE
E LA STORIA UFFICIALE DELLA SARDEGNA

di Francesco Casula

La Sardegna fenicia, cartaginese, romana, vandala, bizantina…qui mi fermo, per ora.
E la Sardegna sarda? Sembra che non esista. Pare che i Sardi, siano sempre stati oggetti e mai soggetti di storia intendo: esclusa l’epoca nuragica e quella giudicale: di cui pure poco si parla, si scrive e si conosce.
Ma ecco la trave su cui lo storico maniacalmente esterofilo e italiota inciampa: Ospitone.
Conosciamo Ospitone da un unico documento storico: una lettera del papa Gregorio Magno del maggio 594, a lui indirizzata, in cui è definito ”dux Barbaricinorum”. In essa il Pontefice, a lui unico seguace di Cristo in quel popolo di pagani, chiede di cooperare alla conversione delle popolazioni barbaricine che ancora “vivono come animali insensati, non conoscono il vero Dio, adorano legni e pietre”. Non si hanno notizie di un’eventuale risposta di Ospitone né sappiamo se lo stesso si sia impegnato nell’opera di conversione dei suoi sudditi. Una cosa è però certa: la lettera del grande papa serve a illuminare la precedente storia della Sardegna: la presenza nell’Isola alla fine del 500 di un “dux barbaricinorun” mette in discussione infatti numerose categorie storiografiche della storia ufficiale. Ad iniziare dalla visione di una Sardegna conquistata, vinta e dominata, dai Cartaginesi prima e dai Romani e Bizantini poi. In questo luogo comune inciampa persino il grande storico tedesco Theodor Mommsen che in Storia di Roma antica parla di una “Sardegna vinta e dominata per sempre” dopo la sconfitta di Amsicora nel 215 a. C. da parte del console romano Tito Manlio Torquato. Se così fosse, perché continuano incessanti le rivolte dei Sardi, soprattutto barbaricini, per secoli, con i massicci interventi militari romani?
Se fosse stata vinta e dominata per sempre che significato avrebbe nel 594 la presenza e coesistenza in Sardegna di un “dux barbaricinorum”, Ospitone appunto e di un dux bizantino, Zabarda, di stanza a Forum Traiani (Fordongianus), che proprio in quel momento tentava di concludere la pace con i Barbaricini? [segue]

Candidati

lampada aladin micromicroNei giorni scorsi SardiniaPost riportava (da fonte Ansa) la voce che il Movimento 5 Stelle potrebbe candidare come presidente della Pubusa da LandiniRegione Sarda per le prossime elezioni Andrea Pubusa, docente universitario; oggi L’Unione Sarda rivela la possibilità di una candidatura mauro-muradi Mauro Mura, magistrato ed ex procuratore della Repubblica di Cagliari. Interveniamo per dire che si tratta di due persone di prestigio, capacità ed esperienza politico-amministrativa (maturata per ciascuno in ambiti diversi), sicuramente in grado di rivestire il ruolo per il quale sarebbero stati sottoposti al voto dei cittadini. Abbiamo voluto dare evidenza alle “indiscrezioni” anche se realisticamente riteniamo si possano ascrivere più che altro alla categoria delle boutade giornalistiche, che comunque nella circostanza hanno l’utilità di “personificare” elementi di confronto per le scelte che verranno effettuate, anche nella fase procedurale, dal M5S. Per essere ancora più espliciti: il candidato che il M5S designerà (con una delle due possibili modalità: regionarie o individuazione diretta) e, ancor prima, i candidati che si proporranno nella procedura per la scelta finale saranno in grado di reggere il “confronto-qualità” con il prof. Andrea Pubusa e con il dott. Mario Mura? In conclusione ci auguriamo di sì e che find’ora qualcuno dei possibili candidati faccia una comparazione privata prima di insistere a proporre il proprio nome.

Oggi lunedì 12 novembre 2018

lampada aladin micromicrodemocraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2img_4633Anpi logo nazcostat-logo-stef-p-c_2-2serpi-2ape-innovativa

Oggi lunedì 12 novembre 2018 con CoStat e Anpi a Cagliari.
6b89c62f-d352-470c-89c6-1509bd3620f2

———-Avvenimenti&Dibattiti&Commenti———————————-
Oggi alle 17 nella Sala Conferenze della Fondazione di Sardegna via S. Salvatore d’Horta 2, appuntamento CoStat e Anpi
Convegno sullo Stato sociale.
————
Etica del lavoro e Reddito: riproponiamo un editoriale di Gianfranco Sabattini.

Oggi domenica 11 novembre 2018

lampada aladin micromicrodemocraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2img_4633Anpi logo nazcostat-logo-stef-p-c_2-2serpi-2ape-innovativa

Domani lunedì 12 novembre 2018 con CoStat e Anpi a Cagliari.
6b89c62f-d352-470c-89c6-1509bd3620f2

———-Avvenimenti&Dibattiti&Commenti———————————-
Etica del lavoro e Reddito: riproponiamo un editoriale di Gianfranco Sabattini.

È online Rocca n.ventidue 2018

6a93b955-62dc-4607-8173-1e6af2316410

Oggi a Roma in centomila contro il razzismo e il decreto Sicurezza

1f430cdb-6935-4e7f-b0ea-bdf6f9be570a
(Da Rainews online)

Verso la conversione in legge del decreto Sicurezza (?) e Immigrazione

sedia-van-gogh4Via libera al Decreto Legge Sicurezza e Immigrazione. Se ne parlerà parecchio e soprattutto se ne vedranno gli effetti dopo la sua trasformazione in legge che avverrà tra qualche settimana. Consiglio a tutti di impiegare un pochino del proprio tempo di lettura leggendo la dettagliata sintesi del provvedimento realizzata dal quotidiano Il Sole 24ore. In questi giorni sono state ricordate le vergognose leggi razziali contro gli Ebrei, una vergogna e un’infamia per gli allora governanti italiani e per l’intero Paese. Sarebbe sicuramente superficiale paragonare il DL Sicurezza e Immigrazione appena varato alle leggi razziali e non lo farò. Non posso però non constatare l’aspetto fondamentale, la linea guida del provvedimento ispirato da Salvini, il totale rifiuto dell’accoglienza e dell’integrazione di migranti che si manifesta in modo inequivocabile in tutti gli articoli del decreto legge. Il fenomeno internazionale dei movimenti migratori viene letto e interpretato solo ed esclusivamente come problema di sicurezza per il paese ospitante e soltanto in termini di limitazione o, in prospettiva futura, di eliminazione del fenomeno medesimo. Non una sola parola sull’importanza della accoglienza diffusa accompagnata da seri processi di integrazione possibile, non un accenno di umanità e di comprensione verso i migranti concepiti quasi esclusivamente come fonte di disordine e pericolo per la sicurezza del paese. Non saranno le nuove regole razziali del terzo millennio ma hanno molti, troppi, aspetti comuni. (V.T.)
——————————————————————
Rif. Il sole24ore

Oggi sabato 10 novembre 2018

1c564cf7-5db2-4a15-91f9-b81aa211e812

lampada aladin micromicrodemocraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2img_4633Anpi logo nazcostat-logo-stef-p-c_2-2serpi-2ape-innovativa
———-Avvenimenti&Dibattiti&Commenti———————————-
La Corte costituzionale sanziona il Jobs Act e il decreto dignità sui licenziamenti… ma non basta
10 Novembre 2018
Andrea Pubusa su Democraziaoggi.
—————————————Lunedì
cf219137-6477-4c69-9519-fecc5f6b7cbe
——————————————————————————————————————————

Venerdì 9 novembre 2018

lampada aladin micromicro06/democraziaoggi.jpg”>democraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2img_4633Anpi logo nazcostat-logo-stef-p-c_2-2serpi-2ape-innovativa
———-Avvenimenti&Dibattiti&Commenti———————————-
Zedda farà la genuflessione ai piedi di Maninchedda?
9 Novembre 2018
Andrea Pubusa su Democraziaoggi
—————————————————-

Oggi giovedì 8 novembre 2018

lampada aladin micromicro06/democraziaoggi.jpg”>democraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2img_4633Anpi logo nazcostat-logo-stef-p-c_2-2serpi-2ape-innovativa
———-Avvenimenti&Dibattiti&Commenti———————————-
Progressisti di Sardegna” o lista della vergogna?
8 Novembre 2018
Amsicora su Democraziaoggi.
—————————————————Su C3 dem————
c3dem_banner_04
USA, PD, POPULISMO, LE VOCI DI PRODI, SALVATI, AMATO, RUSCONI, INGLEHART, CHOMSKY…
8 novembre 2018 by Forcesi su C3dem.
———————————————————

Lunedì

anpi-12-nov18

Oggi mercoledì 7 novembre 2018

lampada aladin micromicrodemocraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2img_4633Anpi logo nazcostat-logo-stef-p-c_2-2serpi-2ape-innovativa
———-Avvenimenti&Dibattiti&Commenti———————————-
lampada aladin micromicro
Prescrizione dei reati: senza o con limiti?
7 Novembre 2018
Andrea Pubusa su Democraziaoggi.
Sabato scorso il Movimento 5 Stelle ha presentato un emendamento alla sua legge contro la corruzione (quella che sta chiamando “spazza corrotti”) che introduce il blocco della prescrizione dopo il primo grado di giudizio, anche in caso di assoluzione. Significa che, se l’emendamento sarà approvato, una volta superato il primo […]
———————————————————–

In memoria di Gianni Massa

gmassa1
premio-g-massadi Raffaele Deidda

Un’affollata Sala Transatlantico del Consiglio Regionale della Sardegna ha ospitato la prima edizione del  Premio regionale sulla parità di genere e media “Gianni Massa”, promosso dal CORECOM (Comitato regionale per le comunicazioni) in collaborazione con “Giulia giornaliste Sardegna” (rete di giornaliste indipendenti, unite, libere e autonome), associazione nata soprattutto per contrastare le disparità di genere legate agli stereotipi nei media e superare la cultura delle divisioni e delle disuguaglianze.

Il Premio, intitolato al giornalista Gianni Massa, è suddiviso nelle sezioni Giornalismo, dedicato alla programmista e regista della Rai Piera Mossa che ha realizzato decine di documentari e filmati su cultura e identità della Sardegna, scomparsa nel 2002, Università e Scuola. Gli interventi dei partecipanti (politici, accademici, giornalisti) sono stati tutti concordi sulla validità dell’iniziativa, utile al superamento non solo delle diversità di genere ma anche degli stereotipi e dei pregiudizi che colpiscono ingiustamente le persone.
[segue]

Punta de billete

locandina-joyce-lussu-2