Referendum contro l’Autonomia differenziata

img_7986

Oggi mercoledi 24 luglio 2024

img_3099 [Post fb di Antonio Dessì] Confesso che il post sulla politica editoriale de L’Unione Sarda di ieri l’ho scritto anche perché mi ha preso un discreto giramento di coglioni.
Oggi non avrei voluto tornarci, anche perché afflitto dallo scoramento dopo aver letto sul social l’intemerata difensiva di una delle colonne anziane del giornale, che non solo definisce “volgari” le critiche al suo editore, ma trova ingiusto che si ricordi il favore del suo collega Mauro Pili, quando era Presidente della Regione, per le pale eoliche, che in fondo allora erano “alte non più di cinquanta metri”, mica i mostri che verrebbero realizzati oggi.
Evvabbè, allora erano campi di modeste margheritine, oggi campi di girasoli OGM. Vuoi mettere.
Difficile con i tempi che corrono che nelle redazioni ci si interroghi sui rapporti con le proprietà. I vecchi superstiti fanno i guardiani dell’ordine interno costituito, i giornalisti nuovi e le nuove sono in condizioni tali di precarietà che manco gli passa per la testa di fiatare.
Tuttavia, stamattina, diversamente da ieri, sono un po’ più ironico.
E ne trovo motivo nell’articolo pubblicato a mo’ di editoriale a firma dell’onorevole Michele Pais. […]

Ambiente

img_3425

img_6599Più alberi = più ossigeno e meno CO2
di Lucio Garofalo

Non sono assolutamente un esperto in materia di clima “et similia”, tuttavia ritengo che l’urgenza più grave e prioritaria a livello globale ed ambientale, in questo momento storico, non sia costituita tanto dall’aumento in sé delle emissioni di CO2, dovuto al consumo energetico selvaggio di idrocarburi, quanto soprattutto dalla devastazione irrazionale e inarrestabile dei boschi e delle foreste, ovverosia di quelle fabbriche viventi di ossigeno che sono gli alberi. Com’è noto anche agli alunni della primaria, per nutrirsi e sopravvivere le piante devono svolgere la fotosintesi clorofilliana, una funzione essenziale ad ogni specie vivente sul nostro pianeta: le foglie, grazie alla clorofilla, sono in grado di assimilare e di trattenere la luce solare e l’anidride carbonica che è presente nell’atmosfera e la utilizzano nel processo di fotosintesi, elaborando gli zuccheri indispensabili alla propria sussistenza e sprigionando l’ossigeno nell’aria. In altri termini: più alberi e meno CO2.

Oggi martedì 23 luglio 2024

img_3099 Quei laici che anticiparono il Concilio. Conversazione con Gino Bulla nel novembre 2016.
Franco Colomo su Orbobene.net del 22 luglio 2024.img_7984
—————————————————-

Oggi lunedì 22 luglio 2024

img_3099 Si predica l’unità ma si pratica la divisione
22 Luglio 2024
A.P. Su Democraziaoggi.
Continua la mobilitazione contro le pale eoliche e contro il fotovoltaico in Sardegna, ma proseguono anche le polemiche e le divisoni interne. Sotto attacco è sopratutto la Todde, perché la sua legge sarebbe inefficace. In realtà è un intervento volto a bloccare le installazioni non ancora iniziate, ma nulla può contro quelle autorizzate e in fase di esecuzione […]
——————————-

Mons. Luigi Bettazzi, operatore di Pace: a ottobre a Cagliari un incontro-dibattito.

img_7982 Il presidente del Meic di Cagliari, Mario Girau, ci informa che a cura del medesimo Movimento si terrà nel mese di ottobre un Incontro-Dibattito su “Mons. Luigi Bettazzi, Vescovo del Concilio, Operatore di Pace”. Relatore principale sarà il card. Arrigo Miglio, successore di mons. Bettazzi nella sede vescovile di Ivrea e oggi Arcivescovo emerito della nostra Diocesi nonché amministratore straordinario della Diocesi di Iglesias.
Come documentazione preparatoria dell’evento – che intende inserirsi nel percorso di attuazione dell’ambizioso e giusto programma di “Cagliari Città della Pace”, che il MEIC, ha condiviso nella recente scadenza elettorale di Cagliari città metropolitana – siamo contenti di esercitare il nostro spirito collaborativo con la pubblicazione degli appunti testuali dell’omelia che padre Dionigi Spanu s.j. ha tenuto il 15 luglio scorso per la messa in suffragio di mons. Bettazzi a un anno dalla morte *. Vi terremo informati.

In ricordo di Luigi Bettazzi, vescovo di Ivrea, ad un anno dal suo transito.

Oggi domenica 21 luglio 2024

img_3099L’Aquila, quegli “equivoci” sul terremoto e sulla sentenza
21 Luglio 2024 su Democraziaoggi.
Nessun risarcimento per le famiglie di sette giovani vittime del sisma. Ed è polemica sulla decisione della Corte d’Appello che conferma il primo grado.
Gennaro Grimolizzi Il Dubbio
La sentenza della Corte d’Appello dell’Aquila sul risarcimento in favore delle famiglie di sette studenti (Nicola Bianchi, Ivana Lannutti, Enza Terzini, Michele Strazzella, Daniela Bortoletti, Sara Persichitti […]
———————————————————

Quel 20 luglio del 2001

img_7978Carlo Giuliani, un ragazzo di 23 anni
di Lucio Garofalo

23 anni or sono, il 20 luglio del 2001, Carlo Giuliani era solo un ragazzo di 23 anni. Era nato nel 1978, un anno di straordinari cambiamenti intervenuti nella società italiana, anzitutto sul fronte dei diritti e delle libertà civili e del costume. Si pensi solo a due leggi di fondamentale rilievo storico promulgate in quell’anno: la legge 180 del 13 maggio 1978 (giusto per la cronaca, 4 giorni dopo gli omicidi, di matrice mafiosa e brigatista, del Compagno Peppino Impastato e del leader democristiano Aldo Moro), meglio nota come Legge Basaglia, che prese il nome da Franco Basaglia, il fondatore del movimento “Psichiatria Democratica” in Italia ed uno dei principali artefici di quella riforma psichiatrica che intervenne a legiferare su una materia assai delicata e controversa come gli “Accertamenti e trattamenti sanitari volontari e obbligatori” (in pratica, la Legge Basaglia abolì l’abominio incivile e disumano dei manicomi); la legge 194 del 22 maggio del 1978, che regolamentava la “interruzione volontaria di gravidanza”. In altri termini, si trattò di due conquiste di civiltà giuridica e progresso della nostra società, su cui sarebbe opportuno avviare un percorso approfondito e serio per vagliare, accertare e monitorare limiti e criticità prodotte da un’applicazione distorta, scorretta e parziale dei succitati provvedimenti di carattere giuridico, che hanno legiferato su aspetti non insignificanti della vita civile del nostro Paese.

Autonomia differenziata

img_7957
Autonomia differenziata, sui “Lep” profili di incostituzionalità con effetti negativi anche su famiglie e imprese del Nord
Franco Gallo​​​
15 Luglio 2024
Pubblichiamo l’intervento del Presidente emerito della Corte costituzionale, Franco Gallo, alla cerimonia di consegna del premio Lef per tesi di laurea tenutasi presso il Cnel il 9 luglio 2024. Il contributo del professor Gallo si è incentrato intorno a una disamina degli effetti attesi dalla nuova normativa sulla cosiddetta “Autonomia differenziata”.

Oggi sabato 20 luglio 2024

img_3099L’Europa va verso l’inconsistenza
20 Luglio 2024
A.P. Su Democraziaoggi
Come previsto la Von der Leyen è stata confermata alla presidenza della Commissione europea. Un segnale di continuità con la politica disastrosa degli ultimi cinque anni. Rottura con la Russia, corsa agli armamenti, piatta subalternità a Usa e NATO. Si profila una politica di riarmo che, ahinoi!, vede al centro la Germania, come se la […]
————————-

Addio a Gino Bulla, valente giornalista, già direttore di Rocca, volontario della Pro Civitate Christiana di Assisi

img_7961 Questa mattina, presto, mi ha raggiunto questo messaggio whatsapp del nostro amico Tonio dell’Olio, presidente della Pro Civitate Christiana di Assisi: “Carissimo Franco mi spiace raggiungerti per questa via ma non posso fare altrimenti. Alle 6.30 di questa mattina Gino Bulla ha vissuto la sua Pasqua e ora ci accompagna da lassù con la sua generosissima amicizia.
Celebreremo le esequie domattina alle 10 nella cappella della Cittadella Laudato si’.
A voi, amici della Sardegna, chiediamo di unirvi spiritualmente nella preghiera”.
————————————-
img_7964Immensa tristezza e forte emozione da parte degli Amici di padre Agostino e degli Amici sardi della Cittadella Laudato sì’ di Assisi, per la morte di Gino Bulla, questa mattina presto, alle soglie dei 91 anni. Lo abbiamo conosciuto da molto tempo e lo abbiamo sempre apprezzato e soprattutto gli abbiamo voluto sempre bene. Gino era nato a Orani il 4 agosto 1933 ed aveva vissuto a Villacidro, Oristano e soprattutto a Cagliari, dove si era laureato in Giurisprudenza e avviato la carriera di bancario, fino a quando nel 1963 scoppiò la vocazione di volontario laico della Pro Civitate di Christiana di Assisi, dove si traferì e ha vissuto fino alla morte. Valente Giornalista di lungo corso, già direttore di Rocca e attualmente di Subasio, era un bravissimo e appassionato professionista fotografo, autore di molti cataloghi e direttore di innumerevoli corsi di fotografia.
Ecco di seguito alcuni messaggi:

————

Oggi venerdì 19 luglio 2024

img_3099img_7958

Oggi giovedì 18 luglio 2024

img_3099 La migliore democrazia del mondo fra un golpista e un rimbambito
18 Luglio 2024
Andrea Pubusa su Aladinpensiero.
Come tutti i concetti vaghi e con molti sensi quello di democrazia è un termine che ognuno interpreta come vuole. Si ripete spesso che quella degli USA è la migliore democrazia del mondo. Ma se guardiamo al sistema elettorale c’è da avanzare più di un dubbio. Per essere candidato alla presidenza bisogna essere un […]
—————————————-

Oggi mercoledì 17 luglio 2024

img_3099 Il 25 luglio pastasciutta antifascista a Giorgino
17 Luglio 2024 su Democraziaoggi img_7958
———————-

Referendum Autonomia differenziata

img_7957 Ieri, nel tardo pomeriggio, si è tenuta la riunione sui temi organizzativi riguardo la campagna referendaria.
Nella introduzione di Marcon sono stati evidenziati due dati politici: