Sardegna

SARDINIAN JOB continua

 

img_4810Newsletter n. 66 del 9 febbraio 2018
Cari Amici,
prendendole dal sito del ministero dell’Istruzione, ”la Repubblica” ha messo in pagina ieri, 8 febbraio, le tavole della vergogna. Sono le pubblicità con cui grandi istituti scolastici, orrendamente trasformati in aziende in concorrenza tra loro, si offrono ai possibili studenti e alle loro famiglie vantando la propria eccellenza col dire “Qui niente poveri né disabili”: la pubblicità classista dei licei, titola “la Repubblica”.
(Segue)

Elezioni

—————–elezioniopinionielezioni———————
img_4633In Sardegna l’unico voto utile è quello che concretamente sbarra la strada alla destra. E io lo esprimerò
vitobiolchini blog occhialini117/02/2018 Vito Biolchini su vitobiolchini.it
img_4811
———————————–
Repubblica.it, 17 febbraio 2018

Elezioni. AutodetermiNatzione, una lista elettorale ma non solo.

img_4614di Francesco Casula

img_4633
.
Nella competizione delle prossime elezioni politiche del 4 marzo prossimo ci sarà anche una Lista tutta sarda, autonoma e slegata dai Partiti italiani: AutodetermiNatzione. E’ un’aggregazione composta di otto gruppi, fra Movimenti, Partiti indipendentisti e sovranisti e liste civiche:cRossomori, Sardegna Possibile, Sardigna Natzione, Irs, Liberu, Sardos, Communidades e Gentes. Dopo anni di divisioni, chiusure, settarismi, la gran parte di questo variegato mondo, è riuscito a trovare una sintesi politico-elettorale unitaria: un vero e proprio miracolo.

Come simbolo ha scelto unu carrabusu (uno scarabeo) il simpatico animaletto che dovrebbe insieme significare la Rinascita e avere il ruolo di innetare e limpiare su logu (ripulire e mondare il luogo): ovvero quella Sardegna imbruttata, inquinata, devastata da un industrialismo perverso.

Ancor più simbolica la scritta:AutodetermiNatzione: una scritta politica prima ancora che elettorale. Prefigurante e polisenso. Con una pluralità di significati. Tutti convergenti. Con l’«Auto» (dal greco αὐτός) che evoca ed esprime, autodifesa, autocoscienza, autoconsapevolezza, autostima. Ma soprattutto fare da sé, con i propri mezzi, con le proprie forze. A significare che la liberazione della Sardegna dipende solo da noi Sardi. Non da qualche “Salvatore” o “Gigante” esterno. Di cui occorre sempre diffidare (Timeo Danaos et dona ferentes!). Anche quando promettono oro argento e mirra. Come faranno in occasione delle elezioni prossime i Partiti italiani. Perchè furat chie benit dae su mare! Storicamente. Sono sempre venuti per depredarci, conquistarci, occuparci, dominarci.

Ad «Auto» si aggiunge Determinazione: Ad indicare tutta la forza, la voglia, la risoluta volontà con cui l’aggregazione si prefigge di perseguire l’obiettivo.

Nel termine «AutodetermiNatzione» è incorporata «Natzione». Ovvero lo status della Sardegna: in virtù della sua storia, lingua, cultura, tradizioni. Uno status oggi prevalentemente “virtuale”, in fieri. Che per i protagonisti di AutodetermiNatzione occorre che diventi “fattuale”: con lo Stato. Con l’Indipendenza. Attraverso un progetto. Un percorso. Un processo. Una strategia.

Si tratta di un obiettivo ambizioso e di prospettiva. Di cui l’alleanza elettorale dovrebbe essere un primo passo. Inutile dire che condizione necessaria per avviare e costruire il processo di indipendenza dovrà essere il passaggio di AutodetermiNatzione da alleanza elettorale ad alleanza politica, più vasta e corposa, che si dia precisi obiettivi di programma, al di là e oltre le elezioni. Senza limitarsi ad agitare al vento facili slogan o discorsi che non riescono a far muovere i mulini per macinare grano.

L’importante sarà fare le cose non limitarsi a denunciarle, sperimentare e non solo predicare, praticare l’obiettivo, praticare scampoli di indipendenza e non aspettare l’ora x in cui questa si raggiungerebbe. L’importante è incrociare la gente, i lavoratori, i giovani, costruire trame che organizzino e compattino i soggetti sui bisogni, gli interessi, la crescita culturale e civica, favorendo l’autorganizzazione dei cittadini e il protagonismo sociale,

A tal fine occorrerà che AutodetermiNatzione si dia idealità e finalità che disegnino uno “Stato sardo” che sia il più dissimile possibile dallo Stato italiano, accentrato e centralista.E viepiù antisociale.

Ma soprattutto occorrerà che si dia una “visione”, una cultura alta e “altra”. Con la valorizzazione e l’esaltazione delle diversità, ovvero delle specifiche “Identità”: certo per aprirci e guardare al futuro e non per rifugiarci nostalgicamente in una civiltà che non c’è più; per intraprendere, come Comunità sarda, il recupero della nostra prospettiva esistenziale: la comunità e i suoi codici etici basati sulla solidarietà e sul dono, i valori dell’individuo/persona incentrati sulla valentia personale come coraggio e fedeltà alla parola e come via alla felicità. E insieme per percorrere una “via locale” alla prosperità e al benessere e partecipare così, nell’interdipendenza, agli scambi e ai rapporti economici e culturali.
(Segue)

Come siamo stati governati

img_4809Un Rapporto di “Sbilanciamoci”
COME SIAMO STATI GOVERNATI

Il bilancio delle politiche messe in atto dai tre governi succedutisi nella passata legislatura è disastroso: sta meglio un’esigua minoranza di ricchi e molto peggio la maggioranza del Paese con una massa crescente di poveri e poverissimi. Sette miliardari hanno una ricchezza pari a quella di 18 milioni di persone messe insieme. Colpiti la sanità, la scuola, il lavoro

Luigi Ferrajoli

———-
img_4810Pubblichiamo la Introduzione di Luigi Ferrajoli al Rapporto di fine legislatura della “Campagna Sbilanciamoci”: “Stiamo meglio o peggio di cinque anni fa?”

Oggi sabato 17 febbraio 2018

lampada aladin micromicrodemocraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2
———————————-
Il Comitato per l’insularità è reticente sugli sbocchi
17 Febbraio 2018

Andrea Pubusa su Democraziaoggi.
————————————————-
valutazione microRiflessioni
di Tonino Dessì, su fb.
Ci sono due riflessioni politiche sintetiche che avrei da condividere, prima di lasciare le palle in pace al prossimo per il resto della giornata.
Una riguarda il livello italiano.
Lo dico apertis verbis: la proposta di Di Maio sul dimezzamento (ulteriore) delle indennità ai rappresentanti eletti nelle assemblee legislative avrebbe come principale conseguenza quella di aumentare il livello di corruttibilità dei parlamentari. Punto e a capo, insomma: dalla sgradevole storia dei mancati rimborsi mi pare che proprio non stia imparando nulla.
La seconda questione, scusatemi, mi sta proprio facendo girare le scatole. (Segue)

Gli editoriali (e altro) di Aladinews

lampadadialadmicromicroimg_4794Il 68 dei cattolici
di Dolores Deidda, su Rocca, ripreso da Aladinews.
—————————————————————————
Faber Faber Bomeluzo testonesedia di Vannitola
—————————————————————————–
democrazia-economica-510 Lo Stato non si abbatte, si cambia! Verso la ricerca instancabile di democrazia. La politica non sempre è garante della natura libertaria del “paternalismo” dello Stato. Gianfranco Sabattini su Aladinews.
——————————–

Oggi venerdì 16 febbraio 2018

lampada aladin micromicrodemocraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2
———————————-
“La guerra dei tori” a Pula: la vinceranno i nostri eroi? Quant’era bello e semplice Su Padru! E si potrebbe usare il lazo come i cowboys o i gauchos.
15 Febbraio 2018
Gianni Pisanu su Democraziaoggi.
—————————————–Elezioni————————————
img_46334 marzo. La legge elettorale un vero disastro
16 Febbraio 2018
Alfiero Grandi, vicepresidente Coordinamento democrazia

4 marzo. La legge elettorale sempre più si rivela un vero disastro. Le responsabilità del Pd. In gioco Lega e Berlusconi. Parte raccolta di firme per cambiarla in Senato. L’ipotesi di un referendum abrogativo. Su Democraziaoggi.
—————————CoStat-martedì 20 febbraio 2018—————-
img_4805

Mercoledì 21 febbraio 2018 Storie di migranti

LA PRIMA VOLTA CHE HO VISTO IL MARE
Storie di immigrazione in forma teatrale
partendo da Seui
(di Gianni Loy)
img_4804
con: LIA CAREDDU, MARCO BISI, ELEONORA GIUA

colonna sonora: ALESSANDRO OLLA

regia: CRISTINA MACCIONI

* * * * *
Mercoledì 21 febbraio 2018 – ore 17,30 al TEATRO DEI CIECHI,
Via Nicolodi 104 (Prolungamento viale S. Ignazio).

——————————————————————————

Faber

Faber Bomeluzo testonesedia di VannitolaDe André, la Messa è finita, andate in pace. Abbiamo celebrato il rito della visione della fiction sulla vita di Fabrizio De André. Non potevamo non farlo, per molti di noi ha rappresentato e rappresenta ancora oggi una sorta di colonna sonora della nostra vita, ne conosciamo le canzoni, lo ascoltiamo spesso, lo rapportiamo ai nostri ricordi, a episodi della nostra vita. La fiction, era inevitabile, evidenzia alcuni aspetti della sua vita, delle sue scelte, delle sue paure e fragilità, del suo grande impegno creativo. E’ naturale che si riaprano discussioni, che ci siano elogi e critiche per il filmato, delusione, nostalgia. Perché allora l’invito iniziale “andate in pace”. Penso che ciascuno di noi conservi un’impressione, un’idea molto personale, un modo originale di interpretare l’opera e le scelte di questo grande personaggio che è compositore, musicista e poeta. Teniamoci la nostra personale lettura di Fabrizio e continuiamo a viverlo come abbiamo sempre fatto. Lasciamo ad altri le disquisizioni inutili.
————————————

Oggi al Villaggio dei pescatori di Giorgino.

43e0b210-ee84-4a18-ab3b-4c4f7d3d5c9d

Oggi giovedì 15 febbraio 2018

lampada aladin micromicrodemocraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2
———————————–
“La guerra dei tori” a Pula: la vinceranno i nostri eroi? Quant’era bello e semplice Su Padru! E si potrebbe usare il lazo come i cowboys o i gauchos.
toro15 Febbraio 2018

Gianni Pisanu su Democraziaoggi.
————————————–Commenti——————–
M5S: autoriduzione delle indennità, mele marce e candidature
15 Febbraio 2018
Nessun commento
Amsicora su Democraziaoggi.
———————————————————Elezioni————–
pap_tondoeddyburgSu Eddyburg
Potere al popolo, il nostro impegno per l’ambiente e i territori
Potere al popolo, il nostro impegno per l’ambiente e i territori. il manifesto, 15 febbraio 2018, ripreso da eddyburg. Mentre la lista di “estrema” sinistra Potere al popolo (dove sono le “sinistre” non estreme?) sta superando la soglia per entrare in Parlamento, ecco un finalmente un documento politico che affronta i problemi che gli altri trascurano
——————————————————————–

Aladiningironline

SOCIETÀ E POLITICA » EVENTI » 2015-LA GUERRA DIFFUSA
img_4801Il caso serio delle bombe italiane
di ADRIANA COSSEDDU

cittànuova.it, 13 febbraio 2018, ripreso da eddyburg e da aladinews. Le leggi non mancano, a partire dalla nostra Costituzione, ma continua imperterrita la violazione del diritto alla pace, intrinsecamente legato ai due diritti fondamentali: il diritto alla vita e il diritto alla libertà. (i.b.).
——————————————–

«Istruitevi, perché avremo bisogno di tutta la nostra intelligenza. Agitatevi, perché avremo bisogno di tutto il nostro entusiasmo. Organizzatevi, perché avremo bisogno di tutta la nostra forza». (Antonio Gramsci, sul primo numero di L’Ordine Nuovo, primo maggio 1919)

img_4800

Cagliari antifascista

Torri municipio CagliariCagliari antifascista: approvata mozione in Consiglio comunale
14 Febbraio 2018
Su Democraziaoggi.
———————————————

Oggi mercoledì 14 febbraio 2018

lampada aladin micromicrodemocraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211Sardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2
——————————————
Layout 1 L’ANPI e il COMITATO di iniziativa costituzionale e statutaria
organizzano un incontro dal titolo
Gramsci, il 1917 e la Rivoluzione
che si terrà oggi mercoledì 14 febbraio, alle ore 17, presso l’Hostel Marina, Scalette San Sepolcrcro.
Relatore il Professor Angelo d’Orsi, dell’Università di Torino
autore di molti libri su Gramsci, l’ultimo, Gramsci. Una nuova biografia. Feltrinelli. E poi sul ‘17, L’anno della Rivoluzione 1917. Editori Laterza.
Partecipate!
Scheda su Democraziaoggi.
——————————————————-
democraziaoggiCaro Paolo, che il giustizialismo sia l’altra faccia del malaffarismo?
14 Febbraio 2018
Andrea Pubusa su Democraziaoggi.
——————————————-