Che succede?

c3dem_banner_04
LA SCISSIONE IN VISTA. E L’INTRIGO DEL PROPORZIONALE
16 Settembre 2019 su C3dem.
Pier Luigi Castagnetti, “Diamo tempo ai 5 stelle. Nessuna abiura” (intervista al Corriere). Ivan Scalfarotto, “Difficile restare e una separazione consensuale può aiutare a evitare liti” (intervista al Corriere). Ettore Rosato, “Decideremo alla Leopolda e sarà una decisione consensuale” (intervista a Repubblica). Claudio Bozza, “Pronti i nuovi gruppi renziani” (Corriere). Carlo Bertini, “I renziani realisti restano nel Pd e chiedono la presidenza per Delrio” (La Stampa). Luigi Zanda, “Chi se ne va non pretenda l’assenso di chi resta” (intervista a Repubblica). Enrico Letta, “Scissione? Non c’è spazio” (intervista a Repubblica). Le note di Stefano Ceccanti del 15 sett. e del 16 sett. Roberto D’Alimonte, “Il via al governo avvicina gli elettori di pd e 5 stelle” (Sole 24 ore). Mauro Calise, “I tre nodi del partito di Renzi” (Mattino). Gianni Cuperlo, “E ora di rifare il Pd ” (Espresso). UMBRIA: Federico Geremicca, “Umbria, equazione a doppia incognita” (La Stampa). Walter Verini, “Se c’è un’intesa sui contenuti il candidato non sarà un problema” (La Stampa). LEGGE ELETTORALE: Stefano Folli, “Il grande intrigo del proporzionale” (Repubblica). Matteo Salvini, “Alle urne per il maggioritario” (intervista al Corriere). Roberto Calderoli, “Maggioritario puro, idea mia. Mi ispiro a Pannella” (intervista a La Stampa). Marco Damilano, “No al ritorno al sistema proporzionale” (Espresso).
———–
L’EUROPA. L’IMMIGRAZIONE
16 Settembre 2019 su C3dem.
Ursula von der Leyen, “L’Europa che vorrei” (Repubblica). Sergio Fabbrini, “UE, così von der Leyen ridisegna le priorità” (Sole 24 ore). Romano Prodi, “L’occasione italiana per cambiare le regole Ue” (Messaggero). Paolo Gentiloni, “Diritti e ambiente per far ripartire il paese” (intervista a La Stampa). Maurizio Ferrera, “Noi e la UE. Investire pensando al Paese” (Corriere della sera). IMMIGRAZIONE: Nello Scavo, “Soccorrere non è più reato” (Avvenire). Marco Tarquinio, “Finalmente niente più presa di ostaggi” (Avvenire). Alessandra Ziniti, “La svolta europea sui migranti” (Repubblica). G. Pisapia e P. Bartolo, “Come andare oltre Dublino” (Repubblica). Paolo Pombeni, “Migranti, la destra tedesca apre” (Il quotidiano). F. Fubini e F. Sarzanini, “Grecia e Spagna, sì sui migranti” (Corriere della sera). Andrea Riccardi, “Ora favoriamo corridoi europei per il lavoro legale” (intervista a La Stampa).
———————–
LEGGE PROPORZIONALE E SCISSIONE DI RENZI. SUICIDIO DEL PD?

14 Settembre 2019 su C3dem.
Emilia Patta, “Renzi accelera sul partito: non moriremo grillini” (Sole 24 ore). Giorgio Tonini e Enrico Morando spiegano perché il Pd farebbe male ad assecondare la scissione di Renzi e a fare una legge elettorale proporzionale: “No al suicidio del Pd” (Foglio). Goffredo Bettini, intervistato dal Corriere della sera: “Pd e M5s mischino gli elettorati. Se Renzi esce non è uno scandalo”. Franco Monaco: “Proporzionale, adelante con judicio” (Huffington post) e “Pd-M5S, un’alleanza che muta la politica” (Il Fatto). Dario Parrini, “Voglia di proporzionale? Sì ma con sbarramento e non per fermare Salvini” (Corriere fiorentino). L’opinione di Stefano Ceccanti nel suo blog (“Per un approccio realistico”). Goffredo De Marchis, “Proporzionale. Da Prodi a Veltroni, il Pd che dice no” (Repubblica). Gian Franco Pasquino, “M5S-Pd nelle regioni? Ecco perché falliranno” (intervista a Il Tempo). Piero Ignazi, “M5S, un futuro diviso in tre”. David Allegranti, “Le opposizioni nel Pd” (Foglio). GOVERNO: Paolo Pombeni, “Il Conte bis resta senza luna di miele” (Il quotidiano). Massimo Adinolfi, “Perché non basta il collante dell’antisalvinismo” (Mattino). Le interviste dei ministri Elena Bonetti (famiglia), Giuseppe Provenzano (Sud), Roberto Gualtieri (economia).

“Ricostruiamo la politica”. Per orientarsi nel tempo dei populismi

ucsi-sardegna[UCSI] Doppio appuntamento in Sardegna per la presentazione del libro di Francesco Occhetta dal titolo “Ricostruiamo la politica” – orientarsi nel tempo dei populismi.
Il primo incontro sarà mercoledì 18 alle ore 18:15 a Cagliari nella sala conferenze Fondazione di Sardegna in via San Salvatore da Horta 2. Giovedì 19 si replica allo stesso orario ad Alghero nella sala Lo Quarter nel Largo San Francesco 14.
A entrambi gli incontri sarà presente l’autore, gesuita e scrittore della rivista «La Civiltà Cattolica». A Cagliari introdurrà l’incontro il professor Vittorio Pelligra, economista e docente dell’Università, mentre ad Alghero la contestualizzazione del tema nel territorio è affidata al professor Tonino Baldino, direttore della pastorale sociale e del lavoro della diocesi di Alghero-Bosa.
Il volume scritto da padre Occhetta è strutturato in 3 capitoli che declinano i verbi usati da papa Francesco nella «Evangelii gaudium»: «riconoscere», «interpretare», «scegliere».
«Riconoscere» le caratteristiche dei populismi, «interpretare» alcune riforme mancate e «scegliere» l’impegno dei cristiani per realizzare i temi politici del pontificato di Francesco.

img-20190912-wa0001
———

Saturdays for Future: il giorno dell’impegno per cambiare i modelli produttivi e le abitudini di consumo a favore di uno sviluppo sostenibile

saturdays-for-future

saturdays-for-futureFar diventare il sabato (quando la maggioranza delle persone fa la spesa settimanale) il giorno dell’impegno per cambiare i modelli produttivi e le abitudini di consumo a favore di uno sviluppo sostenibile: questo l’obiettivo dei Saturdays for Future. L’ASviS invita tutte e tutti, a partire dalla rete dei suoi oltre 230 aderenti, a lavorare insieme in vista dell’appuntamento del 28 settembre 2019: il giorno successivo al prossimo sciopero globale degli studenti in difesa del clima e la prima tappa di un percorso verso una maggiore sostenibilità dei modelli di produzione e consumo. agenda_2030-sff
Scopri di più sull’Agenda 2030
lampada aladin micromicroAladinpensiero online appoggia la campagna #SaturdaysforFuture .

Oggi lunedì 16 settembre 2019

sardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2senza-titolo1
———————Opinioni,Commenti e Riflessioni———————————
Niente illusioni, il clima è ancora plumbeo
16 Settembre 2019
Tonino Dessì su Democraziaoggi.
Domenica mattina, con Vincent, prima di andare al mare siamo usciti sul presto per comprare roba da leggere e passare al bancomat.
In via Danimarca, a Quartu, il bancomat di un noto istituto di credito non è esterno, ma occorre accedere a un apposito vano interno.
Sono entrato mentre mio figlio aspettava fuori, accanto all’ingresso.
Ho anche […]

————————————————–
sbilanciamoci
Sbilanciamoci: Online la Newsletter n°589 del 10 settembre 2019
10 Settembre 2019 | Sezione: Newsletter
Nuovo governo, nodi economici, Wallerstein
———————————-

Oggi domenica 15 settembre 2019

sardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2senza-titolo1
———————Opinioni,Commenti e Riflessioni———————————
democraziaoggiCarbonia: nuove speranze di lavoro nei pozzi
15 Settembre 2019
Gianna Lai su Democraziaoggi.
Proseguiamo la pubblicazione domenicale della storia di Carbonia, I precedenti post il 1° e l’8 settembre.
L’intera Regione, si diceva allora e si sarebbe continuato a dire a lungo in Sardegna, avrebbe senz’altro beneficiato della produzione di Sulcis e dello sviluppo industriale cui era destinato quel territorio. Al momento, tuttavia, così isolato nei suoi antichissimi […]
—————————————————————
sbilanciamoci
Capitalismo, tecnologie digitali, Usa, Cina
Vincenzo Comito su Sbilanciamoci
La nuova era capitalistica basata sulle piattaforme digitali e l’intelligenza artificiale sotto la lente d’ingrandimento di due studiosi – Shoshana Zuboff e Kai-Fu Lee – che nelle loro ultime pubblicazioni tratteggiano i contorni del futuro inquietante che ci attende.
Alcune tendenze cruciali del mondo attuale

—————————————————

Oggi sabato 14 settembre 2019

usala-14-sett-19
sardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2senza-titolo1
———————Opinioni,Commenti e Riflessioni———————————
Larry Summers: verso una stagnazione secolare?
14 Settembre 2019
Gianfranco Sabattini su Democraziaoggi.
Nel 2013, in occasione dell’annuale “Conferenza di Ricerca” del Fondo Monetario Internazionale sul tema “Crises: Yesterday and Todat”, Larry Summers (affermato economista di Harvard, già ex consulente della Banca Mondiale e delle amministrazioni Clinton e Obama, ex Segretario al Tesoro ed ex Direttore del National Economic Council degli Stati Uniti) ha svolto un intervento […]
———————————————————-
RWM DOMUSNOVAS
Crisi Rwm, il vescovo Zedda accusa i politici: “Decisioni affrettate”
“Non vince nessuno, ma perdono gli operai”, le parole del monsignore.
Su L’Unione Sarda online, 14 settembre 2019.
————————————————-

AladinpensieroEditoriali

img_1174Gli aspetti negativi degli squilibri tra i territori subregionali di Gianfranco Sabattini, Editoriale su Aladinpensiero online.
—————————————————————–

Fabbrica RWM di Domusnovas: da lavoro maledetto a lavoro benedetto

153e83d7-ce5e-40b6-87a6-f73718969530
CSS loghettoSULLA CRISI DELLA FABBRICA RWM
LA PROPOSTA DELLA CSS: LAVORIAMO INSIEME PER UNA SOLUZIONE INTELLIGENTE E DURATURA
.
LA Confederazione Sindacale Sarda-CSS fa appello al Governo Naz. le e Reg. le, alle forze politiche di maggioranza e opposizione, ai sindaci del territorio, ai sindacati, ai comitati
pacifisti ed ambientalisti, ai cittadini, ai lavoratori in primo luogo perché si uniscano le forze per trovare insieme una soluzione intelligente e duratura alla crisi in atto della fabbrica RWM di Domusnovas, superando la situazione attuale di emergenza per mirare ad una prospettiva possibile e duratura produttiva ed occupazionale per tutto il territorio del Sulcis.
Non è accettabile una posizione di netta chiusura alla riconversione di questa fabbrica, nata anch’essa da una ristrutturazione nella quale sono stati investiti importanti risorse pubbliche. [segue]

Riconversione della Fabbrica RWM di Domusnovas: tenere insieme il diritto alla vita con il diritto al lavoro

comitato-riconv-rwmCOMITATO RICONVERSIONE RWM – IGLESIAS
Iglesias, 12 settembre 2019
Il 10 settembre la direzione aziendale della RWM ha annunciato il taglio di circa 160 posti di
lavoro.
Ciò non significa però che altrettanti lavoratori vengano licenziati, in quanto, i 2/3 della forza lavoro della fabbrica, circa 200 dipendenti, sono costituiti da personale a tempo determinato, in somministrazione, il quale personale (dice l’azienda), al termine previsto dal contratto, non verrà né riassunto, né rimpiazzato. Non licenziamento, dunque, ma mancata riassunzione e comunque tanto lavoro in meno per il Sulcis-Iglesiente, un territorio che non se la passa per niente bene.
Trattandosi di lavoratori in somministrazione, non avranno nemmeno diritto a cassa integrazione o mobilità anche se il comunicato aziendale lascia intravvedere questa possibilità.
Si tratta del contraccolpo occupazionale causato dalla giusta decisione governativa di fine giugno, quando, a seguito di una mozione parlamentare, è stata stabilita una sospensione di 18 mesi delle esportazioni di munizioni e armamenti verso l’Arabia Saudita e gli Emirati Arabi Uniti, in considerazione dell’uso di tali ordigni nella guerra in Yemen, da parte della coalizione saudita.
E’ giusto ricordare che la legge italiana non consente il transito, la produzione e l’esportazione di armamenti verso paesi belligeranti e dunque l’embargo sarebbe dovuto entrare in vigore già dal 2015, quando l’Arabia è entrata in guerra contro i ribelli yemeniti. [segue]

Che succede?

c3dem_banner_04IL MOMENTO DELLA VERITÀ PER I 5STELLE
13 Settembre 2019 by Forcesi | su C3dem.
Mauro Magatti, “Per i 5stelle è arrivato il momento della verità” (Corriere della sera). Agostino Giovagnoli, “Perché questo nuovo tempo parlamentare” (Avvenire). Barbara Spinelli, “Una sana contaminazione può fare bene a 5stelle e Pd” (Il Fatto). Dario Franceschini, “Alleanza con i 5 stelle già alle regionali” (intervista a Repubblica). Gianni Cuperlo, “Ora facciamo il Pd e un governo popolare“(intervista a Il Dubbio). Fabrizio Barca e Andrea Morniroli (Forum Disuguaglianze e Diversità), “La risposta ai più fragili” (Repubblica). Pier Paolo Donati, “Come i beni relazionali possono generare beni comuni” (Avvenire). Enrico Giovannini, “Via gli ostacoli che frenano il cambiamento” (intervista all’Avvenire). Enrico Letta, “Germania e Italia firmino un patto a Lampedusa” (Repubblica). Giuseppe Conte, “Migranti, così cambiamo” (intervista al Corriere). Liliana Segre, “Una fiducia contro l’odio” (Foglio). LEGGE ELETTORALE: Dario Perrini, “Un Pd proporzionale” (Foglio). Claudio Cerasa, “Non raccontiamo balle sul maggioritario”. Emilia Patta, “Dubbi di Zingaretti sul proporzionale” (Sole 24 ore). Romano Prodi, “Perché io tifo per il sistema maggioritario” (lettera al Corriere).

La storia della medicina

piero-di-liciadi Piero Marcialis
60. Informazione e divulgazione della scienza medica.
Il XIX secolo è infine importante anche perché è quello nel quale si afferma e si diffonde l’informazione e la divulgazione di quanto avviene e si scopre in campo medico.
Non che non ci fossero precedenti, anche illustri.
Per esempio, memorabile, il padre del giornalismo, colui che fondò il primo giornale mai edito, era un francese ed era un medico, Theofraste Renaudot (1586-1653).
Il periodico si chiamava La Gazette de France, giornale medico in volgare non in latino, edito nel 1631 e l’autore era il medico del re di Francia e amico di Richelieu. [segue]

Oggi venerdì 13 settembre 2019

sardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2senza-titolo1
———————Opinioni,Commenti e Riflessioni———————————
democraziaoggi-loghetto Domusnovas: in calo le commesse, Rwm manda a casa 160 lavoratori. Mobilitazione subito per la riconversione!
12 Settembre 2019
A.P. su Democraziaoggi.
Era nell’aria. La Rwm, che fabbrica bombe a Domsunovas, nei prossimi mesi manderà a casa 160 lavoratori. La notizia è stata data con un comunicato inviato a tutti i dipendenti. La ragione del drastico taglio di forza lavoro viene motivata con il divieto di export di armi verso l’Arabia Saudita. L’inibizione consegue alle […]
——————————————————————————————-
gesualdi-alla-mem-12-9-19
——————————————————————————
Salvini? Come il mio amico Fisietto
13 Settembre 2019
Amsicora su Democraziaoggi.
Sapete chi mi ricorda Salvini? Mi ricorda Fisietto, un mio amico e vicino di casa di Carbonia. Fisietto era infatuato di divise e carabinieri. Quando era molto piccolo aveva la passione per i soldatini, carri armati e simili, che comprava nei limiti delle sue possibilità. Il suo gioco preferito era fare battaglie, nelle quali voleva […]
———————————————————————Domani—————-
usala-14-sett-19L’evento su fb.

DIBATTITO sul Ceta: 2) Chi non si oppone e richiede scelte ponderate

lampada aladin micromicroSu Aladinpensiero online: http://www.aladinpensiero.it/?s=Ceta+Vanni+Tola
—————————————————-
In argomento ripubblichiamo l’articolo di Vanni Tola, su Aladinpensiero del 19 luglio 2018.
header-home-ceta_00sedia di VannitolaLa sedia
di Vanni Tola.
Trattati internazionali per regolamentare gli scambi commerciali. Il governo “naviga a vista” rischiando di andare a sbattere. Il caso del trattato con il Canada (CETA) che ha finora favorito l’export italiano e che il governo non intende ratificare.
Negli ultimi decenni si sono attivate nel mondo complesse manovre di riposizionamento delle grandi potenze capitalistiche intercontinentali che hanno al centro la questione di una nuova regolamentazione dei commerci transnazionali, l’allargamento dei mercati, la ridefinizione di quelle che un tempo si chiamavano “aree d’influenza” delle grandi nazioni. Tale processo ha dato origine alla programmazione e stipulazione di diversi trattati commerciali intercontinentali i più noti dei quali sono certamente il TTIP (Transatlantic Trade and Investment Partnership) e il più recente CETA (Comprehensive Economic and Trade Agreement) del quale sentiremo parlare in Italia in questi giorni. [segue]

DIBATTITO sul Ceta. I) Chi si oppone

POLITICA
Bellanova apre al «Ceta» ma anche Zingaretti è contro
L’agro bottino. Bufera trasversale contro la neo ministra favorevole al Trattatto di libero commercio e agli Ogm
Monica Di Sisto*
su il manifesto EDIZIONE DEL 12.09.2019 PUBBLICATO 11.9.2019, 23:59
———————————
«Il Lazio dice No al #Ceta. Chiediamo al Parlamento di fare lo stesso, difendiamo i nostri produttori e sapori da commercio ingiusto senza regole». Questo Tweet non è di un pericoloso sovranista, ma dell’attuale segretario del Pd Nicola Zingaretti che nel 2017 si unì agli oltre2mila enti locali italiani che chiesero con mozione o delibere, sotto il Governo Gentiloni, di non ratificare il trattato di liberalizzazione commerciale tra Europa e Canada, il Ceta. Ma la nuova ministra all’Agricoltura del Pd nel Governo Conte Bis Teresa Bellanova forse non lo sa, e nelle interviste sui «primi cento giorni del suo dicastero» lancia la caccia agli «sciamani» che, come Zingaretti, si sono opposti a quel trattato.
[segue]

Oggi giovedì 12 settembre 2019

sardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2 senza-titolo1
———————Opinioni,Commenti e Riflessioni———————————
democraziaoggi-loghetto Domusnovas: in calo le commesse, Rwm manda a casa 160 lavoratori. Mobilitazione subito per la riconversione!
12 Settembre 2019
A.P. su Democraziaoggi.
Era nell’aria. La Rwm, che fabbrica bombe a Domsunovas, nei prossimi mesi manderà a casa 160 lavoratori. La notizia è stata data con un comunicato inviato a tutti i dipendenti. La ragione del drastico taglio di forza lavoro viene motivata con il divieto di export di armi verso l’Arabia Saudita. L’inibizione consegue alle […]
——————————————————————————————-
12-sett-19-la-collinagesualdi-alla-mem-12-9-19
- Clicca sopra le immagini per ingrandirle.