Domenica 21 aprile 2019. E’ Pasqua!

lampada aladin micromicrodemocraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211pensatoreSardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2img_4633serpi-2Anpi logo nazsdgs-make-europe-sustainable-for-all-300x208ape-innovativalogo76costat-logo-stef-p-c_2-2universita_cultura_e_sapere2d1c145e5-3738-4a1e-86a4-7155513d1effimg_9429
bomeluzo-terraAvvenimenti&Dibattiti&Commenti&Appuntamenti—————-Auguri————————-

cristo-bianco-e-neroAuguri a tutti di buona Paska manna!
21 Aprile 2019
Auguri a tutti di Buona e Felice Pasqua!
———————————————————————-

Cultura Politica. Materiali per le politiche urbane

ada-colau-barcellona-micro-mega La sfida di Ada Colau: “Rivincere a Barcellona e cambiare l’Europa”
Su MicroMega
ada-colau-2-una-ciudad-en-comun-libroAppena uscito in Spagna il libro “Ada Colau, la ciudad en común” di Steven Forti e Giacomo Russo Spena, riedizione aggiornata del libro pubblicato in Italia nel 2016. Ne proponiamo un estratto che illustra le strategie dell’alcaldessa che il 26 maggio prossimo si giocherà la sfida elettorale per la permanenza a sindaca: “Dobbiamo insistere sul municipalismo, soltanto così possiamo contrastare l’ondata nera e costruire una vera alternativa”. E intanto cresce la rete internazionale con le altre città che rappresentano esperienze virtuose nel mondo.

di Steven Forti e Giacomo Russo Spena, su MicroMega.

Oggi sabato 20 aprile 2019

lampada aladin micromicrodemocraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211pensatoreSardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2img_4633serpi-2Anpi logo nazsdgs-make-europe-sustainable-for-all-300x208ape-innovativalogo76costat-logo-stef-p-c_2-2universita_cultura_e_sapere2d1c145e5-3738-4a1e-86a4-7155513d1effimg_9429
Avvenimenti&Dibattiti&Commenti&Appuntamenti————————-

costat-logo-stef-p-c_2Abbiamo impugnato la legge elettorale sarda
20 Aprile 2019
Andrea Pubusa su Democraziaoggi.
——————————————————————————————–—-
cammino-nuxis-5-5-19Il 5 maggio a Nuxis nei luoghi della latitanza dell’Avv. Cadeddu, capo di Palabanda. Partecipate!
20 Aprile 2019
Nell’ambito delle iniziative su “Sa die de Sa Sardinia” ci rechiamo, accompagnati dalla locale Associazione Le Sorgenti, in pellegrinaggio laico nelle campagne di Nuxis nella Grotta di Conch’è Cerbu, dove l’Avv. Salvatore Cadeddu, capo della rivolta di Palabanda, trascorse alcuni mesi della sua latitanza fra la fine del 1812 e i primi mesi del 1813, […]
—————————————————————————————
sedia di VannitolaLe “comunarie” del Pd e del centro sinistra di Sassari pensando a Eleonora d’Arborea. Non sembra vero ma, nella grande divisione e confusione che regna da sempre nel Pd e nel centro sinistra, l’unica idea pervenuta (peraltro di padre ignoto) è stata quella di affidarsi alla Magistratura prima ancora che ciò potesse rendersi necessario per accidente o incidente politico. Nasce cosi l’idea di candidare alla carica di Sindaco uno “sconosciuto”, politicamente parlando, del quale si ignorano le potenziali capacità e le eventuali esperienze pregresse nella pratica della politica e nella amministrazione della cosa pubblica. L’unica caratteristica nota del candidato è la professione fino ad ora esercitata. Chi lo conosce afferma che si tratta di un buon giudice ormai prossimo alla pensione, di una persona moralmente ineccepibile, con molte idee e qualche proposta originale su come governare la città. Non c’è alcun motivo per dubitarne. L’interrogativo è un altro. Ha le competenze e la necessaria capacità politica per svolgere il gravoso compito che è costato lacrime e sangue al suo predecessore? O si pensa realmente che la cosa più intelligente da fare, per superare l’impasse amministrativa ormai cronica nel nostro territorio, sia quella di affidarsi alla magistratura per derimere le beghe di un ceto politico straordinariamente litigioso? Ho il sospetto che, in fondo in fondo, il pensiero guida di chi ha proposto la candidatura sia stato proprio questo. Un giudice per governare bene. Un “Giudicato”. Il nuovo Giudicato di Torres per dare vita alla Città Metropolitana da tempo auspicata. Anche il suo nome di battesimo rafforza tale ipotesi. Si chiama Mariano, come Mariano IV di Arborea. (V.T.)
—————————————————————

Ricordando Francesco Cocco, un grande sardo

fcocco Venerdì 3 maggio, alle ore 17.00, presso l’Ersu a Cagliari (Teatro Nanni Loy, via Trentino) sarà ricordato Francesco Cocco per iniziativa del Centro di iniziativa democratica. Per chi non l’abbia conosciuto Francesco era una persona di grande dignità, intellettuale e politico impegnato per tutta la vita nella sinistra sarda (anche a lungo consigliere regionale, assessore nella prima giunta Melis, consigliere comunale di Cagliari, docente di materie giuridiche ed economiche nella scuola superiore, collaboratore e fondatore di riviste).
Ovviamente è anche un’occasione per riflettere sulle vicende dell’Autonomia sarda anche in relazione ai processi in atto di “regionalismo differenziato”. Di recente il Comitato d’Iniziativa Costituzionale e Statutaria (CoStat), di cui Francesco fu esponente di spicco, gli ha intitolato la Scuola di Cultura Politica, promossa in collaborazione con l’ANPI di Cagliari e con la Confederazione Sindacale Sarda.

Venerdì santo

ven2
“Il perché di tanta devozione popolare? Gesù Cristo è uno di noi”. ven-1
————-
Foto di Renato d’Ascanio Ticca
[Tutto il servizio fotografico su fb]
ven3
Roma. La Via Crucis al Colosseo dedicata agli sfruttati. I testi delle meditazioni
venerdì 19 aprile 2019
Alle 21.15 la Via Crucis presieduta da papa Francesco. Le meditazioni sono state affidate a suor Eugenia Bonetti (da Avvenire.it)
Ecco i testi (dal BOLLETTINO VATICANO)
[segue]

Venerdì santo

img_8648VENERDI’ SANTO
Appuntamento in parrocchia alle 8 del mattino.
Dopo l’arrivo delle confraternite si parte, con la statua della Madonna, attraverso le vie del paese per la Via Crucis.
Le stazioni vengono raffigurate da una croce, appesa al muro esterno di una casa, adorna di fiori e con un drappo bianco intorno.
Ad ogni stazione ci si ferma, il parroco legge la stazione, si risponde in coro.
Si canta e si prega fino alla stazione successiva, per un totale di 14 stazioni.
Si torna in parrocchia dove si conclude la Via crucis con le preghiere di rito.
I confratelli si riuniscono insieme ad altri invitati per un pranzo magro che è composto da: pane, fave, sardine e vino nero.
(I riti della settimana santa a Gesturi, di Usai e Marcialis, ed. Condaghes, 1997).
Mìserere. Cuncordu de Orosei.
——————————–
Francesco Guccini Venerdì Santo

Venerdì santo

Venerdi santo in duomo 25 3 16Venerdì santo in duomo
Democraziaoggi logo-
La croce: forza di un simbolo. Un dibattito senza clamore su Democraziaoggi. – Venerdì santo -.

Oggi venerdì 19 aprile 2019

lampada aladin micromicrodemocraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211pensatoreSardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2img_4633serpi-2Anpi logo nazsdgs-make-europe-sustainable-for-all-300x208ape-innovativalogo76costat-logo-stef-p-c_2-2universita_cultura_e_sapere2d1c145e5-3738-4a1e-86a4-7155513d1effimg_9429
Avvenimenti&Dibattiti&Commenti&Appuntamenti—————
Tagliare il numero dei parlamentari: la banalità del male?
19 Aprile 201
Alfiero Grandi, su Democraziaoggi.
—————————————————————————————

Settimana Santa

giovedi-santo-liciaGesù lava i piedi ai discepoli.
Ford Madox Brown, 1851 (Pittore preraffaellita).

lampadadialadmicromicro133Riflessioni: Ci vuole “spirito di servizio” a partire da chi sta più in alto.
Ci vuole “spirito di servizio” a partire da chi sta più in alto.

di Franco Meloni, su Aladinews di giovedì santo del 4 aprile 2012.

Dal Vangelo secondo Giovanni 13, 4-54 si alzò da tavola, depose le vesti e, preso un asciugatoio, se lo cinse attorno alla vita. 5 Poi versò dell’acqua nel catino e cominciò a lavare i piedi dei discepoli e ad asciugarli con l’asciugatoio di cui si era cinto. 

La chiesa cattolica nella liturgia del giovedì santo, nella messa in coena Domini, rivive il gesto della lavanda dei piedi riportato nel testo dell’evangelista Giovanni. L’episodio è significativo di un atteggiamento di umiltà del Maestro nei confronti dei suoi discepoli e possiamo correttamente ricondurlo simbolicamente ad un atteggiamento “di servizio”, come si diceva un tempo. Ma il concetto è purtroppo in disuso, proprio nel momento in cui sarebbe salutare farvi ricorso. Riportando questo quadro nelle organizzazioni, il Maestro può correttamente simboleggiare il “superiore gerarchico” (il presidente, il rettore, il direttore, il dirigente, etc), mentre i discepoli possono rappresentare i suoi collaboratori o i cittadini-utenti tutti (qui però tralasciamo questa possibile ulteriore estensione). Perchè ci piace fare questa trasposizione, evidentemente apprezzando il gesto della lavanda dei piedi e di tutto quanto può rappresentare nel rapporto capo-collaboratori? Perchè crediamo che oggi vi sia necessità di recuperare un concetto fondamentale: chi per nomina, elezione o eredità si trovi ai vertici di un’organizzazione, sia essa un’impresa, una pubblica amministrazione, un partito politico, un’associazione, una famiglia o quant’altro, deve sentirsi e comportarsi non come un padrone al di sopra di tutto e di tutti, ma piuttosto come titolare di una funzione di servizio verso la stessa organizzazione e la società in generale. Al contrario, purtroppo, si verifica troppo spesso che chi si trova in posizioni di comando in un’organizzazione pensa di poterne disporre a suo piacimento, quasi come l’avesse “vinta al lotto” e si comporta nei confronti dei collaboratori adottando lo schema padrone-servo.  E invece oggi più che mai abbiamo bisogno di “spirito di servizio”, che si traduce in disponibilità all’ascolto, rispetto e valorizzazione delle persone, coinvolgimento di tutti nel perseguimento delle missioni e degli obbiettivi delle organizzazioni. Nella scala delle responsabilità in tutte le organizzazioni più si è in alto nelle posizioni gerarchiche più si ha il dovere di farsi carico dei problemi o, com’è pertinente dire nella settimana di Passione, di portare la croce.

Verso le elezioni comunali di Cagliari

tre-per-il-comune-18-4-19cag-palazzo-bac- Le ultime notizie sulle primarie del centrosinistra su SardiniaPost (articolo di Marcello Zasso).
Programmi:
Matteo Lecis Cocco Ortu ci segnala dove rintracciare il suo: http://www.matteoleciscoccoortu.com.
——
Francesca Ghirra: la sua pagina fb.
————————————————–
Attendiamo le/gli altre/i.
———————————————-
lampadadialadmicromicroGhirra, Lecis Cocco Ortu, Cilloccu: sono sicuramente tre buone candidature, alle quali contiamo se ne aggiungano altre in una competizione che auspichiamo che il centrosinistra decida al massimo aperta. Fallito il tentativo di mettere insieme in un’unica “primarie” le formazioni del centro sinistra con il M5S e con l’Aggregazione indipendentista-identitaria, attendiamo le candidature di queste ultime, che speriamo di buon livello. Spazio a tutti e buon lavoro per la città di Cagliari, la sua area metropolitana e la Sardegna intera.
———————————————————–

Oggi giovedì 18 aprile 2019

lampada aladin micromicrodemocraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211pensatoreSardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2img_4633serpi-2Anpi logo nazsdgs-make-europe-sustainable-for-all-300x208ape-innovativalogo76costat-logo-stef-p-c_2-2universita_cultura_e_sapere2d1c145e5-3738-4a1e-86a4-7155513d1effimg_9429
Avvenimenti&Dibattiti&Commenti&Appuntamenti————————–

disperazione AladinLa disfatta sarda
18 Aprile 2019
Andrea Pubusa su Democraziaoggi.
————————————–————-—————————————
gretaLA7.IT
ESCLUSIVO. Corrado Formigli intervista Greta Thunberg
Il conduttore intervista Greta Thunberg, la sedicenne attivista svedese in Italia per incontrare il Papa e la presidente del Senato Alberti Casellati.
Grande Greta. Molto bravo, come sempre, il giornalista Formigli nel condurre questa difficile intervista. Ho temuto che questo importante personaggio potesse essere intervistato da altri, è andata bene così. (V.T.)
—————————————————————————-

Agostino frate francescano 89 anni. Auguri, Auguri!

Gli 89 anni di padre Agostino Pirri. Festeggiati oggi alla residenza di Sant’Antonio di Quartu SE.agostino-89-17-04-19-quartu

E’ online il manifesto sardo duecentottantadue

pintor il manifesto sardoIl numero 282
Il sommario
Salvini e il 25 aprile (Marco Ligas), Solitudini (Amedeo Spagnuolo), I limiti del Sistema Sanitario Nazionale e la necessità di una sua riforma (Gianfranco Sabattini), Turchia e dintorni: “Chi vince Istanbul vince la Turchia, chi vince Istanbul vince tutto” (Emanuela Locci), Al via la “Scuola di cultura politica Francesco Cocco” (Franco Meloni), La metafisica del bianco e nero (Ottavio Olita), Ancora fridays for future (Guido Viale), Salviamo la storica Stazione ferroviaria di Palau Marina (Stefano Deliperi), L’identità sarda (Francesco Casula), Inizia la repressione contro i pastori sardi (red), La prima volta che ho visto il mare (Franco Meloni), Violenza sessuale e articol/lage: i documenti parlano chiaro (Marinella Lőrinczi), Sangue e manette (Roberto Loddo), Castellina: Una sinistra forte per cambiare l’Europa (Argiris Panagopoulos).

Oggi mercoledì 17 aprile 2019

lampada aladin micromicrodemocraziaoggisardegnaeuropa-bomeluzo3-300x211pensatoreSardegna-bomeluzo22sedia-van-goghGLI-OCCHIALI-DI-PIERO1-150x1501413filippo-figari-sardegna-industre-2img_4633serpi-2Anpi logo nazsdgs-make-europe-sustainable-for-all-300x208ape-innovativalogo76costat-logo-stef-p-c_2-2universita_cultura_e_sapere2d1c145e5-3738-4a1e-86a4-7155513d1effimg_9429
Avvenimenti&Dibattiti&Commenti&Appuntamenti—————

La nostra Libia dimenticata
17 Aprile 2019
Tomaso Di Francesco il manifesto del 14.4.2019 (ripreso da Democraziaoggi)
Per favorire la riflessione sulla guerra libica, ecco questo intervento certamente stimolante.
Mediterraneo. Se il vento bellicoso torna a spirare è perché in Libia ci sono gli interessi petroliferi italiani e soprattutto l’affare criminale, fermare […]
———————————————verso il 25 aprile—————
19-04-25-manifesto-anpi-con-orari-ca-def

Elezioni comunali di Cagliari

12ce87ee-d611-4e9a-8f18-bdca5dfcff1fVerso le primarie del centro sinistra (speriamo allargato). Per ora candidati Francesca Ghirra, Matteo Lecis Cocco Ortu, Marzia Cilloccu. Oggi Matteo presenta la sua candidatura e la proposta programmatica aperta. Aladinews darà spazio a tutti, favorendo il confronto e la partecipazione al dibattito.